SPECIALE OSSERVATORIO: IL TOTAL METAL FESTIVAL SOTTO ACCUSA

La segreteria politica di un movimento cattolico critica fortemente la musica del Festival più atteso dai metallari. Tu che ne pensi?

1732899960.jpgRiflettori accessi sul Total Metal Festival, la kermesse musicale più attesa dai metallari pugliesi. Stavolta, però, a puntare l’occhio di bue non sono la critica o i fan scatenati ma la segreteria politica di Azione e Tradizione che provocatoriamente domanda: ‘il Comune e la Provincia di Bari patrocinano un concerto satanico?’
Il TMF è un evento musicale di settore, che dal 2002 raccoglie l’ampio consenso di tutti gli appassionati di sonorità metal. Nato a Giovinazzo, nell’ormai storico Stop Over Club, è cresciuto di stagione in stagione migliorando il programma, sempre più ricco di band d’alto profilo. L’edizione 2008 (in calendario il prossimo 20 settembre, ndr) conferma il carattere internazionale della rassegna ed ottiene il prestigioso palco del New Demodè di Modugno, il gettonatissimo live club della provincia. Per di più il TMF vede, per la prima volta, la consacrazione delle istituzioni – Comune e Provincia – che ne concedono il patrocinio. Aspetto alquanto controverso quest’ultimo: motivo d’orgoglio per lo staff, capo d’accusa per Azione e Tradizione.
“Fortissima indignazione” è il sentimento manifestato dalla segreteria politica del movimento politico cattolico, che non fa mistero del suo giudizio sull’evento, arrivando a definirlo una “carnevalata in salsa diabolica di pessimo gusto.” Al centro della polemica  c’è soprattutto la disapprovazione per la scelta delle amministrazioni di sostenere  una tale manifestazione, pervasa da “odio anticristiano, amore per satana e istigazione al suicidio.”
Chiare le motivazioni di una così forte presa di posizione: i testi degli ‘ospiti d’onore’ – definiti “satanisti rockettari” – sono “un continuo inneggiare a satana, a suicidi in senso propiziatorio ed allo spregio di Cristo.” I Deicide – il gruppo in questione – sono una vera leggenda della musica death metal, una delle band più amate e seguite, grazie soprattutto alla energia dirompente del leader Glen Benton. Ad ascoltarne i testi, invece, per Azione e Tradizione “c’é da restare inorriditi”. In una nota diffusa alla stampa, la segreteria politica cita un ritornello dal primo album edito: “Suicide sacrifice. Destruction of holy life. Blood of unholy knife. Satan I sacrifice” che in italiano significa “Suicidio sacrificale. Distruzione della santa vita. Sangue di coltello immondo. Satana, io sacrifico.”
Sotto accusa anche un’altra canzone facente parte dell’album “Once Upon The Cross” del 1995, nella quale “si invita esplicitamente ad uccidere il cristiano (“Kill the christian”). Il testo – si legge nel comunicato – recita anche: Armate delle tenebre unitevi. Distruggete I loro tempi e le loro chiese col fuoco. Dove nel suo mondo vi nasconderete. Condannati a morte. Unzione di Cristo.”
Non sfugge alla polemica un altro gruppo ospitato dal TMF, i  Clinicamente Morti “il cui chitarrista – si legge –  proveniva da un’altra formazione dal nome rassicurante: C.O.M.A.”
Azione e Tradizione affonda la lama anche sull’arte visiva, etichettando con un poco elegante “artista” virgolettato Enzo Rizzi, disegnatore e fumettista che collabora con i più prestigiosi heavy metal magazine dello stivale. Della sua matita il movimento politico critica non la capacità creativa ma la storia del personaggio che gli ha regalato notorietà: Heavy Bone, serial killer di rock star.
A somme tirate, Azione e Tradizione trova del tutto inopportuna la scelta di Comune e Provincia di patrocinare l’evento e pubblicamente ne invoca il ritiro. Qualche giorno fa la segreteria politica, nella figura di Giovanni Armenise, ha anche presentato una denuncia presso la locale Compagnia dei Carabinieri “per accertare i fatti segnalati” affinché si adottino “laddove si ravvisino ipotesi di reato, i più opportuni provvedimenti anche alla luce di quanto previsto dall’art. 18 Titolo II Capo I del T. U. L. P. S. (Il Questore, nel caso di omesso avviso ovvero per ragioni di ordine pubblico, di moralità o di sanità pubblica, può impedire che la riunione abbia luogo e può, per le stesse ragioni, prescrivere modalità di tempo e di luogo alla riunione) e dell’art. 82 Titolo III Capo I (Nel caso di tumulto o di disordini o di pericolo per la incolumità pubblica o di offese alla morale o al buon costume, gli ufficiali o gli agenti di pubblica sicurezza ordinano la sospensione o la cessazione dello spettacolo e, se occorre, lo sgombro del locale). ”

