IL SIGILLO DELLE ORE 4.00: ANALISI DEL VOTO

Debacle annunciata quella del centrosinistra bitontino.
Pur non riuscendo a soddisfare le aspettative di vittoria al primo turno, la maxicoalizione a sostegno di Raffaele Valla si assicura la leadership assoluta nelle consultazioni amministrative con un rassicurante 43,04% (15.346 preferenze) e ben 9 punti percentuali di scarto sul diretto rivale Giovanni Rossiello (33,72%).
Le operazioni di scrutinio, quantomai tese e controverse, si sono concluse solo alle prime luci dell’alba. Fanalino di coda nello spoglio dei voti la sezione 10, sita presso la Scuola Materna di via Michelangelo, oggetto di forti contestazioni e costretta alla revisione delle schede.
In cima ai consensi degli elettori di Valla, com’è comprensibile, il PdL con il 17,33%, che pure deve cedere il passo al 25,59% del PD, che si conferma quindi con forza primo partito in città. Sorprendente nelle fila del centrodestra la lista Valori Sociali, che con il 6,06% dei consensi è prima fra le liste civiche. Sulla soglia del 5% UDC, Nuovo PSI e Lista Valla, mentre il Cantiere della Partecipazione, anima simbolica della coalizione che ha conquistato al prefetto un posto di tutto riguardo nella campagna elettorale, riscuote un modestissimo 3,43%.
Variegato lo spettro dei consensi anche a sinistra. Dopo il risultato complessivamente buono della compagine veltroniana, che oltre alle vicende cittadine sembra aver accusato il colpo per la disfatta nazionale, segue il notevole 7 e mezzo percento di IdV, il 5,18% della lista Riformisti e, in coda, La Sinistra l’Arcobaleno, che arranca con l’1,88% dei consensi, “un risultato resistente” come lo definisce la portavoce del circolo locale Anna Belligero.
Se, dunque, una laboriosa cautela domina le dichiarazioni di amministratori uscenti e candidati rossielliani, già proiettati verso il prossimo traguardo del turno di ballottaggio, dall’altra parte, nascostamente gaudenti, gli esponenti di centrodestra fanno quadrato attorno al loro candidato e si mostrano quasi indispettiti per il tempo, quasi superfluo per loro, da dover ancora  investire in discorsi elettorali prima di potersi insediare a Palazzo di Città.
Autentica sorpresa delle consultazioni, però, i Socialisti, che solleticando le ataviche simpatie politiche della città vedono premiata la loro scelta di autonomia e totalizzano il 7,41% portando Franco Scauro sul gradino più basso del podio, a un soffio dagli 8 punti di percentuale.
A seguire, le chiacchieratissime liste civiche, a pieno titolo protagoniste della bagarre elettorale scatenatasi nelle ultime settimane ed in qualche modo responsabili di una parcellizzazione del voto.
Guida la cordata Pippo D’Acciò (5,37%), che porta in Consiglio Comunale Città Democratica (3,54%) e beneficia chiaramente di un buon numero di preferenze derivanti dall’opportunità di voto disgiunto. Solida la lista Laboratorio (4,13%), che in concomitanza alla poco determinante Forza e Movimento (0,41%) conferisce a Vito Palmieri un ottimo piazzamento, con il 5,02% dei suffragi.
Deludente rispetto alle ben più rosee aspettative l’avventura politica di Arcangelo Morea, che si conclude con un 2,84% che sa di un nulla di fatto. Stesso dicasi per gli Amici di Grillo e Giuseppe Cannito, di poco sopra il punto percentuale, e per l’ultima delle forze partitiche scese in campo, La destra-Fiamma Tricolore, che non riesce a regalare a Pasquale Bacco neanche il punto della bandiera.

