PUBBLICATO IL MANIFESTO DI PROTESTA DEL CENTRO SINISTRA

Le accuse investono il Sindaco ed il Presidente del Consiglio Comunale. L’Italia dei Valori non sostiene l’iniziativa.

Dopo l’abbandono dell’aula consigliare del 25 giugno scorso, le forze di opposizione avevano promesso un manifesto “duro” di protesta contro l’atteggiamento del sindaco, Raffaele Valla, e del presidente del consiglio comunale, Nicola Tarantino, accusati di non voler favorire l’instaurarsi delle condizioni di un dibattito democratico nell’emiciclo appena eletto.
Il manifesto è stato concepito la stessa sera del 25 nella sede del PD e poi rifinito con il contributo delle altre forze di opposizione riunite nella rimostranza: Partito Socialista e liste civiche Riformisti e Laboratorio. Resta, invece, fuori Italia dei Valori, che pur avendo creato con il PD il cartello elettorale che sosteneva il candidato Rossiello al primo turno, non condivide la forma e soprattutto la durata di questa forma di protesta che nei fatti sta bloccando l’avvio dei lavori per tutti i membri del consiglio. Sebbene numericamente la maggioranza potrebbe procedere autonomamente alla nomina dei membri delle varie commissioni consigliari, infatti, si sta astenendo dal farlo perché “galateo politico” vuole che la composizione delle stesse sia frutto di un accordo condiviso tra le varie forze.
Il manifesto, molto scarno graficamente, chiarisce immediatamente che i punti del famoso discorso del sindaco del 10 giugno sono alla base della serrata dell’opposizione, frasi che più volte hanno fatto ripetere ai rappresentanti della minoranza, Franco Natilla e Giovanni Rossiello in primis, di essere stati offesi nella loro dignità sia politica che personale. A proposito il manifesto sentenzia:“tali frasi, offensive e oltraggiose, hanno costretto i consiglieri di minoranza ad assumere atteggiamenti tanto estremi tanto necessari”. Nel documento, poi, viene ribadita la “non volontà del Sindaco a rimuovere gli ostacoli” (chiedere pubblicamente scusa, ndr).
Novità del manifesto, rispetto alle posizioni conosciute, è la critica avanzata al Presidente del Consiglio Comunale, invitato ad “abbandonare gli atteggiamenti di parte”.
Nonostante i timidi tentativi, che da qualche parte si stanno facendo per far ritornare la calma, il clima politico bitontino è ancora avvelenato, nervoso e tumultuoso. I cittadini iniziano ad infastidirsi, non comprendendo appieno le ragioni della querelle e il distacco dalla politica, anziché ridursi, aumenta.

Francesco Paolo Cambione
PUBBLICATO IL MANIFESTO DI PROTESTA DEL CENTRO SINISTRAultima modifica: 2008-06-30T08:45:00+02:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

38 pensieri su “PUBBLICATO IL MANIFESTO DI PROTESTA DEL CENTRO SINISTRA

  1. Carissimi signori della minoranza, se per un attimo tornassimo al giorno del primo consiglio comunale, il consigliere Natilla al posto di fare tutta quella montatura, avesse detto: “noi della minoranza abbiamo quache dubbio sulla ineggibilità del sindaco, e stiamo facendo le nostre ricerche in sedi appropriate”, e quindi non interropendo i lavori del consiglio, oggi signori consiglieri avevate fatto qualche passo in piu per la nostra vecchia Bitonto che ha voglia di ringiovanirsi, come è successo nel vostro consiglio, quindi chiedo un invito, se ci sono dei dubbi, fate si che siano gli avvocati a vedere questo, ma muovetevi tutti, compresi quelli della maggioranza ad labvorare per noi.grazie da un bitontino che ha votato per la libertà e per la ricrescita di Bitonto.

  2. Scusate ma quando inizia questa emiciclo? Ma è possibile che dopo le votazioni è venuto il dubbio a qualcuno sulla ineggibilità del sindaco? Non sarebbe stato meglio accertarsene prima? Ora il popolo bitontino ha scelto il suo sindaco e la sua giunta e lasciatela lavorare in pace.

  3. non lo so xkè guarda caso a sentirsi tanto offesi siano il prof.giovanni rossiello…e il consigliere natilla….xxxxx….ma dovete accettare la dura realtà ke è quella ke voi siete in minoranza e purtroppo nn potete più….lo so professore ke è si è sentito offeso dal sindaco…ma cosa ci può fare se ha detto solo la verità??è vero ha esagerato …lui essendo sindaco nn dovrebbe farsi prendere da tali atteggiamenti…però…èLA PURA REALTà!E quanto a lei signor.natilla lo so ke fa tanto male essere all’opposizione dopo ke lei per anni è stato nel centrodestra…ha sbagliato proprio l’attimo x cambiare d’improvviso le sue ragioni politiche…io faccio solo un appello a queste forze di minoranza….lasciate da parte le offese ke DITE di aver ricevuto….e collaborate x la città di bitonto ..ke ha bisogno specialemnte in questo momento…nn di dichiarazione e reazioni a dichiarazioni..ma di fatti concreti per risollevare la nostra città da un degrado ke vedo sempre + vicino ……grazie ……un apolitico

    commento parzialmente cancellato ai sensi dell’articolo 6 del regolamento

  4. ripropongo una canzone molto in voga in questo periodo

    No, non puoi sempre vincere! (no, mai!)
    No, non puoi sempre vincere!
    Tu non devi odiarmi se lei vuole bene a me
    capita ogni giorno quello che è successo a noi!
    Bisogna saper perdere!
    Bisogna saper perdere!
    Non sempre si può vincere
    ed allora cosa vuoi?
    Se tra noi due avesse scelto invece te,
    ora te lo giuro che in silenzio sparirei!
    Bisogna saper perdere!
    Bisogna saper perdere!
    Non sempre si può vincere
    come vuoi e quando vuoi.
    Quante volte, lo sai si piange in amore
    ma per tutti c’è sempre un giorno di sole!
    Io non ti vorrei vedere piangere così,
    non è mia la colpa se non vuole dirti sì!
    Bisogna saper perdere!
    Bisogna saper perdere!
    Non sempre si può vincere
    ogni volta che tu vuoi.
    Quante volte, lo sai si piange in amore
    ma per tutti c’è sempre un giorno di sole!
    Tu non devi odiarmi se sorridere non sai
    dammi la tua mano siamo amici più che mai!
    Bisogna saper perdere!
    Bisogna saper perdere!
    Non sempre si può vincere
    e allora cosa vuoi?
    (No, non puoi sempre vincere!)
    Bisogna saper perdere!
    Bisogna saper perdere!
    Bisogna saper perdere!

  5. certo però non pensavo che certe persone fossero così sensibili
    non vorrei che ora avessero pure gli incubi la notte e facessero la pipì a letto
    ………..maestra, maestra, vedete a quello che mi ha detto che ho le orecchie a sventola…………..mo chiamo a papà…………….oh eddai e basta……………

  6. a vox populi
    una canzone più azzeccata non la potevi trovare.
    Questo manifesto di protesta è buono solo per incartare il pesce. Proprio Natilla e Rossiello si lamentano. Sono proprio loro 2 che devono chiedere scusa, ai bitontini prima e poi a Valla.
    Questo manifesto agli occhi dei bitontini li renderà ancora più ridicoli

  7. Ero sotto l’ombrellone a godermi una domenica al mare, quando un amico mi ha riferito delle ultime novità all’interno del PD. Mi ha raccontato che Martedì il coordinamento voterà il coordinatore bitontino del partito. Modalità? Semplice: il gruppo Procacci ha un candidato, il gruppo Sannicandro ha un candidato, il gruppo Ciccarone-Scaraggi ne ha un altro, i DS ne hanno un altro.

    Due mesi di approfondite analisi della sonora sconfitta per partorire lo stesso schieramento di partenza delle primarie di fine febbraio?
    Sono rimasto a bocca aperta per così tanto tempo che probabilmente vi saranno entrati diversi insetti ma il mio stato catatonico ha creato anche un effetto anestetico da non farmi sentire più niente.

    MA stiamo scherzando? Ditemi che non è vero! Convincetemi che il mio amico mi ha giocato uno scherzo della domenica e che non è una notizia da “Cuore” (chi leggeva satira di sinistra ricorda ancora il bellissimo settimanale di colore verde diretto da Serra e Sabelli Fioretti …..).

    Se è tutto vero allora va benissimo la battuta finale di un famoso film con Lino Banfi. E nonostante loro negheranno, noi dobbiamo dimostrare che non stiamo a guardare.
    Si parla tanto di cambiamento, parlando tanto di “democrazia violata” in consiglio comunale e poi mettono un piedi una simile carnevalata giusto per dire in giro che adesso c’è un coordinatore?
    E il cambiamento, e l’innovazione, e la rinascita?
    Nulla, non hanno capito niente e così come molti altri amici elettori temevano, non hanno fatto tesoro della sconfitta e continuano ad andare avanti come prima.
    Spero che alla prossima qualcuno finalmente si renda conto che così non si può andare avanti.
    Verranno a spiegarci che le innovazioni ideologiche nella distribuzione funzionale delle fantasmogoriche basi su cui si basa il più grande bluff della politica italiana dei tempi della costituente prevedono proprio questi passaggi per “innovare nella continuità” e dare alla sinistra italiana una prospettiva unitaria e vittoriosa.
    Ci fosse Max Gazzè non avrebbe dubbi: “.. ma andate a …… voi e le vostre bugie”

    Io oramai sono sfiduciato, sarà una settimana triste. La montagna ha partorito il topolino. anzi probabilmente è sterile e sarà un gravidanza isterica!

  8. si continua a fare un gran parlare di queste frasi-accuse infamanti ed offensive espresse da una parte e dall’altra dell’emiciclo…chiedo scusa se mi sono persa qualche passaggio….ma si possono chiarire ad litteram QUALI son queste frasi? altrimenti noi non abbiamo cognizione di causa.
    canaruto, a te vorrei dire che mi dispiace che ti sia rovinato la giornata a mare ma non dovevi permettertelo, perchè in fondo non c’è niente da meravigliarsi, ma nel senso buono lo dico, senza sarcasmo. innanzitutto due dei quattro esponenti politici che hai nominato sono di nuova generazione, poi evidentemente nessuno dei quattro da te nominati impersoneranno il candidato bensì le loro espressioni. quindi prima di commentare, aspettiamo i nomi. altra considerazione di carattere generale, a me il concetto di “nuovo” a tutti i costi spaventa, la freskezza sia anagrafica che di esperienza non può rappresentare la conditio sine qua non, l’unico criterio che sta alla base di tutte le scelte, al contrario penso che un minimo di esperienza, di sagacia, preparazione sia gradito in tutti gli ambienti. e poi stiamo parlando di una parte politica che non si è mai distinta per coraggio, per capacità di fare scelte estreme ma ha sempre mantenuto un atteggiamento rassicurante, così come chiedono i suoi elettori. ed è giusto che sia così. ti sta parlando una elettrice che spera in un altro autogol del pd bitontino. buona giornata a tutti.

  9. E così da uno strano amplesso viene fuori una gravidanza e quindi una partoriente: nasce il nuovo segretario o coordinatore che avrà il compito di far risorgere dalle ceneri il PD.
    Ragazzi non è questo il modo o il metodo di risorgere, nè tanto meno sono i ReD o le Quarte Fasi.
    Si deve tornare a camminare pancia a terra, si deve tornare a interrogare il popolo, devono essere interrogate le diverse categorie, devono finire le autoreferenzialità, bisogna tornare ad essere umili, bisogna ripartire dall’umiltà che ha fatto grande la sinistra a Bitonto.
    Si tratta di lavare il bidone, esaminare chimicamente le scorie e verificare la provenienza degli eventuali veleni.
    Si prenda atto che si è chiuso un ciclo e che, per riaprirne un altro, o va fatto qualche sacrificio.
    Bisogna fortemente e anche furiosamente incazzarsi per gli errori fatti, soprattutto negli ultimi cinque anni, quando non si compreso che l’era Pice era al capolinea e quando non sono stati letti attentamente i risultati delle ultime tornate elettorali che davano i DS in paurosa decozione.
    Da questo si deve ripartire.
    Dovete fare finta(?) che il PD non esiste più.
    Immaginate la non esistenza del Porcellum, l’attuale legge elettorale,che ha letteralmente regalato l’elezione a qualcuno, oggi vi sareste ritrovati pure senza senatore.
    Se non partite da queste riflessioni, strada non ne fate.
    E io sono d’accordo con chi dice che la colpa della sconfitta amministrativa della sinistra a Bitonto non è dovuta all’aria nazionale, ma alla miopia, se non alla cecità dei vostri opinions leaders che non hanno avuto le antenne giuste per percepire quello che stava accadendo a Bitonto.
    Mettete insieme un pò di queste riflessioni, chiedete a chi frequentava i vostri comizi e quelli del centro destra , dov’era la differenza, dov’era il segreto della massa che accorreva ai comizi del centrodestra e dei pochi che frequentavano i vostri.
    Ma si può avere un leader sia pure in caduta libera come D’Alema a tenere in Piazza Moro il comizio e il Sindaco Pice a Palazzo Gentile a esporre il rendiconto di dieci anni di Amministrazione?
    Di cosa vi dovevate vantare sulle Piazze, se non di quello fatto da Pice?
    Del resto se non foste stati d’accordo con Pice potevate tranquillamente dirglielo in faccia, magari in Consiglio Comunale, così si andava prima al redde rationem.
    Ora la frittata è stata fatta.
    Si deve ripartire.
    Da zero.
    Il vostro oggi è un cantiere non ancora autorizzato.
    Bisogna trovare tutto, dal manovale al capo cantiere, dalle attrezzature a tutto il materiale occorrente.
    Una sfida durissima, ma esaltante.
    Buon lavoro.

