SICCITÀ, L’IMPEGNO DELL’ASSESSORATO ALLE ATTIVITÀ AGRICOLE

Un nuovo pozzo artesiano e la ricerca di finanziamenti per opere infrastrutturali

1427549757.JPGVicesindaco ed assessore alle attività agricole, Domenico Damascelli legge il problema siccità nella sua complessità. “Al di là di tutti gli interventi che un Comune può fare – dice – il problema ha dimensione strutturale e riguarda l’intera comunità. Stiamo parlando di grandi opere che un bilancio comunale da solo non può sostenere.”
La posizione dell’assessore è molto critica soprattutto nei confronti dei Consorzi Pubblici di Bonifica, enti preposti sotto la sorveglianza regionale, che in Puglia – e in quasi tutto il Mezzogiorno – non hanno lavorato come dovevano, non veicolando cioè notevoli risorse verso quegli interventi infrastrutturali (invasi, canali, etc) che si rendono necessari in una terra ammalata di disertificazione.
Damascelli non fa però dietrofront: su sua spinta, il Comune sta intraprendendo le strade di finanziamenti congrui ad interventi notevoli. “Ho presentato un progetto per l’Area Vasta e ce ne sono molti altri in via definizione.”
“Faremo anche un nuovo pozzo artesiano – promette – e sto pensando ad un modo diverso di gestione delle risorse.” La proposta dell’assessore sarebbe di far assumere dal Comune – come fa la stessa Regione – lavoratori stagionali. Il limite di spesa per il personale, purtroppo, ed il Patto di Stabilità non lo consentono, vincolando l’ente a dare in out source la gestione dei pozzi. Questione spinosa – questa – che non pochi pettegolezzi su presunti debiti e cattiva amministrazione pubblica ha alimentato in passato.

Marica Buquicchio

SICCITÀ, L’IMPEGNO DELL’ASSESSORATO ALLE ATTIVITÀ AGRICOLEultima modifica: 2008-09-08T05:19:15+02:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento