ULTIM’ORA: LA MINORANZA ABBANDONA LA SALA CONSILIARE

Dopo alcune pesanti affermazioni del neosindaco Valla, i consiglieri di minoranza hanno abbandonato la seduta del consiglio in reazione alla negazione di una breve sospensione dei lavori dello stesso.

Domani on line il video della riunione tenutasi presso il Pd, immediatamente dopo l’episodio, e soprattutto un’esclusiva intervista del sindaco che ai microfoni di Bitontotv spiega le ragioni del suo infervorato intervento.

ULTIM’ORA: LA MINORANZA ABBANDONA LA SALA CONSILIAREultima modifica: 2008-06-10T23:13:32+02:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

12 pensieri su “ULTIM’ORA: LA MINORANZA ABBANDONA LA SALA CONSILIARE

  1. Sinceramente non sono stato assolutamente d’accordo con la votazione della destra alla negazione dei 5 minuti di sospensione dell’assemblea! Un esempio di democrazia che è venuto meno si è delineato stasera nel Palazzo della Discordia!
    Il fatto di aver abbandonato la sala è dimostrazione di aver ripagato con la stessa moneta la negazione della sospensione….così facendo non credo che sarà tanto facile ed auspicabile il realizzarsi, l’avverarsi dello “Spirito di Collaborazione” decantato dal nostro Sindaco all’inizio del suo bel discorso!
    Ebbene Signori stasera ha dimostrato di avere i giusti attributi, peccato solo che il discorso lo abbia fatto rivolgendo lo sguardo vin direzione dell’assessore Lillino Labianca e non verso la “minoranza” che invece si trovava alla sua sinistra…….Forse le caste sono dure a morire, ma il riferimento ad atteggiamenti Hitleriani mi sembra alquanto esagerato!!!
    Ad ogni modo all’orizzonte si intravede burrasca, una dura battaglia che molto difficlimente sfocierà in un incontro di Teano….

  2. Una brutta pagina di democrazia per la città l’aver negato cinque minuti di sospensione alla minoranza da parte di una maggioranza che, stasera , ha dimostrato di non poter partecipare nemmeno alle prove per essere ammessa come concorrente de “La corrida”.
    Una pena!
    Ma la democrazia partecipata tanto decantata in campagna elettorale dove è andata a finire, signori della maggioranza?
    Una maggioranza senza un’anima, una maggioranza che si guardava e si chiedeva impaurita: che devo fare?
    Ma chi ti poteva rispondere o chi ti doveva dare qualche suggerimento?
    Più ti osservavo, più ti fissavo negli occhi stando in mezzo al pubblico e più mi facevi tenerezza.
    Più ti guardavo e più mi chiedevi consigli.
    Ma tu , cara maggioranza, sei ancora sotto l’effetto da overdose di potere, sei ancora sotto l’effetto della ubriacatura della vittoria, non riesci a comprendere che la politica è mediazione, è umiltà, è far valere le proprie ragioni, ma ascoltare quelle degli altri.
    Stasera, forse già ieri sera, hai infranto una delle regole più elementari della democrazia di un consiglio comunale.
    Hai costruito tra te e la minoranza un muro che sarà molto difficile abbattere.
    Sei stata una sciocca.
    Ti osservavo e vedevo nei tuoi occhi la paura, l’indecisione, quasi ti, sentivo gridare :”Aiutooooooo!”
    Del resto cosa ti puoi aspettare da una maggioranza che di politico non ha niente, se non il collante del potere per arrivare posizionata
    alle prossime elezioni provinciali e regionali?
    Vi manca un regista, vi manca qualcuno che vi sappia trascinare fuori dalla palude in cui siete andati a immergervi ad appena un mese e dieci giorni dalle elezioni,vi manca il progetto.
    Ancora poco e finirai nelle sabbie mobili e allora tutti i tuoi disegni crolleranno.
    E la vittoria epocale si tramuterà in vittoria di breve e poca durata.
    Hai proprio le mani bucate!
    Ricordi la canzone “Mani Bucate” di Sergio Endrigo?
    Perchè non vai ad ascoltarla?