  10. ridicolo …a dir poco ridicolo ….direi comico,l’atteggiamento di questa minoranza della minoranza e io aggiungerei della minoranza!
    si parla di legalita e di rispetto,ma qualcuno si ricorda l’invettiva del stranamente sempre corretto e a modo)prof Paciullo contro damascelli nell’ultimo consiglio quando fu attaccata la persona,la sua politica la sua sensibilità!io ricordo ancora le frassi del tipo ” stupido”…”io vado via da vivo tu lo farai da morto”….”chi ti dice che sarai eletto”o le ripetute volte in cui l’educatissimo Pice diceva”ma stai zitto” “che capisci”e per dieci anni si potrebbe andare avanti per intere pagine!Guardate ….e penso di nn essere smentito la legalità in molti casi è stata dimenticata da questa minoranza della minoranza …quando si assumono dipendenti comunali vicini ad assessori quando ditte appaltatrici che vengono da lontano e che hanno nel loro organico figli di potenti vincono gare nella nostra città e si assumono amici di amici per poter svolgere i lavori e si pensa anche a potenziare questo organico ampliando la vergogna!la legalità manca quando mogli di potenti sfruttando una (bò come)mobilità….vengono assunte come dipendenti comunali!la legalità manca quando a lavorare alla piscina vanno amici di amici e quando con bandi fatti su misura lavorano solo alcune coporative perchè generi di suoceri famosi…..la legalità manca quando un amministrazione si insedia e nelle casse comunali trova la polvere perchè negli ultimi consigli straordinari a suon di maggioranza sono stati spesi tutti i soldi di un bilancio nn proprio!

    CARA SINISTRA SE SCUSE CI DEVONO ESSERE …NOI CITTADINI ASPETTIAMO LE VOSTRE CHE CI SONO DOVUTE PERCHE’ DI LEGALITA’ E FACILE SCIACQUARSI LA BOCCA MA DI UMILTA’ E DIFFICILE FARSI UN BAGNO

  11. Antera …. hai fatto centro!!!!! il punto è proprio questo! Non gestiscono PIU’ NULLA!!! E FA MALE, BRUCIA!!! Ed ecco che la minoranza CHIEDE legalità e rifiuta il VERO DIBATTITO nell’alveo naturale della dialettica, dello “scontro” ed incontro POLITICO! e se ne sta a casa. Sulla “PESCARA” (e non chiamate la “pescara” AVENTINO!)
    acqua, pane e cipolla

  12. noto con rammarico che anche questo post si sta riducendo a parlare dell’abbandono dell’aula e non dei problemi veri che attanagliano il centro sinistra bitontino. Sembra quasi che qualcuno punti a sviare la discussioni sulla esteriorita’ degli atteggiamenti ed evitare di affrontare i fatti seri, il futuro del PD e le feroci lotte per prenderne il potere sulla falsariga delle diatribe tra i nobili romani nell’eta’ della decadenza…

  13. Ritengo che i commenti di critica o di plauso diretti al centrosinistra riguardino nettamente l’abbandono dei lavori consiliari!
    Anzi forse sarebbe fuori contesto qualsiasi post nel quale ci si auspicia l’intervento di Santi o Madonne per ricostruire il PD bitontino.
    Il manifesto affisso è condiviso da tutti gli iscritti del PD? o è solo la manovra di qualche esponente consigliere del PD?
    Aspetto risposte! grazie anticipate

  14. ritengo che l’atteggiamento della parte piu navigata della sinistra, che poi genera condizionamenti su tutti gli altri colleghi sia indice di immaturità politica e di irresposabilità! in questo modo sono ostaggi di loro stessi e delle magre figure che stanno facendo.tutti sanno che nel corso di questi anni sono stati fatti abusi di potere oltre misura. Le radici del clientelismo penetravano in ogni tessuto della società condizionando, promettendo, illudendo fino all’ultimo momento,furono chiamati quei disperati delle cooperative non per parlare di coperative ma di chi votare per ottenere le coperative!

    LA LEGALITAAAAAAA’ MA P FAVAUR

  15. premesso che mi piace qllo che dice antera, io ritengo che a bitonto la politica funzioni come il calcio..la mia squadra del cuore è la juve?bene, Moggi non esiste, la stampa si è inventato tutto, non è possibile che abbia potuto vincere con tangenti e raccomandazioni…….funziona esattamente così anche per la sinistra bitontina (no che per la destra non sia lo stesso, ma oggi a bitonto si può solo giudicare la sinistra).
    la sinistra ha commesso errori indicibili a bitonto…e si è macchiata di colpe ben più gravi agli occhi della cittadinanza tutta…
    cerchiamo di essere obiettivi…..la politica è una cosa, ma bitonto è un’alta…intelligenti pauca.

  16. Sono elettore assolutamente convinto del PD e sono nauseato della faziosità della maggior parte degli interventi di marca./”valliana”.
    Continuate a parlarvi tra voi!!!……………..
    Consiglieri di minoranza avete la mia solidarietà.
    Siate accorti, questi vogliono mettere le mani sulla città.

  17. Utente Vito,
    tu che vedi solo interventi pro valla e, quindi, sei giustamente “nauseato”, ci fai un quadro della situazione all’interno del PD a 24 ore alla elezione del nuovo coordinatore?
    così cgiusto per capire quanto gli altri voglio mettere le mani sulla città e quando alcuni del PD (non tutti grazie a Dio) rosicano per essersele viste togliere.

    Vito in questo post ho cercato di portare la discussione sull’analisi della situazione (grave) del PD. ma secondo me tra qquelli che continuano ad alzare il tono della polemica ci sono militanti PD che puntano a distrarre gli sguardi dai problemi veri. E’ una convinzione che nessuno mi toglie.

  18. Ma tu elettore pentitissimo del PD, quando accadevano le marachelle di cui parla Antera dov’eri?
    Ma tu elettore pentitissimo del PD, sai che a Bitonto non ha vinto il centro destra puro, ma la sinistra centro destra?
    Ma tu elettore pentitissimo del PD, sai che in questa maniera non ti purifichi l’anima?
    Oppure tu elettore pentitissimo del PD, sei tra quelli che spinge per salire sul carro del vincitore?

