SPORTING CLUB, RIPESCAGGIO IN SERIE D

Entusiasmo per la buona notizia ma è polemica con l’amministrazione. Nessuna attenzione ricevuta, nè con la vecchia, nè con la nuova.

224374068.jpgSono entusiasti il presidente dello Sporting Club Basket Bitonto, Vito Lavacca, ed il dirigente Francesco Bove, dopo la notizia del ripescaggio del club bitontino, che parteciperà al campionato di serie D. “E’ estremamente gratificante – esordisce il dirigente Bove – per chi, come noi, da cinque anni lotta per far emergere la pallacanestro a Bitonto, aver portato la squadra in serie D. Questo ripescaggio è frutto della determinazione della dirigenza, che ha fortemente voluto il salto di categoria, meritato anche dal punto di vista sportivo”. La squadra infatti ha chiuso lo scorso campionato al primo posto, essendo costretta a disputare i playoff, senza fortuna, a causa della peggior differenza canestri.
La squadra non subirà stravolgimenti – dice il presidente Lavacca – sia perché crediamo fermamente nel gruppo che ha fatto più che bene lo scorso anno, sia perché il ripescaggio è arrivato a pochi giorni dall’inizio del campionata e non credo ci sia il tempo materiale per cercare rinforzi.
Ci piacerebbe però – continua il presidente – che la società riceva le attenzioni dell’amministrazione comunale, cosa che non è avvenuta né con la vecchia né con la nuova, così come avviene per altri sport. Quest’anno disputeremo la serie D, proprio come l’U.S. Bitonto, ma non ci vengono date le stesse possibilità. La squadra, infatti, è costretta ad allenarsi in un campo non regolamentare, né in superfice, né in dimensioni – il campo in questione è quello dei SS. Medici, ndr – ma allo stesso tempo viene data alle squadre giovanili di calcio, sport che si pratica notoriamente all’aperto, la possibilità di utilizzare le palestre delle scuole, che quasi sempre hanno campi da pallacanestro, per gli allenamenti, togliendo spazio a chi ha la necessità di giocare al chiuso”.
Per quanto riguarda il pubblico, – commenta Francesco Bove – la pallacanestro è vista come uno sport minore, quasi di nicchia, e ci si ritrova – come nello scorso campionato – a giocare davanti ad amici e parenti anche quando la squadra va bene. Durante le trasferte di questi anni, abbiamo visto realtà molto più piccole di Bitonto, come Terlizzi o Giovinazzo, che riuscivano ad avere un palazzetto gremito di gente, col pubblico che diventava il famoso sesto uomo in campo. A Bitonto – purtroppo – non è così, la gente prefesrisce seguire seguire calcio e volley, e vi garantisco che nelle gare casalinghe è mortificante per la squadra giocare in un palazzetto vuoto”
Ma l’attenzione del presidente Lavacca è necessariamente focalizzata sulla squadra giovanile “E’ nostro interesse – dice Lavacca – avvicinare i giovani al mondo dello sport innanzitutto, e del basket in particolare, sia per togliere i ragazzi dalle strade, compito di ogni società sportiva giovanile, sia per far conoscere alla comunità bitontina una realtà sportiva per troppo tempo sottovalutata”.
A questo punto non resta che sperare in un intervento concreto dell’Amministrazione, considerando il fatto che non è rimasto molto tempo. Infatti, lo Sporting Club esordirà in campionato sabato 27 Settembre nella ostica trasferta di Ruvo, per quella data si spera che tutto sia risolto.
L’invito che la società estende alla cittadinanza è quello di non snobbare il quintetto bitontino, che può regalare soddisfazioni alla pari delle altre realtà sportive cittadine, a maggior ragione se supportato da un pubblico caloroso.

Arcangelo Devanna
SPORTING CLUB, RIPESCAGGIO IN SERIE Dultima modifica: 2008-09-17T08:15:00+02:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “SPORTING CLUB, RIPESCAGGIO IN SERIE D

  1. Assessore Ragno dov’è?
    Possibile che bisogna coprire di attenzioni solo determinate Associazioni Sportive?
    Il campionato di serie D di Basket non è un vanto, forse, per Bitonto?

    Io la conosco e so che se vuole può prendere a cuore anche il grido di dolore dello Sporting Club.
    Lei stesso, tante volte, ha detto che lo Sport va incentivato.

    Non mi deluda!

  2. Dov’è lo sport a Bitonto?
    Vorrei commentare ancuni miei ricordi….
    Volley femminile seria A
    Calcio femminile serie A
    Atletica vari campincini a livello nazionale
    Basket serie D
    Karate diversi atlei a livello nazionale
    Ciclismo anche lì atleti a livello nazionale
    …………… scusate se non ricordo altri.
    SPORT MINORI ??????
    NON MI SEMBRA
    Attualmente sono in giro fuori dalla nostra bella cittadina nolti altri nostri atleti che per motivi legati alla carenza delle strutture oppure alla mal gestione delle strutture comunali ( vedi situazione dell Sporting Club Bitonto società di pallacanestro che per ben 35 anni opera nella cittadinanza senza avere uno straccio di struttura per poter disputare i suoi campionati federali e giovanili- l’unica struttura che Bitonto ha per poter praticare il basket è la ex scuola media Rutigliano, dove attualmente è vietato far entrare la pallacanestro per presa di posizione di altre società sportive che possono effettuare le loro attività presso altre palestrine-).
    Lo sport minore ha diritto , quanto il calcio, di vivere e di far emergere i loro ragazzi .
    La vecchia amministrazione era sorda ai bisogni ma pare sia sorda pure questa.
    Un buon “in bocca al lupo” per quelle attività che elevano la qualità della vita dei nostri figli.

  3. Basti vedere ke quest’anno per ” incentivare ” lo sport a bitonto al palazzetto è anke aumentata la quota di affitto all’ora della struttura!

    Da precisare che il palazzetto come tutta la struttura del mariacristina è a gestione provinciale

  4. BISOGNA RICORDARE AI NOSTRI CARI CONCITTADINI SPORTIVI ED AI CITTADINI CHE PAGANO LE TASSE CHE DA DIVERSI ANNI LE AMMINISTRAZIONI CHE SI SONO SUCCEDUTE (ANCHE L’ATTUALE) DA I NOSTRI SOLDI SOLO AL …. CALCIO … ( MOLTI EURO) e …..RIVOLVE SOLO I LORO PROBLEMI

    UNO SPORTIVO VERO

  5. una ridposta al caro MICHY…..
    Cosa significa BUSSARE……BUSSARE…..???
    A me suona di una certa vecchia politica clientelare che chi ha amici va avanti ed ottiene quacosa?
    Lo sport non è questo.
    Lo sport è SACRIFICIO….AMORE …DIVERTIMENTO …ed anche ORGANIZZAZIONE e PROGRAMMAZIONE delle attività ( per quelle società sportive che tentano di dare un taglio professionale) .
    Qua NON SI PIANGE, ma si cerca di COINVOLGERE delle istituzioni che devono fare la loro parte, esse sono state mandate da noi per rispondere a dei bisogni della nostra città che deve emergere e farsi conoscere per le cose positive ……

Lascia un commento