  3. Vi ho inviato un comunicato sulla morte di Berlinguer in attesa che lo pubblichiate ve lo invio qui. Grazie Nicola Vigliotti

    Anniversario della morte di Enrico Berlinguer

    L’11 giugno 1984 moriva a Padova il compagno Enrico Berlinguer, sentitosi male alcuni giorni prima durante un comizio per le elezioni europee in cui invitava a portare in Europa: < non l’Italia della P2, ma l’Italia pulita e democratica….> .

    Non mi dilungherò in ricordi e frasi di circostanza sull’attualità del suo pensiero e sulla sua onestà nel far politica per il bene di tutti e non per un proprio tornaconto, ma riporterò solo il suo pensiero:

    “La questione morale esiste da tempo, ma ormai essa è diventata la questione politica prima ed essenziale perchè dalla sua soluzione dipende la ripresa di fiducia nelle istituzioni, la effettiva governabilità del paese e la tenuta del regime democratico.”

    Link su questione morale:
    http://it.youtube.com/watch?v=01cDwLAcdVY&feature=related

    “Ci si salva e si va avanti se si agisce insieme e non solo uno per uno”

    “I partiti di oggi sono soprattutto macchine di potere e di clientela”

    ” Noi siamo convinti che il mondo, anche questo terribile, intricato mondo di oggi può essere conosciuto, interpretato, trasformato, e messo al servizio dell’uomo, del suo benessere, della sua felicità. La lotta per questo obiettivo è una prova che può riempire degnamente una vita.”

    Io credo che quest’ultimo obiettivo possa essere l’unico a rendere NOBILE e GIUSTO il nostro far politica comunque la si pensi, indipendentemente se di Destra di Centro o di Sinistra. Tutti gli altri motivi dovrebbero sparire….

    Nicola Vigliotti

    link:
    http://it.youtube.com/watch?v=kxcGAEZu2y4

  4. … a proposito di “regole di buon vicinato”: ma la minoranza non è la stessa che ha RIFIUTATO OSTINATAMENTE la carica di Vice Presidente Vicario del Consiglio?
    E questo vi sembra un atteggiamento da buon vicinato?
    Mi sono stancato di queste BUFFONATE. La cittadinanza aspetta i fatti. Ci avete rotto!
    Il sindaco ha sbagliato? Bene! fateci vedere LEGALMENTE quali saranno le vostre azioni e come andranno a finire.
    Sono state disattese regole da Statuto, Leggi e/o Regolamenti? Bene! Fatecene un elenco e soprattutto fateci vedere le AZIONI LEGALI e le conclusioni delle stesse.
    LE PAROLE E LE URLA CI HANNO STANCATO. AVAST

  5. caro guido felice
    dal suo commento si evince che lei è un superstite di valla, comunque sia le comunico che il vicepresidente vicario è stato comunicato 5 minuti prima del consiglio comunale (regole di buon vicinato)………..
    comunque sia la minoranza ha voglia (non so dopo le frasi pesanti e minacciose ) di collaborare con la maggioranza per il bene della città e dei cittadini.
    dopo appena 2 consilgi comunali la minoranza inizia a decollare e il 3% pronunciato dal sindaco ieri al consiglio comunale è arrivato al 60% (perchè non andiamo a votare e vediamo se il sindaco riprende i voti del 13-14-27-28 giocateli al lotto).
    manca un regista è l’unico che poteva compattare questa maggioranza formata da movimenti era ed è il sig. FIORE.
    AVAST lo diciamo noi perchè siamo in un paese democratico dove non vige un regime ,ogni cittadino puo informarsi sempre in termine di legge su tutti e tutto.