  19. Vorrei ricordarVi ciò che Polimark aveva scritto lo scorso 20/05 su questo blog, riguardo a un bilancio della amministrazione Pice : “…per me i fatti sono legati ad uno sviluppo edilizio che la nostra città aspetta inesorabilmente da anni. E quindi all’indotto creato da uno sviluppo edilizio! I fatti sono legati alla sicurezza dei cittadini. I fatti sono legati ad una concezione diversa del verde pubblico. O ancora al gas metano ed altri servizi da portare nelle frazioni di Palombaio e Mariotto. I fatti veri riguardano la zona artigianale bitontina partita e … arrivata a Molfetta (li sono ormai la maggior parte delle aziende bitontine!). I fatti sono legati ad una riqualificazione del tessuto sociale cittadino. un recupero non marginale ma complessivo, non parziale e disordinato ma integrale del centro storico. I fatti sono legati ad una igiene cittadina concreta ”

    A queste parole ho prestato grande attenzione senza faziosità. Ai temi citati da Polimark aggiungerei una irrinunciabile revisione della macchina amministrativa cittadina per portarla a minimi livelli di efficienza.
    Oggi, con la medesima attenzione non faziosa per le opinioni espresse da ALTRI, Vi invito a fare 2 cose : (1) essere Cittadini e non tifosi (2) guardare i fatti …
    Questo significa fare+pensare+scrivere tutto il contrario di quello che fanno+pensano+scrivono quelli che io chiamo gli “irragionevoli tifosi” come Vox Populi. ( Cortese Signor Vox, mi perdoni se La “adopero” come esempio negativo, ma ho bisogno di sintesi e le innumerevoli testimonianze del Suo miope entusiasmo mi forniscono un efficacissimo termine di paragone … )
    Da cittadino di OGGI che guarda all’esperienza di IERI per migliorare il DOMANI, faccio un tifo sfrenato per questa amministrazione anche se non ho votato per Valla … ho fame di FATTI per l’immediato e PROGETTI AFFIDABILI per il futuro. Aspetto comunque prima di spellarmi le mani per applaudire o perdere la voce per urla di gioia … i bagni pubblici non bastano a scatenare il mio entusiasmo perché sono un “tifoso ragionevole”.
    Anzi sono preoccupato … 10 anni fa alcuni avevano combattuto la candidatura Pice già prevedendo come andava a finire … negli anni successivi gli stessi hanno perso la battaglia per una migliore selezione della classe dirigente del PDS –> DS e quindi anche del centro-sinistra intero … e tutti possiamo vedere come è andata a finire.Oggi vedo che il peggio di quella classe dirigente del centro-sinistra è transitata dall’altra parte e nel centro-destra NESSUNO (!) esprime una minima critica pubblica allo sconcertante “esodo”. Ad esempio Ve lo ricordate il manifesto del centro-destra riguardo l’ammanco di 500.000,00 € nella ASV ? E nessuno fino ad oggi ha avuto nulla da ridire sul fatto che il presidente di quella ASV oggi sia assessore di questa giunta ?
    E la preoccupazione è questa : se i partiti+consiglieri del centro-destra non esprimono in pubblico, attraverso percorsi di politica trasparente, tutta la indignazione che viene giustamente manifestata in privato sul bassissimo profilo della giunta, allora il CIRCOLO VIZIOSO che ha fatto degenerare la classe politica del centro-sinistra, sarà ripetuto simmetricamente dall’altra parte. Questo è un fatto.Forse partiti e consiglieri tacciono perchè nessuno vuole perdere l’occasione di nomine/incarichi ??? Ma perché fanno politica queste persone ??? E perché queste cose ancora mi tolgono il sonno ???
    Scrivo questo perché spero in un GOL di Valla per il bene di tutti Noi. Tanta tristezza provo nel leggere che Marcella “spera in un altro autogol del PD bitontino ..” Gentile Marcella, se il PD bitontino continua a nascondersi come sta facendo e non sprona/controlla l’Amministrazione, allora sarà la Città intera a pagarne il prezzo.
    Dobbiamo tornare a instaurare un CIRCOLO VIRTUOSO della politica e noi che siamo a Sinistra, dobbiamo oggi riprendere un percorso di durissimo confronto interno per poter regalare alla Città un partito vero. Credo che la iniziativa di “rigenerazione PD” sia un primo passo nella giusta direzione.Come ha scritto il po … una sfida durissima ma esaltante.
    Mentre io, canaruto e qualche altro “sinistrorso” seguiamo questo percorso, la Città ha bisogno che Polimark, po e altri “destrorsi” siano coscienza critica e sprone di questa maggioranza per non ripetere l’esperienza del passato … magari loro riusciranno anche a risvegliare Vox dal sogno acritico che sta vivendo per il Suo Valla = Principe Azzurro ….
    Rinnovo l’invito : per il bene di Bitonto lasciamo da parte il “tifo calcistico/politico” che ci ha caratterizzato per troppo tempo, dividendoci sterilmente in guelfi e ghibellini senza storia e senza futuro.
    Buona fortuna a tutti di vero cuore ( … sopratutto a Vox )
    Sacetox

  20. ritengo non sia biasimabile fino a questo momento l’atteggiamento assunto dalla minoranza in consiglio comunale, e condivido pienamente le ragioni che hanno portato alla pubblicazione di questo manifesto.
    non esistono fatti o situazioni che possano in alcun modo giustificare determinate frasi irriguardose pronunciate dal sindaco nei confronti dei consiglieri di minoranza…
    colui che si definisce L’ECCELLENZA, dovrebbe prima di tutto imparare ad avere rispetto dei propi interlocutori… questo è il principio base di un dialogo sereno e costruttivo.
    riguardo poi le accuse rivolte alla minoranza, rea di aver fino a questo momento bloccato i lavori, ci tengo a ricordare che se blocco c’è stato, questo ha riguardato la costituzione delle commissioni…
    ma la minoranza sino ad ora non è stata chiamata al voto su alcuna delibera, nè tantomeno fino a questo momento è stato depositato alcun atto… francamente mi sembra evidente che in ciò non ci sia alcuna colpa da parte dei consiglieri di centro sinistra.

  21. Sono dell’avviso che se la “pietra firmata da Natilla” non veniva buttata nell’acqua ormai stagnante ed imputridita, formatasi nel cerchio delle forze consiliari Bitontine, non avrebbe assolutamente avuto un’onda d’urto in propagazione così forte contro di loro come invece è stato!!!! Legalità, legalità ed ancora legalità……..forse sono ben interpretate da entrambe le parti in maniera soggettiva, ma la giusta considerazione a favore della cittadinanza Bitontina non è ancora avvenuta………
    Cari Amici di sinistra la storia è cambiata, la Destra ora è al potere e basta!!! Forse alcuni uomini non piacciono, forse potrebbe non andar a genio il Sindaco Valla a qualcuno, ma una cosa è certa e lo ripeto, ora veramente BASTA, basta con le provocazioni, basta con le accuse – mamma quello mi ha fatto la bua – ecc….Bisogna lavorare in onore di chi vi ha eletto, per Bitonto, per la città di Bitonto, per Noi!!!!

