BARI, UN PAREGGIO DAL SAPORE DI BEFFA

Alla rete in apertura di gara di Volpato risponde nel finale il triestino Allegretti . Unica nota positiva il ritrovato entusiasmo tra i tifosi baresi.

260243926.JPGAlla fine gli unici ad esultare saranno i tre tifosi triestini giunti sino a Bari per seguire la loro squadra. Nella prima giornata di campionato la squadra friulana strappa al “San Nicola” un importante paraggio che, sin da ora, potrebbe rivelarsi utile ai fini della classifica finale. Tanto rammarico invece per i giocatori guidati da mister Conte che non hanno sapute concretizzare al meglio le tante occasioni create.
Pronti via ed al quinto minuto il Bari si porta subito in vantaggio con un’azione sviluppatasi da calcio d’angolo: l’argentino Donda crossa in area e il nuovo acquisto Rey Volpato insacca alle spalle del portiere avversario con un preciso colpo di testa. La rete accende l’entusiasmo tra i tifosi del capoluogo pugliese che dopo un lungo periodo di contestazione sono ritornati a riempire la curva nord, cuore del tifo bianco-rosso.
Il primo tempo scivola via con il Bari che non fatica a contenere le scorribande del nigeriano Eliakwu e rendendosi pericoloso con le incursioni del brasiliano Barreto e un paio di punizioni dell’ex messinese Parisi.
La seconda frazione di gara riparte sulla falsa riga della prima: la squadra biancorossa sembra amministrare il risultato con autorità sfiorando il raddoppio con due ghiotte palle gol non sfruttate al meglio dal brasiliano Barreto. Quando la gara sembra essersi incanalata sul viale della vittoria per i bianco-rossi ecco, improvvisa, la doccia fredda pei i sostenitori baresi: il capitano degli alabardati Allegretti, su calcio di punizione, disegna una perfetta traiettoria che si insacca alla sinistra dell’angolino sinistro della porta difesa da Gillet, quasi inoperoso fino a quel punto, riportando il risultato in parità.
Il Bari si riversa in attacco alla ricerca della vittoria, ma a causa della sterilità degli attacchi, della stanchezza dovuta alla mancanza del ritmo partita, dei cambi non incisivi ed anche ad un terreno di gioco in non perfette condizioni le due squadre non riescono a capovolgere in proprio favore il risultato. Al fischio finale i tifosi hanno saputo apprezzare lo sforzo dei propri beniamini salutando la loro uscita dal terreno di gioco con scroscianti applausi. Unica nota negativa per i galletti è l’infortunio occorso al brasiliano Barreto (per lui si parla di distrazione muscolare alla coscia destra) a cui l’acquisto in extremis del nuovo attaccante proveniente dal Pisa Corrado Colombo tenterà di porre rimedio.
La prossima giornata, (si giocherà di domenica alle ore 15 per lo stop della Serie A dovuto alle partite della nazionale), prevede il match in trasferta del Bari sul campo del Frosinone guidati dall’ex Santoruvo, che tuttavia non sarà presente alla sfida contro la sua ex squadra a causa dell’espulsione rimediata nella partita inaugurale della sua nuova squadra. I bianco-rossi guidati dall’ex allenatore Maran giocheranno in casa la gara con l’Avellino.
Pur essendo la prima giornata è emerso come la società pugliese abbia condotto una buona campagna acquisti, e il record di oltre 5000 abbonamenti ne è la prova, con l’intento di continuare il buon lavoro iniziato da Conte durante la seconda parte dello scorso campionato, con l’obiettivo dichiarato di condurre un campionato ai vertice della classifica. Resta il rammarico per non aver regalato ai circa 12.000 sostenitori che hanno affollato il “San Nicola” una vittoria che avrebbe portato ancor più entusiasmo tra i sostenitori bianco-rossi, da sempre molto vicini alla propria squadra. Con 41 gare ancora da giocare tutto può ancora succedere.

Michele Rienzo
BARI, UN PAREGGIO DAL SAPORE DI BEFFAultima modifica: 2008-09-03T08:45:34+02:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento