DOMENICO LUISO, BITONTINO VINCENTE AL PREMIO INTERNAZIONALE DELL’EMIGRANTE

Premiato sabato scorso a Pratola Peligna – in provincia di L’Aquila – come migliore nella sezione “poesia edita”.

1070434000.jpgIl dramma dell’emigrazione attraverso le parole, gli scatti, i colori che occupano il Teatro D’Andrea di Pratola Peligna, sabato 27 settembre, in occasione della XXXII edizione del Premio Internazionale Emigrazione. L’evento è stato organizzato dall’associazione culturale “La Voce dell’emigrante” e dal comune di Peligna, in collaborazione con la Regione e con il patrocinio della Provincia dell’Aquila e dell’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo.
Sei le sezioni del concorso (saggistica, giornalismo, narrativa edita ed inedita, poesia edita ed inedita) con l’aggiunta di un premio speciale di “Onore al merito”, quest’anno attribuito al grande produttore cinematografico e televisivo italo-americano, Vincent Scarza, presente alla cerimonia.
Il nome di Bitonto è stato portato avanti da Domenico Luiso, vincitore della sezione “Poesia edita”, insieme al sulmonese Vittorio Monaco con le sue “Microstorie”, seguito da Giuseppe Gualtieri di Aielli (Aq).
L’attestato più alto nella sezione “Saggistica” è andato all’antropologa Lia Giancristofaro (Lanciano) per i volumi dell’ “Emigrazione Abruzzese”. Ad un veronese, Claudio Beccalossi, il premio della sezione “Giornalismo”, seguito da due pescaresi, Stefano Falco e Loris Zamparelli. Sezione “Narrativa edita” tutta straniera: ha vinto Saro Maretta di Berna (Svizzera), che ha superato Marc Robertson del Texas e Anna Zampieri Pan di Vancouver. Altro abruzzese nella Narrativa inedita: Giacomo Sansoni, di Pettino (Aq), con due veneti a seguire. Per la “Poesia edita”, Domenico Luiso di Bitonto (Ba), che ha preceduto Tiziana Gabrielli di Chieti.
In tutto, 124 i concorrenti a firma di oltre 700 opere di grande qualità – come ha sottolineato il presidente del Premio e direttore de “La Voce” – Angelo De Bartolomeis, che ha rimarcato il difficile lavoro di scelta e il contributo dato dalle tante produzioni europee e nord-americane arrivate, a ripercorrere “tematiche cocenti dell’emigrazione”, un’esperienza collettiva ed individuale che ognuno si porta dietro.

BitontoTv Staff
DOMENICO LUISO, BITONTINO VINCENTE AL PREMIO INTERNAZIONALE DELL’EMIGRANTEultima modifica: 2008-09-30T08:10:00+02:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “DOMENICO LUISO, BITONTINO VINCENTE AL PREMIO INTERNAZIONALE DELL’EMIGRANTE

Lascia un commento