  22. Io penso che sacetox rappresenti in questo posto (virtuale) una coscienza critica importante. Ed in questo senso spessissimo le sue riflessioni rappresentano per me spunto per ulteriori riflessioni su quello cui stiamo assistendo.
    Indubbiamente il percorso coraggioso di pasquale castellano e, perchè no, il coraggio di Marica (spesso corteggiata “politicamente” da eminenze Piddine) rappresentano un punto di rottura e si pongono in antitesi con l’atteggiamento che stanno assumento nelle ultime settimane altri loro coetanei sempre organici al PD. Insomma potrebbe essere scattata una scintilla. E questa scintilla, qualsiasi cosa dica pasquale nasce dagli under 40. Che poi lui, giustamente, ritiene il percorso aperto anche agli over 40, benissimo ottimo. Ma solo nel ruolo si “saggi” di “probiviri”. Per fare un esempio che qualche integralista politica magari vedrà male: la nazionale di calcio spagnola per gli europei è stata guidata in panchina da un arzillo 70enne con spirito giovanile che ha mandato in campo ragazzi poco più che ventenni. Ma tutte menti intelligentissime calcisticamente parlando. Ecco. Il PD dovrebbe fare una cosa simile. Voglio dire, anche i giovani che pensano e si comportano come i “grandi” li dovrebbero seguire in un bel prepensionamento. Largo alle idee nuove.

    Il guaio è che ho paura che non ci sia abbastanza materiale infiammabile per fare attecchire questa scintilla. Adesso la nomina del coordinatore è slittata a venerdì prossimo (il motivo non è molto chiaro ma io penso a male sempre su queste cose), le regole sono sempre le stesse.
    La proposta urgente mi è: convocare un congresso cittadino realmente “aperto” al contributo di tutti hanno voglia qualcosa da dire. Trasmetterlo in diretta con i ragazzi di bitontoTV e darel la possibilità a tutti, anche a chi non può partecipare direttamente, di farsi una idea e di comportarsi di conseguenza.
    Questo può essere un primo passo. Il resto mi sembra tutto abbastanza fumoso, roba da vecchi prestigiatori e non so se avete fatto caso, oramai i prestigiatori negli spettacoli che contano non vengono più invitati. Non fanno più audience. E la politica attuale che molto prende dallo spettacolo, dovrebbe fare propria anche questa tendenza.

  23. Sì, una sfida durissima, ma esaltante ,come tutte le sfide.
    Bisogna far rimettere in gioco tutte quelle energie di sinistra che, nel corso degli anni ,sono state dopate per non averle tra i piedi, ricercandole con grande costanza, come fanno i cercatori di funghi cardoncelli ,che si armano di pazienza e perseveranza e girano e camminano per i “posti” della nostra Murgia.
    L’attuale maggioranza ha solo un fiato amministrativo, tra l’altro anche corto.
    Non ha fantasia e manca di creatività.
    Di politico non ha niente, ha ragione Sacetox.
    Come faccio a esaltarmi per una operazione commerciale come la banda larga alle Frazioni, come faccio a esaltarmi per un bagno pubblico, che poi si rivelerà un boomerang, come faccio a esaltarmi quando gli assessori si chiudono a riccio per non perdere il posto e quando i consiglieri comunali, in privato, ti dicono che ,ad eccezione di qualcuno, la stragande maggioranza era per la sospensione dei lavori?
    O quando ti dicono che, a loro, è come se fosse stata tolta la parola.
    Chiedi :”E da chi?” e non rispondono.
    Ma il silenzio la dice lunga, ma molto lunga.
    E non servono i BASTA di Angelus, nè il tifo da stadio di Vox.
    La politica è altro.
    E a nulla servono i diktat, serve umiltà, serve generosità verso i cittadini, serve rispetto, serve lealtà.
    Come faccio a esaltarmi di fronte a bandi mirati per il Comandante della Polizia Municipale o per il Capo di Gabinetto, tra l’altro pensionato.
    E i nostri giovani?
    L’uguaglianza dei cittadini dove viene messa?
    Appesa a un chiodo?
    Ma il cambiamento che si voleva è questo?
    Penso proprio di no!

  24. caro sacetox,mancano le argomentazioni da parte di una sinistra rea di scelleratezza politica!pensando al manifesto che tu hai chiamato in causa ,nella prima seduta del consiglio comunale lo stesso vicesindaco ha ribadito che AN non fa un passo indietro e che conferma tutto …..un ammanco c’è stato ci sono state delle distrazioni e la responsabilita penale nn è mica da attribuire a all’assessore lisi cioè ,in pratica ,i soldi non se li è mica fregati lui ma giacevano su bem altri conti……e questo sia chiaro una volta per sempre! sciolto questo nodo caro sacetox c’è veramente ben poco da recriminare da parte vostra ! scarse idee caro sacetox scarse idee questo state producendo fino ad ora,tranne che la ritirata spagnola che ogni volta attuate come piano “B” perche quello “A” si conclude solo con le solite scempiaggini che producete

  25. Maleducato/a antera, se il mio cuore non fosse pieno di gioia per la liberazione di Ingrid Betancourt, forse ti risponderei come la tua maleducazione meriterebbe … e invece farò uno sforzo e cercherò di semplificare fino all’essenziale quello che intendo per renderlo fruibile persino a te.

    Il manifesto di cui stiamo parlando è a mio parere ridicolo (è scritto anche da cani … si vede che Colasanto è lontano) e penoso mi risulta anche il teatrino instaurato negli ultimi consigli comunali da parte dei consiglieri di minoranza (è chiaro ora ???… dovresti leggere quello che scrivo con + attenzione e meno ottusità da tifoso/a )

    Allo stesso modo però è patetico e preoccupante ( per il bene di Bitonto ) il fatto che TUTTI nel centro-destra, ( potrei fare i nomi ma cito solo il Sindaco stesso che ha minacciato una rivoluzione se fra 6 mesi non dovesse avere risultati …), siano delusissimi dalla composizione della giunta ma NESSUNO parli … senti a me antera, fattela questa domanda … PERCHE’ ? Marco Vacca sull’ultimo numero di Primopiano ha parlato di interessi di gruppi di potere che si sono coagulati, tra cui una chiesa ben lontana dal messaggio evangelico di “povertà” trasmesso dal Cardinale Martini … tu prova a dare una tua risposta che però non sia arida e penosa come il meschino voltafaccia del vicesindaco e di AN sull’affare ASV-Lisi … canaruto e po si meritano molto di +.

    Sabino Paparella (complimenti !) nel suo coraggioso articolo su “amore politico” ha espresso qualcosa di importante, ti invito a leggere quell’articolo e a impegnarti a comprenderne la sostanza (se non ce la fai fatti aiutare da qualcuno perché ne vale la pena) . Cerca su internet qualcosa sull’ex sindaco di Firenze La Pira e prova a acpire quanto le nostre beghe Valla-Rossiello siano miseramente lontane da questo alto profilo di Politica sia pur “locale”. Magari poi leggi il libro di Ingrid Betancourt “Forse mi uccideranno domani” …insomma lotta strenuamente e cerca di accendere nella tua mente un qualche barlume di predisposizione all’ascolto e al confronto civile con idee diverse dalle tue … vedrai antera, sarà come rinascere.
    Sacetox