La notizia vera, però, è l’esorbitante numero di schede non valide, che tra bianche (394), nulle (882) e contestate (88) sfiorano il 4% del totale. Una cifra impressionante, che dovrà fare certo riflettere sul voto disgiunto e sulle modalità di scrutinio adoperate.
E intanto, nella composizione del nuovo emiciclo di Palazzo Gentile, due volti noti degli opposti schieramenti di testa, Domenico Damascelli e Francesco Paolo Ricci, si attestano come primo e secondo suffragato per voti di preferenza.
Tra 13 giorni la parola fine a questa odissea elettorale.

Sabino Paparella


IL SIGILLO DELLE ORE 4.00: ANALISI DEL VOTOultima modifica: 2008-04-16T04:25:00+02:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

25 pensieri su “IL SIGILLO DELLE ORE 4.00: ANALISI DEL VOTO

  1. Si grida viva ad una persona seria (Raffaele VALLA)!.
    E’ una persona seria chi nel giro di qualche anno si vende prima a sinistra e poi a destra, al migliore offerente ?!
    Se questa persona seria dovesse andare a palazzo Gentile, chi ascolterà l’ex socialista Fiore, l’ex comunista Nicola Antuofermo, il verde Granieri ,Forza Italia o Alleanza Nazionale.
    Mi viene un dubbio, forse è solo un paravento di contrapposti interessi personali.
    Una cittadina

  2. Cara Cittadina se Valla non è una persona seria, e ne possiamo discutere, non mi verrai a dire che Rossiello e la sua band sono invece seri.
    E poi se parliamo di voltabandiere credo che se guardiamo nelle liste della coalizione di Rossiello troveremo molte voltagiacchette.Quindi…..

  3. mi astengo da ogni commento politico, e ricordo che prima di giudicare gli altri giudichiamo noi stessi……. vorrei solo fare un grande complimento all’intero staff di BitontoTV per il loro operato e la grande dedizione verso questo paese che a volte non merita molto…… grazie

  4. Temo che il nostro paese soffra da anni di una mancanza assoluta di una vera CLASSE DIRIGENTE … Pice in 8 anni ha prodotto qualche crescita sul piano delle offerte turistico-culturali della Città, ma sono secoli che il nostro declino economico+sociale sembra inarrestabile. La mancanza di un piano regolatore per la edilizia e i prezzi assurdi delle poche case disponibili hanno portato la gran parte dei cittadini a forti indebitamenti per potersi permettere una casa di proprietà o per pagare fitti ormai esosi.
    La mancanza di qualunque seria e nuova possibilità occupazionale sviluppatasi di recente, ha impoverito ancora di + la nostra economia e la nostra vita.
    La inadeguatezza della macchina amministrativa (il cui personale è stato “selezionato” nel corso degli anni passati da politici che ora si trovano DA ENTRAMBE LE PARTI) ha paurosamente allontanato i cittadini da qualunque interesse nella vita “pubblica”.
    La criminalità ci prosciuga dei nostri soldi, serenità, minima qualità di vita.
    Basta guardarsi attorno e fare un minimo di CONFRONTO ( in termini aziendali si parla di “benchmarking” ) con le + vicine e simili realtà locali come Molfetta o Corato … sviluppo, progettualità … è triste ma siamo lontani anni luce.
    Credo però che tutto questo declino sia quello che NOI ci meritiamo !

  5. la grande differenza di voti tra valla e rossiello ci fa capire quanto la scelta del candidato sindaco del centrosinistra sia stata totalmente sbagliata, così come ci indica, benchè già si era capito, che i bitontini hanno già scelto il loro sindaco ed è valla
    non si scappa dai numeri
    è stata una sconfitta x i rosselliani, e credo che questo dato si riconfermerà in sede di ballottaggio

  6. d’accordo con te,ma la differenza di voti tra le due coalizioni è altrettanto notevole….qui c’è qualcosa che non torna,io penso che sia stato un referendum sulla persona e chiaramente rossiello ne esce male,è evidente.
    però è chiaro pure che i dirigenti dei partiti collegati a Valla ne escono molto male,è grave constatare che il centrodestra a Bitonto becca un mare di voti per le politiche e poi cala bruscamente nelle amministrative,evidentemente,forse,sono impresentabili