Chiara e forte arriva la risposta degli organizzatori dell’evento, che scrivono alla stampa una lettera riportata integralmente: “Spettabile redazione,
Nostro malgrado, negli ultimi giorni si stanno divulgando notizie errate o distorte riguardo l’evento musicale organizzato presso il Locale New Demodè di Modugno e denominato “Total Metal Festival”,che si terrà sabato prossimo, 20 settembre,
Sono state mosse verso l’evento accuse di blasfemia e, addirittura, di “Satanismo”.
L’organizzazione dell’evento respinge fermamente tali accuse, riservandosi ogni azione in sede penale per tali affermazioni, precisando che non s’intende sindacare la forma espressiva e artistica dei gruppi invitati ad esibirsi in concerto.
Si ribadisce, in ogni caso, che l’organizzazione dell’evento ripudia qualsiasi forma di violenza e di istigazione a gesti lesivi dell’individuo.
Corre l’obbligo di sottolineare che l’ascolto di un brano musicale “Heavy Metal” comporta, tra le altre cose, per gli appassionati, la stessa suggestione provocata dalla visione di un qualsiasi film Horror-Fantastico (ed infatti è di pura fantasia che si sta parlando), con la precisazione che, difettando della sensazione visiva, l’esecuzione del brano musicale risulta essere meno impressionante e traumatica.
Riguardo le infondate preoccupazioni di alcuni riguardo la possibilità di accadimento di disordini e di episodi di violenza durante la manifestazione, l’organizzazione sottolinea l’assoluta inconsistenza di tali preoccupazioni atteso che si è già provveduto, così come avviene usualmente per i concerti di notevole interesse e partecipazione, ad assumere un servizio di sicurezza interno, oltre che a richiedere un presidio delle forze dell’ordine che si occuperanno di monitorare l’evento per tutta la sua durata.
sarà cura ed interesse dell’organizzazione garantire un regolare e ordinato svolgimento dello spettacolo nel rispetto di artisti, pubblico e cittadinanza così come è sempre avvenuto fino ad oggi.
A nostro favore possiamo anche avvalerci della ottima reputazione di cui gode sia la nostra professionale agenzia, sia il festival stesso, giunto alla sua sesta edizione e che in quelle precedenti non ha registrato la benché minima irregolarità o disordine, rivelandosi un regolare e ben organizzato evento musicale, rinomato ed apprezzato in Europa,
Alcune testate giornalistiche, nonostante la grande responsabilità che gravi su di loro dovuta all’ampia diffusione, hanno pubblicato notizie capziose e lesive della nostra reputazione, definendo “Satanisti”, gli amanti della musica Heavy Metal e definendo “scandaloso” il patrocinio da parte del Comune di Bari del festival.
Tale interpretazione è frutto di una superficiale conoscenza della cultura musicale e di un pregiudizio che, nel tempo, ha riguardato finanche gruppi storici, di indiscussa valenza artistica, quali i Led Zeppelin o i Beatles!
Con la presente invitiamole redazioni dei quotidiani e dei telegiornali a cui è diretta, a dare massima diffusione a questa comunicazione al fine di evitare che siano alimentate false convinzioni e grossolane dicerie circa l’evento in oggetto.

Cordiali Saluti.Luigi Pisanello” 

 

Tu cosa ne pensi?


PROGRAMMA

20 settembre 2008
New Demodè – Via dei Cedri – Modugno – Bari

L’apertura dei cancelli è prevista per le 14:30.
A partire dalle 15:00 si esibiranno dodici gruppi.
 
Guest band 1    20 m    15:00 – 15:20
Guest band 2    20 m    15:30 – 15:50
CLINICAMENTE MORTI    30 m    16:00 – 16:30
PLASTER CASTERS    30 m    16:40 – 17:10
REALITY GREY    30 m    17:20 – 17:50
ROSAE CRUCIS    30 m    18:00 – 18:30
NEURASTHENIA    30 m    18:40 – 19:10
METHEDRAS    30 m    19:20 – 19:50
SCHIZO    40 m    20:00 – 20:40
SLOWMOTIONAPOCALYPSE    40 m    20:50 – 21:30
HATESPHERE    60 m    21:50 – 22:50
DEICIDE    90 m    23:20 – 00:50

Il costo del biglietto è di 15 €.
I Biglietti del Festival sono distribuiti in tutta Italia sui circuiti online bookingshow.com oppure voglioilbiglietto.it.