  26. Sacetox, come dadestra, anche io condivido, seppur non nel merito e ad esclusione di qualche passaggio (ovviamente di parte) del tuo discorso, quanto hai postato
    Ti ringrazio per aver ricordato la necessità di addivenire ai FATTI che Bitonto attende ormai da lustri.
    Smentisco (e te lo dimostro!) il fatto che io, supporter della coalizione Valla, non sono critico quando occorre! E subito dopo il consiglio comunale del 27 giugno, quello nel quale la minoranza si non s’è presentata in aula consiliare, sono intervenuto commentando l’articolo del 28 giugno di Cambione.
    In quell’occazione scrissi:
    “Poi c’è gente che non è abituata a stare in maggioranza e ritiene che il clima più temperato è quello di sorridere verso i banchi dell’opposizione, qualche volta far il faccino irritato ma poi subito tornare a sorridere … il tutto non ricordando le arringhe infuocate di un consigliere di maggioranza degli anni ’90 che zittivano in modo ‘magico e alchimiaco’ l’opposizione di “centro-destra-centro!” quando attaccava.”
    E che occorreva attaccare la “politica” di diserzione per stemperare il clima ecc ecc lo dimostra il fatto che la stessa minoranza acuiva, nelle stesse ore, la polemica con un manifesto che “dava addosso” a Valla e addirittura il presidente del consiglio. E la ragione l’ho avuto se è vero che Valla ha dichiarato come riportato dalla Gazzetta del Mezzogiorno in dato 1 luglio: “Avanti senza minoranza”.
    Sacetox. Alla sinistra occorre una netta revisione. Quello che appare evidente, e nessuno lo ha notato o almeno sottolineato, è che la politica del Pd è quella di EVIDENZIARE ” il “tifo calcistico/politico” che ci ha caratterizzato per troppo tempo, dividendo(ci) sterilmente in guelfi e ghibellini senza storia e senza futuro” (sono tue parole, Sacetox), in un modo a dir poco …. da scarsa rilevanza politica: scrivendo ed affiggendo manifesti che come contenuto hanno le stesse PAROLE DI VALLA e/o di chi lo ha sostenuto (in campagna elettorale) e lo sostiene (oggi, nella direzione amministrativa!).
    Vedi Sacetox! Valla sembra incarnare Berlusconi! Senza averne i mezzi comunicativi e neppure sondaggi. Riesce a dire (parlando poco!) quello che il cittadino vuole sentirsi dire. Ed il cittadino (che aspetta I FATTI) oggi è con VALLA!
    Un suggerimento, quindi, a chi oggi vuole la RIGENERAZIONE del PD: sui manifesti scriveteci le parole che riflettano il vostro pensiero, la linea del partito e non le parole che Valla o uno dei suoi pronuncia!
    La critica a quanto l’altro DICE non serve! La critica a quanto uno FA, sostenuta da proposte alternative COMUNICA qualcosa alla Gente, rende l’idea di differenza tra due coalizioni li a discutere sui FATTI e non sugli “è stato detto”. Questo è uno dei motivi che vede il PD bitontino sempre più agonizzare e perdente!
    Per Marcella: parlavi di autogol. Ci pensi, cara Marcella, le minoranza non si presentano in consiglio, lunedì, per dibattere la “fine” dell’ospedale ? Spero di no! Oppure … ci pensi, cara Marcella, se si presentano lunedì, in seduta monotematica, e poi al prossimo consiglio la cui data è da definirsi … non si presentano per la nomina delle commissioni?
    E comunque sono in attesa di una risposta ad una domanda: la linea di diserzione da parte dei consiglieri di minoranza è VOLONTA’ dei soli consiglieri o è anche una linea voluta dal Pd / Pd-rigenerato / Pd – Under 40?????????

  27. Eh sì a Sinistra si fa come quando si dice allo stolto di guardare la luna e questi guarda il dito!
    Medita Sinistra, medita… che è arrivato il tempo di smettere con le guerre intestine e “intestinali” e cominciare a fare il mea culpa cercando di analizzare i problemi che hanno portato alla tua débacle cercando soluzioni e soprattutto attuandole.
    Ma poi accusate l’attuale presidente del consiglio comunale di non garantire gli equilibri e la/e minoranza/e, ma il precedente non aveva fatto altrettanto?
    Non è dividendosi in piccoli gruppi che si va avanti!!! basta con le crisi isteriche da “primedonne”, il se c’è lui non ci sono io e se non c’è lui ci sono io… Occorre mettere in circolo persone nuove e spirito nuovo… e per una volta nella vita le “cariatidi” facciano un passo indietro.

  28. Gentilissimo Polimark, permettimi solo una correzione, leggendo i tuoi commenti non ho pensato che tu possa non avere capacità di critica per la coalizione Valla quando dovesse servire.
    Non credo di averlo nemmeno scritto e quindi non c’era bisogno che tu smentissi. Non mi riferivo certo a te quando parlavo di “tifosi irragionevoli”.
    Sottoscrivo al 100% quello che tu scrivi riguardo la politica (ma esiste ?) del PD locale (ma chi ?) e del manifesto (ma quale ?)

    Colgo al balzo la palla del Tuo suggerimento “sui manifesti scriveteci le parole che riflettano il vostro pensiero, la linea del partito ” e ti rispondo che vorrei ma non posso …
    Purtroppo in questo momento tutti quelli che vorrebbero un PD “vero” a Bitonto ( e sono tanti ! ), non hanno altro spazio se non questo blog benedetto per far sentire la propria voce.
    Il PD oggi non concede non dico una previsione di congresso, ma nemmeno aperture al confronto.
    Non possiamo dire ai consiglieri che ci “dovrebbero” rappresentare quello che vogliamo e cioè qualcosa del tipo : ” …. Siete stati sconfitti, bene, ma ora incominciate a reagire.Preparate il partito, uscite dal guscio, uscite per istrada, interrogate i bitontini per sapere cosa fare per guarire, interrogatevi sugli errori commessi, chidetevi se non è il caso di liberarvi di tutto quell’apparato che si è servito dei voti dei bitontini per fare carriera, per nulla curando la città …” (la canaruta dixit il 20/06 sul post dedicato a Emanuele Pinto vero volto nuovo …)

    Come ha scritto ieri il sapiente, appassionato e giustamente critico canaruto ” … mai che qualcuno protesti o metta fuori questa situazione. Molto meglio risolverla in salotti privati e non inimicarsi coloro che, comunque, ancora comandano. Perchè anche se, ufficialmente, si fa politica per passione, una ambizioncella per qualche poltroncina ce l’hanno tutti e fare una battaglia che danno per persa (che tristezza!) potrebbe creare qualche battuta d’arresto alle loro ambizioni. Quindi tutti coperti e allineati ufficialmente …”

    Ti riporto le parole di altre persone ( giuro che non le conosco se non per quello che pensano e con loro sento forte la comunanza di sdegno e di intenti ), per provarti che siamo di parte ma non faziosi e non devono essere addebitate a noi le fesserie commesse in questo momento dal “gruppone” (?) che “dirige” (?) il PD a Bitonto.
    La linea del partito speriamo di poterla costruire insieme a tante persone normali in un prossimo futuro, per ora non esiste perché a mio parere non esiste il partito in quanto non c’è una “comunità”.

