FESTA DEMOCRATICA, IL PROGRAMMA COMPLETO

789997081.3.jpgErede della storica Festa dell’Unità, la Festa Democratica dei prossimi 3,4 e 5 ottobre promette di essere un evento di notevole spessore per l’autunno bitontino. Non solo il “salotto buono” del nuovo volenteroso PD, come si affretta a definirla qualche ipercritico, ma senza dubbio il La per i ragionamenti politici e culturali dei prossimi mesi, dal federalismo fiscale alla Metropoli “Terra di Bari”. Gli ingredienti per un successo di critica e pubblico sembrano esserci tutti: ospiti importanti, buona musica e un’agenda impeccabile.
Si parte venerdì 3 ottobre alle ore 18 con un pubblico dibattito sul federalismo fiscale moderato dal coordinatore Angelo Mancazzo. Ad intervenire sulla questione il senatore Giovanni Procacci, membro della Commissione Affari Costituzionali al Senato, l’onorevole Francesco Boccia, membro della Commissione finanze alla Camera ed il dottor Francesco Saponaro, assessore al bilancio della Regione Puglia. A seguire, previsto per le ore 21, un concerto gospel dal vivo del “Wanted Chorus”.
Si replica sabato 4 con una scottante discussione sul tema “Provincia e Area metropolitana”. Invitati a parlare il dottor Michele Emiliano, Sindaco di Bari e fervente sostenitore del Piano Strategico Ba 2015, l’avvocato Onofrio Sisto, vicepresidente della Provincia di Bari e l’avvocato Vito Antonacci, capogruppo del PD in Provincia. Li coordinerà il professor Antonio Maria Sblendorio, consigliere bitontino alla Provincia. Saranno infine i “Sonoria Live” a chiudere in musica la seconda giornata.
Domenica la tre giorni democratica si chiude con una più ampia riflessione di attinenza etica, scientifica e religiosa, oltre che politica: la docente di filosofia Laura Vitale, new entry nel Direttivo del PD bitontino, orchestrerà un intenso confronto sul testamento biologico. Sul palco per “il botto finale” la senatrice Emma Bonino, vicepresidente del Senato, il senatore Ignazio Marino, capogruppo del PD nella Commissione Sanità, e l’onorevole Paola Binetti, membro invece della Commissione Affari Sociali. Un concerto dance anni ’80 di Bruce Johnson chiuderà quindi la kermesse.
Il programma si annuncia ricco di interessanti spunti di riflessione. E a chi obietta che in questa prima Festa democratica si sarebbe dovuto parlare di più di “politica spicciola”, dello stato di salute del partito bitontino “in rodaggio”, il coordinatore Angelo Mancazzo risponde senza esitazioni: “La ‘politica’ siamo noi a doverla fare, a scegliere verso dove dirigerla e a quali temi destinarla”.

Sabino Paparella
FESTA DEMOCRATICA, IL PROGRAMMA COMPLETOultima modifica: 2008-09-29T11:53:12+02:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “FESTA DEMOCRATICA, IL PROGRAMMA COMPLETO

Lascia un commento