Il 20 settembre a  partire dalle ore 11:00 e fino alle ore 15:00, ogni 30 minuti circa, un bus navetta partirà da Piazza Aldo Moro (Stazione Centrale di Bari) per portare chiunque voglia usufruire del servizio direttamente al Total Metal Festival al New Demodè.
Tutte le persone che avranno usufruito del servizio all’andata potranno usufruirne al ritorno. Il minibus partirà ogni mezzora dal Demodè verso la Stazione subito dopo i concerti.
Il servizio costa soli 5 euro a persona.
Info bus navetta 333.65.99.784.
 

A cura di Marica Buquicchio e Federica Memoli


SPECIALE OSSERVATORIO: IL TOTAL METAL FESTIVAL SOTTO ACCUSAultima modifica: 2008-09-19T08:33:00+02:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

19 pensieri su “SPECIALE OSSERVATORIO: IL TOTAL METAL FESTIVAL SOTTO ACCUSA

  1. Ma che satanismo e satanismo! Ma non si rendono conto che questa protesta è solo una buffonata, siamo rimasti al medioevo dove una cosa fuorni la concezione cattolica è satana! Ma perfavore, l’italia è strapiena di problemi etici e morali che i politici fanno finta di non vedere, pensano invece ad una manifestazione metal, con tutti i problemi del sud e della musica nel sud, è inaccettabile una critica contro questo festival perchè con c’è nulla di satanico nella musica!!

  2. si e perchè non chiamiamo pure il boia…….ma che cavolate vanno sparando…..il metal è una musica come tutte le altre….c’è l’appassionato di hip pop e c’è l’appassionato di metal, il satanismo centra solo in casi specifici di gruppi che lo praticano ma si parla di una cerchia molto ristretta e che non tocca minimamente il t.m.f, e che viene snobbata anche da noi appassionati del metal SERIO……qua,piu’ che altro,il problema è la MENTALITà CHIUSA delle persone…….poi con tutti i problemi che ha litalia vanno a pensare a STE COSE……..e per concludere
    IO SONO METALLARO E CRISTIANO quindi nn facciamo collegamenti che nn centrano propio niente con la persona….. metal non è = a stanismo anzi………

  3. pienamente daccordo con Tomb…
    il Total metal Festival è un festival di musica e come tutti i festival di musica va Rispettato. Il metal è un genere musicale come un altro e gli spetta lo stesso “spazio” che è dato a tutti.
    Inoltre dall’accusa fatta si tende molto a generalizzare sia il contenuto delle canzoni metal, sia le idee e gli atteggiamenti del suo pubblico.
    Non tutte le canzoni metal parlano di “odio anticristiano, amore per satana e istigazione al suicidio”. Le canzoni “analizzate” evidentemente fanno parte di quella “fetta” che divulgano un certo tipo di messaggio, che primo potrebbe essere contenuto in canzoni di un qualsiasi genere e secondo che ognuno è libero di ascoltare oppure no.
    Parlando di coloro che ascoltano questo genere di musica, l’accusa è ancora meno fondata perchè molti di questi sono più credenti di quanto non lo sia uno che non ascolta metal.
    E comuqnue ognuno è libero di credere in chi gli pare…

    Per quanto riguarda la denuncia fatta alla compagnia dei carbinieri io ritengo che questi non siano problemi loro e vorrei ricordare che prima di questo ci sono stati centinaia di concerti metal e credo che nessuno abbia creato pericoli all’incolumità pubblica.

    Del resto sono d’accordo con Luigi Pisanello quando dice che: “Tale interpretazione è frutto di una superficiale conoscenza della cultura musicale e di un pregiudizio che, nel tempo, ha riguardato finanche gruppi storici, di indiscussa valenza artistica, quali i Led Zeppelin o i Beatles!”.