    Non posso risponderti alla domanda sulla origine della linea di diserzione dei consiglieri di opposizione … sono fuori dalle segrete cose in attesa che possano diventare pubbliche e trasparenti. Comunque non la condivido.

    Ti ringrazio per la preziosa possibilità di un confronto del genere e Ti auguro di far sentire alta la Tua voce sensata dalla Tua parte.
    Ora devo andare a finire il commento sul PD rigenerato perché è da ieri che il canaruto sta da solo a battagliare come il pazzo ( intendo con una pazzia altamente positiva )
    Non che abbia bisogno del mio aiuto ( anzi ha scritto da solo quello che basta e avanza per un paio di congressi …) ma non voglio che si possa sentire solo.
    Saluti
    Sacetox

  29. E’ proprio così, bisogna uscire all’aria aperta, bisogna rimescolare le carte, bisogna avviare una nuova campagna di tesseramento, senza padroni e senza padrini, una nuova campagna di tesseramento, dove ognuno deve contare per sè e non anche per l’altro, un nuovo PD senza che nessuno possa accampare rendite di posizione.
    Il PD a Bitonto non è mai nato.
    E per tornare un attimo indietro, “I PROGRESSISTI” non sono mai nati, non è mai nato il PDS, non sono mai nati i DS e i DS non si sono mai unificati con la Margherita.
    Purtroppo la maggior parte erano e sono rimasti “quelli che il PCI”.
    Storie diverse, passavi o passi davanti alla Pescara e trovavi o trovi il vecchio PCI.
    Come un DC(Margherita) senza greca o altri si poteva o si può sentire a casa propria?
    Anche perchè le sentinelle non ti abbandonavano e non ti abbandonano mai.
    E’ tutto da abbattere, da riprogettare e costruire.
    Ma non bisogna farsi prendere dallo scoramento..
    Bisognava purificarsi dai tanti peccati , alcuni mortali, commessi negli anni scorsi e da parte DS e da parte Margherita.
    Uno dei responsabili non l’ha compreso e incolsapevolmente ha offerto in sacrificio il fratello.
    Ora con la sconfitta la purificazione è avvenuta.
    Ormai si deve guardare al futuro.
    “Scurdamoci u passato, paisà”.

  30. Sacetox. La politica, ops, scusa… la Politica a Bitonto c’è! Tu (mi consenti di darci del Tu?) sei un Politico seppur senza leve tra le mani (a quanto mi fai capire ….). Spero possa a breve poter Tu, politico del Pd, aver un Caterpillar tra le mani. Per ricostruire. Cosa?

    BITONTO … come città e come Politica a Sinistra (la NOBILE)

    Solo una persona … avevo giudicato più faziosa (scherzo e ironizzo e chiamo in causa!!!!) di te … GIO!

    ed invece mi sbagliavo. Sia Tu che Gio avete sensibilità e Politica.
    Magari su fronti diversi.
    Ma pur sempre rispettabile e finalizzata ad un unico scopo: I FATTI.

    Questa sera ho fatto un giro. Di proposito! Dinanzi alla “pescara”, ai Socialisti “di Scauro” per poi finire dinanzi al Laboratorio.
    Cosa in comune … il manifesto figlio di “nn”.
    Rapprentano qualche consigliere di minoranza …. nemmeno tutti visto l’atteggiamento di Illuzzi (senza considerare l’atteggiamento sinora rispettabile di A. Saracino, impegnata nei Fiori d’Arancio”!. I consiglieri (di minoranza o/e maggioranza) sono la CITTA’! DEBBONO rappresentarla …. Mi dici, parlando della minoranza : i consiglieri (ndr direbbero i giornalisti) “sono fuori dalle segrete cose in attesa che possano diventare pubbliche e trasparenti.” (affermi Tu, riferendoti ) … è questa Democrazia rappresentativa?
    No! Rispondo io!
    Allora! Il mio consiglio! Contatta P. Castellano, se ritieni che possa essere il firmatario di una svolta significativa. E imponete una RIGENERAZIONE.

    La Politica è FATTA di tesi e antitesi, filosofia e Idee! Ma non sulla “forma dell’aria”, soprattutto in Consiglio Comunale a Bitonto, Mariotto e Palombaio in Prov. di Bari (….. al massimo Tesi e Antitesi …. a Roma! in Parlamento!). Qui, nella modestissima porzione della prov. di Bari la Politica deve muovere i FATTI (non le filosofie o le iDEE) … tralasciando le ASV, la SIS e questioni di delibere VARIE!
    La partecipazione deve essere COLLETTIVA, nel senso di Popolare, come un “antico” Partito (di Sturzo), come una “Canzone Popolare” di Fossati . Non una partecipazione di interesse, come il tasso di interesse, o l’interesse personale o ancora le polemiche legate a Asv o Sis.
    Insomma stando su rive differenti siamo sulla stessa riva: quella Politica e non quella politica( o sbaglio!). E mi definisco anche io Politico.
    Quando parliamo REALMENTE magari dinazi ad un Caffè?
    Ti Abbraccio perchè Ti considero.
    Lasciami un’altra Riflessione: non vi è Destra senza Sinistra. ma non mi prendere alla lettera: intendevo dire che non c’è Parte senza una Parte avversa: quando cominciamo a dialogare sulle PARTI: I CITTADINI … povere STELLE POLARI della Politica, POVERI ANTARTIDI della politica.
    Ciao

  31. Polimark, il Tu va benissimo e va bene anche lo sfottò sulla maiuscola.
    Condivido in pieno e con assoluta naturalezza il Tuo richiamo a evitare di trattare “la forma dell’aria” a livello locale nella Politica (okkio alla maiuscola …) ma piuttosto a muovere i FATTI. Tu sai che i Tuoi precedenti richiami a questo non mi sono sfuggiti … anzi. Anche il po nel Suo augurio ai congressisiti di Rifondazione si augurava un dibattito che parlasse alla pancia dei cittadini … brutale ma assai efficace.

    Purtroppo però credo Tu abbia torto e che a Bitonto non esista la Politica così come la intendiamo noi 2 insieme ai tanti che leggo su questo blog. Ci manca QUALCOSA DI IMPORTANTE ed è proprio quello che Tu riporti nella fine del Tuo intervento e cioè “…. la partecipazione COLLETTIVA nel senso di Popolare”. Noi qui in questo piazza virtuale non bastiamo.

    Avevo scritto giorni fa al Dott. Emanuele Pinto su questo blog ( e in verità non ho avuto risposta né commento alcuno … forse il Suo compito è alla correzione dal maestro … ) che la Politica è fatta di PROGETTI che camminano sulle gambe delle PERSONE e cioè di : ( CLASSE DIRIGENTE + CITTADINANZA ATTIVA ) e credo di non sbagliare se scrivo che la mia cittadinanza attiva = la Tua partecipazione collettiva.

