IERI I FESTEGGIAMENTI IN ONORE DI SAN PIO

1553716279.2.jpgAnche a Bitonto, come in centinaia di Comuni italiani e non, si festeggia  San Pio. Mentre a San Giovanni Rotondo, cuore della devozione al santo cappuccino, c’è stata la presenza del segretario di stato vaticano, Card. Tarcisio Bertone, negli altri Comuni ci si è organizzati per ricordare nella maniera migliore i 40 anni dalla morte del frate con le stimmate.

In città, dove si è formata un’associazione religiosa nel nome di Padre Pio, sono state allestite una serie di iniziative. Il centro del culto è nella chiesa conventuale di San Leone, guidata dai frati cappuccini che hanno anche fatto realizzare una statua con l’immagine del Santo di Pietralcina. Ieri, in mattinata, si sono celebrate numerose Messe, mentre nel pomeriggio si è svolta la processione per le principali vie. Una processione abbastanza recente come storia, ma che registra una numerosissima partecipazione di fedeli proprio per la grande notorietà di Padre Pio. Durante il rito c’è stata una breve sosta con  la recita di alcune preghiere nella piazza dedicata al Santo, su via Repubblica. Quindi percorrendo il corso e viale Giovanni XXIII si è indirizzata per il ritorno nella chiesa di San Leone. Il ritiro della processione è stato salutato  dell’esplosione di una allegoria di giochi pirici della ditta La Santa Barbara diretta da Francesco Minuti. Nell’ambito dei festeggiamenti per Padre Pio, inoltre, sulla piazza di Via De Gasperi, domenica sera si è svolta una bellissima performance live con i Sound Messenger e con il mattatore della serata Federico Fazio, esibitosi, tra le altre, nella sua “Un’ora sola ti vorrei”.

Francesco Paolo Cambione

IERI I FESTEGGIAMENTI IN ONORE DI SAN PIOultima modifica: 2008-09-24T08:00:00+02:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

10 pensieri su “IERI I FESTEGGIAMENTI IN ONORE DI SAN PIO

  1. Un doveroso ringraziamento ai frati del Convento San Leone per l’organizzazione di tutta la festa, insieme al Comitato. Come al solito una nota stonata, molto stonata. Ieri sera durante la processione, gremitissima di devoti, bambini accompagnati dai genitori, handicappati in carrozzella, su Corso Vittorio Emanuele, neanche l’ombra di un vigile urbano. Spettacolo indegno: due automobili hanno attraversato metà corso tra l’incredulità, mista a spavento della gente. La domanda sorge spontanea: chi dirige il Corpo dei Vigili urbani?; lascio a Voi ulteriori commenti.

  2. L’educazione non vive in questa citta’.
    Invece di chiedere che ai vigili di scortare ambo i lati una processione (immaginate un po’ tipo visita di capo dello stato ).
    diamoci da fare ad insegnare la buona educazione hai nostri figli, nipoti e parenti tutti.

    la Cafonaggine e l’ Inciviltà sgorga nel nostro paese da ogni parte….

  3. pregherei gentilmente il nuovo comandante dott. De Paola che per il prossimo anno la processione di Padre Pio la facciano di domenica e non in settimana, perche’ per alcune ore il traffico a bitonto impazzisce e i poveri vigili urbani non sanno cosa fare, grazie da roger….

  4. Fare la polemica politica e strumentalizzare anche le processioni è qualcosa di vergognoso.
    Che non fa onore a questo blog e ai suoi commentatori

    P.S.: per la cronaca, la Curia “impone” che le processioni si tengano nei giorni delle festa liturgica sia essao feriale o festivo. Ma Bitonto questo precetto lo rispettano solo alcune confraternite.

  5. Caro Ignazio, sono assolutamente d’accordo con te.

    I miei punti di sospensione volevano sottolineare proprio questo aspetto, ma attendevo che qualcuno se ne accorgesse, considerata l’opinione che il Sig. “Innamorato di Bitonto” ha già ingiustificatamente espresso sul sottoscritto.

    Perchè a fronte dell’argomento del topic che riguardava i festeggiamenti di san Pio, si è voluto fare dell’inutile polemica sul nuovo Comandante dei Vigili Urbani, facendo i brillanti, nella premessa, nel ringraziare la confraternita ecc ecc…..

    Ci sono topic in cui è possibile manifestare in maniera pacifica e senza fare “gli ermetici” e i sobillatori della folla, il proprio dissenso a questa nomina VERGOGNOSA.

    Le battaglie politiche vanno fatte nelle sedi competenti senza rischiare di gettare assieme all’acqua sporca anche il bimbo………come avvenuto in questo caso.

  6. Ciò di cui ci si rende conto è che si vuole polemizzare a tutti i costi e mai ragionare sulle cose. Altro che! Il peggior sordo è colui che non vuol sentire! Spiegatemi che differenza passa tra un evento, quale che sia, che si svolga di domenica o in un giorno feriale. Io parlavo di vigili assenti, e quando una “presenza” non c’è, non fa nessuna differenza se è domenica o lunedì. Conta, quindi, poco spostare l’evento alla domenica; i problemi sono due: il primo la mancata vigilanza, il secondo è che nel nostro paese non ci sono regole che tengano. Chi vive la “piazza” e non se ne sta seduto nel palazzo o altrove non si rende neanche conto di ciò che accade in “piazza” (nella città). Vivetela città e poi parlate; la nostra, purtroppo è costellata da situazioni continue di ordinaria inciviltà, per cui la prevenzione (voglio dire PRESENZA) diventa INELUDIBILE, Chiaro?

Lascia un commento