IL TEATRO? SOLO PER CHI OSA FARLO

Avviso a tutti gli aspiranti attori e registi: parte a novembre la nuova sessione dell’International Academy of The Adriatic a Corato. Pubblicato il bando per l’ammissione: c’è tempo fino al 15 ottobre per candidarsi.

1508159046.jpgSpettatori di oggi, attori e registi di domani. Parte a novembre la nuova sessione della scuola triennale di recitazione e regia teatrale dell’International Academy of The Adriatic, l’ente di formazione ITACA, accreditato presso la Regione Puglia. Finalizzato alla formazione di professionalità competitive in ambito internazionale, la scuola ha lo scopo di delineare nuovi volti della recitazione e della regia teatrale, basandosi sull’incontro di metodologie di insegnamento drammatico differenti: la scuola italiana, quella russa e quella inglese.
Destinatari del progetto accademico sono i giovani aspiranti attori e registi che abbiano compiuto il 18° anno d’età entro il 30 Settembre 2008 e in possesso del diploma di Scuola Superiore. Sono ammessi alla scuola studenti  stranieri  con  titolo di studio equivalente e una buona conoscenza della lingua  italiana. L’ammissione al primo anno consiste nella valutazione delle domande – regolarmente pervenute in sede entro le ore 13 del 15 ottobre – sulla base dei requisiti di accesso; un colloquio conoscitivo individuale; un workshop selettivo, dal 20 al 25 ottobre, presso la sede di ITACA, in viale Ettore Fieramosca 169, Corato.
Il primo anno comune ad attori e registi è incentrato sull’analisi, la comprensione, l’acquisizione delle tecniche di base della recitazione. Sono previste anche performances aperte al pubblico. Il secondo anno l’inquadratura si restringe sullo studio del personaggio e sulla drammaturgia. Ogni allievo compirà un percorso individuale, alla scoperta delle proprie capacità e delle proprie inclinazioni recitative, mentre per gli allievi registi si aggiunge lo studio degli stili e dei linguaggi diversi della regia, con relativo sviluppo di un progetto. Al terzo anno, gratuito, potranno accedere solo gli studenti meritevoli del biennio sottoposti al giudizio insindacabile della Commissione, composta dal Direttore Didattico e dai docenti, scelti direttamente dalla LAMDA, la London Academy of Music and Dramatic Art. Gli allievi meritevoli affiancheranno le produzioni delle Compagnie Teatrali che collaborano con la scuola, fino al conseguimento della Qualifica di Attore.. La scuola esige l’obbligo di frequenza e sono previste agevolazione per i corsisti fuorisede, con alloggi a costi agevolati. La quota di partecipazione alla Scuola è di 2.700,00 euro all’anno per il biennio, il terzo anno è gratuito. Per ulteriori informazioni: tonon@itaca-academy.org o info@itaca-academy.org, tel 0802463515. Il modulo per la domanda di ammissione al I anno è scaricabile dal sito www.itaca-academy.org.
Una scuola completa, precisa, puntuale ed esigente, che premia solo chi merita. Una scuola che abitua subito al successo e all’insuccesso del palcoscenico.

Lara Carbonara
IL TEATRO? SOLO PER CHI OSA FARLOultima modifica: 2008-09-23T09:47:01+02:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

15 pensieri su “IL TEATRO? SOLO PER CHI OSA FARLO

  1. grazie per la risposta……….perdete tempo a parlare di politica, ma mai che si cambi argomento…….ho chiesto solo delle info..qualcuno mi sa aiutare?….mi date un numero di telefono? a chi posso chiedere informazioni sulla stagione di quest’anno?…si farà?
    boooooooo

  2. che vuol dire..niente più stagione teatrale….?uffa…….sarò costretta ad andare al piccinni….
    mi viene la sconfidenza veramente………..sempre le solite cose di bitonto……mi viene da piangere……tanti soldi spesi per il restauro per vedere qualche compagnia amatoriale…..che tristezza…

  3. tu scherzi caro temostocle, ma qui rischiamo grosso…..gli anni passati era bellissimo, di inverno la gente sapeva che fare,,,,c’era una stagione di prosa degnissima, una stagione musicale, il cinema dessè…ora invece c’è desolazione…….veramente…uffa…….andiamo a regalare i soldi a bari…e noi abbiamo strutture che fanno invidia a tutti e non sappiamo valutarle…….
    richiedo l’intervento del canaruto al riguardo..CANARUTO che nepensi?

  4. Jimmy….”non tanto a prendere a caricatura”, piuttosto impara a scrivere i nomi propri di persona…a cominciare dal tuo!!
    comunque a parte tutto, so che i ragazzi si stanno facendo in quattro per allestire una stagione di prosa degna di questo nome, non so se ci riusciranno vista la scarsezza di fondi.
    A prescindere dall’esito….onore al merito e all’impegno.

  5. Ringrazio Mirella per avermi coinvolto e per la eccessiva fiducia che nutre nei confronti delle mie conoscenze.
    Qua leggo molte rimostranze sulla mancanza alla metà di settembre di notizie sulla stagione artistica 2008-09.
    Chi critica, però, pecca di memoria, in quanto sin dalla sua riapertura, le notizie sulla stagione teatrale non sono mai arrivate prima delle fine di ottobre. Ritengo pertanto che non ci siano, per ora, i motivi per stracciarsi le vesti.

    Approfitto di questo post per esprimere la mia dispiacenza sui lati più ruvidi del carattere di Cirano. Il quale è un ottimo ragazzo, attivo, vispo ma a volte, me lo consentirà, tende a perdersi troppo nelle diatribe destra-sinistra come nel caso degli intellettuali o del revisionismo storico atto che periodicamente torna sopratutto sui temi della resistenza.

    Tornando al discorso, penso che alla fine la stagione si farà anche se nell’elenco degli spettacoli ci sarà meno teatro d’innovazione e più teatro di tradizione. Ma qua si entra nel gusto personale, non mi sembra sia il caso di mettersi a discutere quale è meglio o quale è peggio.

Lascia un commento