  4. che pesantezza con queste critiche…..ognuno prende ciò che vuole prendere dalla musica e dalla vita in generale.
    poi scusa ‘tomb’ criticate la redazione quando assume una posizione, criticate quando lascia pieno spazio ai commenti…… un lamento continuo…sei peggio del metal…

  5. Sono contento di essere cittadino di uno stato LAICO.I paesi teocratici mi spaventano.Non amo la musica metal, ma non si può contestare in toto un genere. Se credere in DIO o avere fede significa disquisire di queste banalità, preferisco temermi fuori dagli ambienti ecclesiastici…………….EXTRA ECCLESIA NULLA SALUS…………….DIO CI AIUTI!!!!!!!!!!!!

  6. Siamo alle solite…. come Tomb bazzico l’ambiente (!?) da ormai + di 20 anni (dico 20 anni) fra concerti organizzati, a cui ho assistito e chi più ne ha più ne metta: sono felicemente sposato con due bimbe e ad oggi pur avendo indossato jeans elasticizzati, chiodo e cianfrusaglie metalliche varie sono ancora vivo proprio in virtù del fatto che il METAL è ode alla vita, alla liberà (da non confondere col libertinaggio), all’autarchia, al pensiero, al rispetto…. Non diciamo amenità…. per cortesia! La cosa che mi lascia dilinguito è che questa gente trova anche il tempo per masturbazioni mentali che la porta ad esporre anche una denuncia…. Cribbio… NONCEPOSSOCREDEREEEEE…. MARIAAAA!!!

  7. a me un gruppo che si chiama “deicide”, qualsiasi cosa abbia dietro e qualsiasi cosa poi voglia effettivamente dire, fa letteralmente schifo.
    posso dirlo liberamente?
    oppure la libertà esiste, ma solo quando fa comodo?
    poi giovanni armenise è in realtà gianvito armenise e ricordo a tutti coloro che non dovessero saperlo che il movimento azione e tradizione, ispirato al leggendario e tenace modugnese pino tosca (un riferimento importantissimo per tutta la destra tradizionalista italiana), si è sempre contraddistinto per battaglie rilevanti e meritorie come, ad esempio, quella contro la centrale termoelettrica, un argomento di cui poco si parla anche da noi, eppure dovrebbe riguardarci…

  8. A marino pagano
    Innanzitutto ti saluto, visto che ci conosciamo. Il fatto che non ti piaccia questa musica è perfettamente legittimo, figurati; neanche a me piacciono queste pagliacciate. Ma qui si sta parlando di un altro fatto. Qui si parla di un tentativo di odiosa censura. Perchè i convincimenti religiosi di questi signori dovrebbero impedire a ragazzi a cui piace questa musica di divertirsi? Non lo trovo giusto. Se a loro non piace, o si sentono offesi, non ci andassero semplicemente, come non ci andrò io, visto che non mi interessa.

  9. ma perchè io ho parlato per caso di censura?
    non condivido, se per questo, nè i toni eccessivi nè l’ipotetica censura chiesta dal movimento.
    dico ipotetica perchè, in realtà, lì ci si interroga -certo con parole forti, ma la moderazione linguistica e il buonismo semantico non fanno parte del linguaggio di azione e tradizione- più che altro sul patrocinio dato dalle istituzioni, della serie “fatelo pure ‘sto concerto, ma per i fatti vostri, lasciando stare comune e provincia”…
    io sono intervenuto solo per dire la mia sulla valenza poco angelica o serafica dei testi, dello stile, delle parole di certi gruppi, non per sposare integralmente a priori la causa di armenise e dei suoi ragazzi (sì, perchè a condividere le sue posizioni, di solito, ci sono tanti giovani e non certo dei bacucchi bigotti come qualcuno vuol far credere).
    chiaro che ognuno poi, fin quando non fa del male all’altro (e ben venga la chiarificazione in merito dei responsabili dell’evento), può fare e dire quel che vuole, anche se la violenza di certe parole a me fa comunque impressione.
    ciao, amico el barto (chissà chi cacchio sei; non vorrai mica costringermi a spremere le meningi per un’ora -e magari anche più- alla ricerca della tua vera identità? guarda che, se mi ci metto, ci riesco… scherzo e buona giornata!)

  10. Nessuno consce il Business Musicale?
    é un pò come la percentuale charme della TV.
    Quindi se un gruppo ha tali comportamenti (vedi Decide o Marilyn Manson) e per incassare più vendite sui cd ( Ovviamente questi gruppi hanno già tutto) perchè dovrebbero inneggiare a satana?
    E poi scuate fino ad ora il TMF sono 7 anni che esiste, e non mai successo nulla! L’anno scorso vennero i Dark Funeral e nessuno disse nulla, si vede che qualkuno a qualche screzio con i DECIDE!

Lascia un commento