    Non possiamo schematizzare una rigida procedura, ma [ gruppo dirigente + partecipazione popolare] in una Comunità/Partito sono imprescindibili, devono rincorrersi, incontrarsi per migliorarsi e selezionarsi a vicenda, adattandosi al mutare dei tempi e situazioni.
    Nel mio scritto al Dott. Pinto ponevo l’accento + sulla classe dirigente, infatti ho la forte sensazione che il giovane Consigliere sia assai propenso a mantenersi uno degli attuali, voluminosi e ingombranti “padroni”.
    Abbiamo bisogno comunque che la DEMOCRAZIA venga garantita nei processi e nei risultati grazie a entrambe le componenti.

    Ripeto che dobbiamo avere la capacità di aprire il PD secondo un percorso di confronto + condivisione e dobbiamo assicurarci che venga garantita la possibilità di partecipazione alle occasioni di incontro. Se poi queste occasioni dovessero fallire, magari perché come teme il canaruto manca il “materiale infiammabile” per poter accendere il dibattito, avremo perso ma non saremo sconfitti perché la lotta ha comunque un senso e lascia sempre un segno.
    Vedi Polimark, questa è per me la utilissima “filosofia” che ci deve guidare nel metodo per poter affrontare i FATTI sia nella parola che nell’azione vera e propria.

    Devo dirTi che mi ha colpito assai la Tua ultima riflessione lampo su una Parte che esiste solo grazie a una Parte avversa e queso sfonda per me una porta aperta da molto tempo. Proprio sulla base di questo profondissimo convincimento ho guardato infatti con vero dispiacere al disfacimento a Bitonto di un partito serio come Alleanza Nazionale la cui voce era stata purtroppo trascurata dai governi cittadini negli anni passati. Oggi temo che quella voce si sia fatta troppo debole e che possa venire sopraffatta dai gruppi di potere (economici ed ecclesiali) che si aggirano nella maggioranza. Per inciso la responsabilità POLITICA (tutte maiuscole !!!) di questo è a mio parere nella decisione di concentrare le preferenze sul Vicesindaco di oggi, una scelta miope e personalistica tutta “berlusconiana” che ha fatto diventare AN a Bitonto ormai residuale (2 consiglieri) dimezzandone il consenso elettorale complessivo ( … credetemi se scrivo che questo pensiero è condiviso da MOLTISSIMI attivisti di AN ).

    Questa NECESSITA’ di confronto con altri che abbiano OPINIONI DIVERSE dalle nostre, non è esclusivamente Politica, ma sicuramente la Politica ha questa necessità. Qualcuno ha scritto che i nostri sorrisi o le nostre lacrime trovano un senso compiuto solo negli occhi di chi ci guarda. Sabino Paparella (ancora complimenti !) nel suo BELLISSIMO articolo sull’Amore Politico aveva scritto che ” …l’autentico impegno politico implica la capacità del “sentire comune”, che è prerogativa tanto rara di questi tempi; implica cioè la capacità di prestare ascolto alla comunità; un ascolto capace di tutti, e sensibile soprattutto alle diversità, alle opposizioni, alle trasgressioni coraggiose e intelligenti …..” Ho nella testa e nel cuore alcune cose su quello che Sabino ha scritto … un giorno devo fermarmi per mettere le parole sulla tastiera.

    Polimark, ricambio con sincerità il Tuo abbraccio perché ricambio la Tua considerazione.
    Dove sta GIO ??? E’ da un po’ che non Lo leggo e in verità mi manca.

    Saluti
    Sacetox

  32. Ho l’impressione che a Bitonto va di moda la politica discount, la politica da primo prezzo, perchè si stenta a mettersi nei panni del cittadino, non ci si sintonizza con la sua pancia.
    Questo perchè essendo in debito di ossigeno, in deficit di comunicazione, non ci si mette dalla parte di chi riceve la comunicazione.
    E tutto questo non è scarso senso del sociale?
    Non è scarsa passione e scarso innamoramento?
    Ecco perchè chi vuole fare Politica si sente solo e assediato.
    E allora assistiamo alle grida isteriche del tifosissimo Vox, ma anche alla presa di posizione di Azione Giovani che suona come difesa politica del vice-sindaco, che oggi sconta la miope strategia politica di non aver trainato qualche altra presenza aennina in Consiglio Comunale.
    Ma non alla messa in soffitta dell’orgoglio per il bene della città.
    Questo perchè la politica è discount.

  33. sono d’accordo che la politica oggi sia mercato, discount.
    negarlo sarebbe da orbi, peccato però che l’esempio scelto da te sia il meno veritiero: damasclelli.
    proprio perchè il partito e lui non hanno contrattato voti, non si sono messi a dire 200 voti a te e 300 voti a te!!!!!!!
    così si fa al mercato.
    il voto a damscelli invece è popolare, spontaneo e non si poteva in alcuna mnaiera razionarlo.
    e poi an ha 1500-1600 voti con 10 candidati nel pdl.
    nel 2003 invece presse 3200 voti con 30 candidati.
    se questo è fallimento!!!!!!!
    evidenemtente per alcuni la matematica è anche un opinione

  34. La matematica non è una opinione, è una certezza .
    E se è certezza, si deve riconoscere che atteggiamenti e politiche chiuse e non aperte hanno determinato i 1500 voti che, se considerati in maniera asettica, a mala pena fanno due consiglieri comunali.
    Ma il senso del mio discorso non andava a puntare l’indice contro Damascelli, ma nella direzione di arrivare alla considerazione che tutto il lavoro svolto nella passata legislatura poteva e doveva essere capitalizzato in maniera più congrua e soddisfacente, rispetto all’inconcludente lavoro svolto da Forza Italia, che, svolgendo una politica da primo prezzo, ha acquistato tutto quello che c’era da acquistare.
    E oggi sono i padroni del vapore.
    Alla faccia di quelli che, senza vergogna e con faccia tosta, ritengono di rappresentare la sinistra ovvero il comunismo in una giunta di destra centro.
    Ma credi, caro news, che il paese non sa che quelli di Forza Italia hanno tentato fino all’ultimo di accaparrarsi anche il vice-sindacato?
    ‘Ma c’è qualcuno a Bitonto che ricordi una proposta politica o amministrativa degna di questo nome fatta nel corso degli anni da Forza Italia?
    No!
    Chi reggeva la vecchia Amministrazione Comunale quando in Consiglio mancavano i numeri?

  35. ma il lavoro di cui parli nella rpecedente amministrazione era solo di DAMASCELLI, l’altro consigliere è ormai scomparso dalla scena polticia e illuzzi sta (starà?) a sinistra…
    e poi nota bene e scusa il mauscolo: 1600 voti con 10 CANDIDATI, DIECI, DIECI, DIECI.
    se ci fosse stata la possiilità di candidare trenta persone, insomma se nn ci fosse ancora il pdl an prendeva i voti del 2003 se non di più!!
    ed ecco che cad ogni disocrso su damscelli miope, anzi il contrario.
    sul vuicesindacato se fosse successo davvero quel che dici, non partiva la giunta. ti assiccuro.
    sucsate per errori di battitura

Lascia un commento