  7. Il leit motiv di questa campagna elettorale è stata la personalizzazione, è indubbio. Rossiello è stato sottoposto a un referendum personale, quando un sindaco ed una coalizione si votano sui programmi e sulle idee e i contenuti, e Valla è la “colla stick” che tiene in piedi una coalizione troppo variegata. Entrambi uomini seri e degni di stima per il lavoro che hanno svolto nelle diverse sedi, da qui bisognerebbe partire prima di dire bugie e faziosità che si sono sprecate in questa campagna elettorale.
    Un attimo dopo aver fatto questa precisazione provo a fare un’analisi del voto, forse superficiale e anche frettolosa forse. Il centro sinistra a Bitonto gode ancora, evidentemente, di consenso, vista la differenza tra i risultati delle politiche e quelli delle amministrative. Il centro destra arranca, oltretutto con una serie di candidati rimasti a 0 voti o pochissimo di più nelle liste. In tutte le liste, addirittura nella lista del pdl, che dovrebbe essere, al contrario delle liste “inventate” all’ultimo momento, una lista pregna, perchè frutto di decisioni dei partiti.
    Anche Bitonto non è stata risparmiata da quella guerra civile di cui parlava qualcun’altro in un altro commento, perchè al primo posto delle preoccupazioni di buona parte di coloro che si sono impegnati, direttamente o indirettamente, in questa campagna elettorale, c’è stata la SANTIFICAZIONE o DENIGRAZIONE, a seconda dei casi, del candidato sindaco innazitutto. Allora io mi chiedo: è degna di donne e uomini seri una campagna elettorale in cui il confronto si riduce allo scontro, in cui la propositività sta tutta nella distruzione dell’operato altrui, in cui le coalizioni spariscono all’ombra fresca o sotto il sole cocente dei nomi dei candidati sindaci? Io credo di no, e francamente ho provato a sottrarmi a questa logica da stadio e continuerò a farlo, perchè mi interessa migliorare la mia città e non vincere un campionato e basta.

  8. Onestamente già gli italiani hanno combinato lo schifo dando la maggior preferenza a Berlsconi…
    Credono gli italiani che Brlusconi possa cambiare le cose…e però non ricordano che dopo i 5 anni di governo precedente di Berlusconi erano schifati da lui e votarono a sinistra…
    GLi italaini è un popolo di voltabandiera…

    a aprte ciò e venendo a aprlare proprio del caso Rossiello e Valla…
    Io ho votato Rossiello perchè innanzitutto è stato mio prof al liceo e credo di poter dire che lo conosco almeno un pochino…ed è sempre stata una persona seria e onesta…presente e attenta ad ascoltare le nsotre lamentele di alunni e studenti del liceo scientifico quindi proprio per questo io lo ho votato perchè sicuramente ascolterà se diverrà sindaco [e io me lo auguro] tutti i problemi dei cittadini di bitonto…e poi inoltre voglio solo fare uan precisazione…

    Valla ha cambiato schieramenti tantissime volte…Rossiello no…vogliamo essere governati da uan persona falsa ipocrita o d uan persona coerente con le proprie scelte politiche…???

    Su Valla potrei dire tante altre cose…ma mi limito qui…perchè stà male parlare di una persona che non possa controbattere…ma per me è una persona che non emrita di diventare sindaco della mia città…

    Detto questo spero che domenica quando andremo al ballottaggio i bitontini si mettano la mano sulla coscienza e votino Rossiello…

  9. Rammaricata forse a scuola Rossiello è una persona onesta ma in politica NO!! Lo dimostra anche la campagna elettorale “sporca” di Rossiello, mentre quella di Valla era “fondata” sull’ONESTA’!!! Quindi non facciamo i moralisti a tempo perso perchè i bitontini hanno già scelto chi sarà il nuovo sindaco di Bitonto!!! E al ballottaggio avremo solo un’ulteriore conferma di ciò!!!