  6. caro paolo
    è un minaccia anche la sua?
    siamo o non siamo in un paese democratico?
    ho già letto il suo primo commento il popolo è sovrano, ma è anche vero che sta già ricredendosi su questa nuova giunta di maggioranza che ha votato.
    pensiamo a lavorare invece di dar peso ad alto (se non c’è niente di fondato!!!!!!)
    saluti

  7. Il 27 maggio, nella prima seduta consiliare dell’era Valla, il capogruppo del Pd ha fortemente evidenziato che la sala consiliare è il luogo “sacro” della Politica.
    Ho condiviso le parole di un candidato sindaco sconfitto a suon di voti, quindi DEMOCRATICAMENTE, da una coalizione di centro-destra.

    Nella seduta consiliare di ieri sera, il sindaco Valla, quel sindaco accusato di non parlare MAI, ha, invece, PARLATO! E ha fatto POLITICA! Lui che politico non è, ha messo in riga un’opposizione che fa opposizione non sui fatti ma sulle presunte cause di ineleggibilità.
    Ovvio! Siamo liberi di far quel che più crediamo, quindi se l’opposione decide di OPPORSI alla vittoria del centro-destra anche con esasperazione … libera di far questo genere di opposizione, dimostrando di avere più a cuore le proprie sorti elettorali che non I FATTI che la città chiede (altro che toccare un nervo scoperto – cons. Natilla!)

    Dopo le dichiarazioni del sindaco Valla, la minoranza chiede 5 minuti di sospensione! La maggioranza le nega! E ha fatto bene! Perchè se dibattito doveva esserci, era opportuno che quel dibattito si tenesse in AULA CONSIALIRE! Non nelle stanze del Palazzo! In pubblico! Nel luogo “sacro” alla politica, in AULA!
    Ho voluto leggere la negazione dei 5 minuti di sospensione in questa ottica!
    Caro osservatore! io NON ho visto una maggioranza impaurita! Non ho visto una maggioranza che si chiedeva “cosa devo fare”.
    Al massimo, il “cosa devo fare” e il “come rispondiamo all’arringa di Valla” erano domande che possono soltanto giustificare la richiesta di sospensione da parte della minoranza. Altrimenti come la si motiva?
    L’opposizione non è abituata all’idea di vedersi negato una sospensione da chi evidentemente voleva DIBATTERE la questione POLITICA IN AULA, anche a seguito di un manifesto a firma PD- RIFORMISTI.

    QUINDI! La richiesta di sospensione non poteva che essere NEGATA. La Politica deve essere trasparente. E per essere trasparente, le discussioni e i dibattiti politici devono tenersi in AULA! non nelle stanze scure e lontane dal pubblico.

  8. Gentile Gessi
    non ho molto a simpatia GLI UOMINI DI SINISTRA (e non la sinistra, attenzione) perchè pensano sempre di essere i migliori, quelli più profondi, quelli più colti, quelli più …, ma questo non fa certo di me un “superstite di Valla” come mi chiama lei.
    Per quanto attiene la mia argomentazione circa la carica di VicePresidenteVicario penso che la sua sia solo una SCUSA. Se si vuole collaborare va bene anche una comunicazione a 5 minuti dall’inizio del Consiglio Comunale.
    Capisco che lei e gli altri suoi colleghi di minoranza dobbiate trovare un cavillo a tutto (dopo tutto la Amministrazione precedente che lei difende tanto nei suoi commenti non ha certo ceduto la VicePresidenzaVicaria alla minoranza e allora perchè accettare? sarebbe stato come ammettere che in passato vi siete comportati come … come ha detto Valla? ah si, ora ricordo, STALINIANI E HITLERIANI).
    Qualcuno tra di Voi (non precisamente del Pd, però!) ha ammesso che in passato fu un errore non dare la Vice Presidenza alla minoranza.
    Ripeto, se poi vogliamo attaccarci ai cavilli facciamolo pure tanto dai moralisti mi aspetto questo e altro. Se invece volgiamo guardare alla sostanza delle cose Le dico: è giusto che la minoranza usi TUTTI I MEZZI CHE IL DIRITTO (sia civile, amministrativo, penale, etc. etc) mette a disposizione per chiarire nelle sedi opportune quello che è successo ieri sera. E sarò il primo a complimentarsi con Lei qualora a seguito di queste azioni il Sindaco o questo o quel consigliere di maggioranza dovesse essere condannato. Ma fino a quel momento, per favore, finiamola con le urla, la le suscettibilità, i risentimenti e i moralismi.
    Forse TROPPE persone che oggi sono consiglieri di MINORANZA si stanno rendendo conto che il ruolo che devono interpretare non è facile (perchè sono stati sempre seduti sulle comode poltrone della maggioranza se non addirittura in quelle della giunta) quindi consiglio loro di usare la TESTA e non altre parti del corpo perchè altrimenti non andiamo da nessuna parte e gli elettori questo lo avvertono. Non sono daccordo con lei che Valla non prenderebbe gli stessi voti che ha preso per vincere, forse qualche moralista (e ieri sul corso ce n’erano a iosa che parlavano e che facevano vedere che capivano qualcosa) userebbe questi episodi per tentare di convincere qualche indeciso, ma si tratta di pochi voti: la verità è che Bitonto ha deciso di farvi sedere nei banche dell’opposizione e lo rifarebbe. Si tranquillizzi … è così!

  9. L’atteggiamento assunto ieri in consiglio comunale dalla minoranza è stato alqunato fuori luogo, se voleva controbbattere, al discorso del sindaco Valla, poteva tranquillamente chiedere la parola ed esporre quello che era il suo pensiero direttamente in sede consiliare, in aula dinanzi a tutti Sindaco, Presidente, Assessori, Consilieri e Cittadini.
    Chiedere ogni volta la sospensione del consiglio per cinque minuti (i loro cinque minuti – mezz’ora) che senso avrebbe avuto?
    E non parliamo di democrazia partecipata quando alla minoranza viene tesa la mano e di contro c’è un rifiuto (non di tutti) a stringerla quella mano (vedi il rifiuto di avere un loro esponente come vice presidente vicario), che poi gli venga chiesto cinque minuti prima dell’inizio del consiglio o no è un fatto irrilevante, perchè si trattavo solo ed esclusivamente decidere chi nominare e non penso che ci voglia un invito scritto preventivo di cinque giorni per poter decidere, infatti poi fu nominato come 2° un loro degno rappresentante.

    Informarsi nei termini di legge, bene, non invadere la privacy di una persona caro il mio “gessi”. Parlate tanto di legaletà “voi” che avete avete fatto scempio di quella parola utilizzandola a vostro piacimento nei termini e nei modi più opportuni che solo “voi” ritenete giusti.

    La maggioranza impaurita……. di cosa…… di ripercussioni per aver negato una riunione inutile e addirittura ingiustificata?
    Nemmeno loro riuscivano a dare una giustificazione ed un senso anzi meglio una motivazione a quella richiesta di sospensione, son rimasti senza parole perchè non sapevano cosa rispondere alla domanda del presidente e come conigli son scappati via dopo quella forte negazione.
    Non avevano argomentazioni immediate dato che, ogni qualvolta che il sindaco, o la maggioranza parla, la minoranza e sempre intenta a fare altro o bisbigliare sotto denti (io la chiamo: mancanza di rispetto) senza ascoltare il loro interlocutore ecco perchè poi richiedono quei famosi 5 minuti, fanno un sunto veloce di quello che ognuno di loro ha capito o sentito per poi stilare una spece di risposta da dare.
    Giusto “l’osservatore” giusto “gessi”.

    Sono un altro “superstite” meglio un sostenitore di Valla e del cambiamento, che ovviamente non riuscite a vedere perchè non riuscite ancora a digerire la pesante e schiacciante sconfitta.

  10. gentile gessi , la mia non è una min , il testo unicaccia …la legge parla,il testo unico degli enti locali dice chiaramente che non vi è alcuna questione di ineleggibilità . la batosta , natilla , rossiello e tutta la minoranza della minoranza come valla l’ha definita la riceveranno aspramente dalla legge non minaccie e non minaccie.si tirino indietro gli uomini della sinistra e contibuiscano a a cambiare bitonto!!!!

Lascia un commento