    P.S. Inoltre NON PUOI PERMETTERTI di giudicare Valla!! Lo conosci??Non credo proprio!!! Inoltre tu pensi che Valla non meriti di diventare sindaco di Bitonto, ma quasi tutti i tuoi concittadini, al contrario, lo VOGLIONO come SINDACO.. come dimostano i numeri!!!

  10. Ragazzi io non ce la faccio più a leggere, a sentire o a scrivere che Valla è migliore di Rossiello o viceversa… non dobbiamo essere noi a dirlo, ma i fatti…. e Valla non ha ancora avuto la possibilità di dimostrare niente..

    quello che invece chiedo a tutti voi che scrivete sul blog, (dx o sx), ai dirigenti di partito, ai funzionari del Comune…. rendiamoci promotori di una cosa importantissima:
    LA SCHEDA DEVE ESSERE CONSEGNATA APERTA !!!!

    Non voglio alzare alcuna polemica, però ho sentito di altri casi di schede con la croce già apposta su un candidato sindaco…
    In ultimo, questa mattina, detto da una semplice ed umile signora che di politica non ne mastica e non ne vuole sapere..
    io la conosco e LE CREDO; quando le ho chiesto perchè non lo ha fatto notare a nessuno, mi ha risposto che ha avuto paura di ribellarsi, perchè sarebbe stata necessaria una denuncia e lei ha un piccolo esercizio commerciale…

    Purtroppo dobbiamo ricordarci che IL VOTO E’ UN DIRITTO e nessuno può togliercelo o imporcelo, LASCIATECI LIBERI DI SCEGLIERE !!
    L’UOMO IN QUANTO TALE DEVE AVERE UNA DIGNITA’, e in questa tornata elettorale ne ho vista pochissima DA AMBO LE PARTI !!!

    CHIEDIAMO TUTTI INSIEME CHE LE SCHEDE SIANO CONSEGNATE APERTE, COSI’ NESSUNO AVRA’ BRUTTE SORPRESE O POTRA’ AVALLARE ALCUNA IPOTESI DI TRUFFA !!

    Spero proprio che si addivenga a questo e …buona competizione a tutti.

  11. a quelli della sinistra roselliana che non riconoscono il super risultato di valla , mi vien da dire falsi.!
    ieri valla dopo venti anni di centro sinistra di anarchia roselliana -procacciana a bitonto , ha dimostrato che c’è tanta gente che a questi non li vuole più,tale risultato è stato dimostrato anche avantieri alle politiche.
    il risultato di valla è ottimo con una lista più forte dell’ udc, ieri avremmo stappato lo champagne in onore di bitonto.il risultato è strepitoso.nel pd verrà eletto solo chi ha voluto la dinastia pice-procacci, i trombati di lusso sono infiniti:sicolo,cazzato,picciotti,viapiana,teofilo…..quanti ce nè sono!Basti dire che l’elettorato ha bocciato sicolo e cazzato per capire il flop della giunta di centro sinistra precedente ….Cari tra due settimane se chi fino ad ora ha dimostrato un pizzico di serietà , lo dimostrerà del tutto(il ps), valla stravincerà e con gente nuova(i bravissimi somma e damascelli,perrini,fiore,di carla,farella,lonardelli,patierno,vacca) e qualche chioccia come l’ avvocato tarantino ,l’ avvocato de santis , bitonto rinascerà!!!!!
    altro che i signori del pd!!!!

  12. Sono daccordo con te Beppe.. le schede DEVONO essere consegnate aperte al ballottaggio x non permettere che si ripetino situazioni come quelle di lunedì!! Solo così ci potranno essere delle elezioni “pulite” senza l’ipotesi di brogli elettorali!!

  13. BRAVO Paolo!! Ma è normale che non riconoscono il super risulato di Valla, perchè al tempo stesso ammetterebbero la loro SCONFITTA E LA VERITA’ FA MALE!!!!!!! Anche al ballottaggio Valla stravincerà esattamente come ieri!! METTETEVI L’ANIMA IN PACE CARI SOSTENITORI DI ROSSIELLO!!! VALLA E’ VICINISSIMO ALLA VITTORIAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!

  14. Ho l’impressione che a Bitonto abbia sempre vinto (e continui a vincere) il clientelismo, tanto a sinistra quanto a destra. Gli imprenditori e la gente che conta a Bitonto punta sui candidati sindaci (quelli dei partiti grossi e non le liste amatoriali)
    come si punta ai cavalli. Chi vince prende il piatto.
    Quindi i miei auguri non vanno a valla, ma a chi a puntato su lui.
    Si mangia vuaglio’
    (Tanto rossiello………..lo sai,no?)

  15. LEggendo i commenti sul blog e ascoltando la gente in giro mi viene continuamente un dubbio:
    Se tutti sono contro valla e rossiello, se ha votato l’80% dei bitontini, non è che qua sopra approfittando dell’anonimato siamo tutti ipocriti e poi nella cabina dove c’è da fare il nostro interesse alla fine votiamo come la maggior parte dei bitontini????

  16. Anna Belligero?
    ma è bitontina?
    l’ho vista una volta su antenna sud. mi è sembrata una ragazza vispetta. peccato abbiam scelto una “fede politica” che la prossima settimana l’onu si appresta a dichiarare “patrimonio dell’umanità” e nel museo avrà un posto a fianco ai sassi di matera.

  17. caro eugenio, sì, sono bitontina e non sono nuova nemmeno sul blog! Mi fa piacere, tu non sai quanto, che tu conosca bene i miei orientamenti enon sappia quais nulla della mia vita personale. Mi spiego meglio: siccome poco prima accennavo alla malattia della personalizzazione della politica, leggo con molto piacere che tu sai che sono comunista(il patrimonio dell’umanità a cui alludevi) ma per esempio non sapevi che sono cittadina di questo paese. Anche questa, nel suo piccolo, è al bella politica, perchè mi fa sperare che c ene siano altr* come te, in questa città e in altre, che si interessano prima ai contenuti, alle affinità e alle divergenze, e poi magari, danno uno sguardo “al personale”.
    Grazie anche per il “vispetta”!

    Noemi…cara…sei troooooppo cara!

  18. ho letto solo ora il commento di anna belligero
    avrei voluto tanto non leggere certe amenità, però il destino è stato malvagio con me
    lei dice “è degna di donne e uomini seri una campagna elettorale in cui il confronto si riduce allo scontro, in cui la propositività sta tutta nella distruzione dell’operato altrui, in cui le coalizioni spariscono all’ombra fresca o sotto il sole cocente dei nomi dei candidati sindaci?”
    vorrei tanto indicare alla suindicata che le denigrazioni sono state architettate ad arte dai rosselliani, mentre la coalizione valla si è data uno stile in questa campagna elettorale
    lai parla di scontro….ma lo scontro l’ha voluto rossiello e i rosselliani…e lei sta con i rosselliani…….
    troppo facile lavarsi le mani, quando si sta anche con le punte dei capelli in una coalizione che di questa campagna elettorale ricorderà l’amara sconfitta e gli innumerevoli autogol

  19. e poi descrive la coalizione valla come unita solo dalla colla
    sinceramente non mi sembra che la vostra invece sia un’armata unita e compatta, anzi lascia i pezzi ovunque, così come alcune componenti, come la vostra, non è che abbiano avuto un ruolo rilevante i n questa tornata elettorale
    ma forse è stato meglio così………non vi siete fatti vedere x niente e non vi siete troppo sporcati le mani
    bravi, avete scelto la correttezza
    quel manifesto denigratorio di valla non firmato da voi vi fa onore
    anche se credo che nella denegata ipotesi di vittoria di rossiello, non credo che otterrete poi tanto in giunta
    ma a voi non interessa perchè fate la politica x passione e non x poltrone………………..
    a buon intenditor………

Lascia un commento