IL TORRIONE ANGIOINO ILLUMINATO PER L’ULTIMARSI DEI LAVORI

Dopo essere stato sotto i riflettori della Giornata Fai di Primavera, il Torrione Angioino si offrirà agli occhi dei bitontini illuminato insieme al suo fossato. L’appuntamento è per le ore 20 di oggi (martedì 8 aprile), quando l’antica torre circolare e il fossato saranno illuminati, in una sorte di anteprima della vista che si potrà godere a lavori ultimati. L’intervento al fossato, infatti, avviato a settembre 2007 volge ormai al termine e dovrebbe essere ultimato, capricci del tempo permettendo, entro la fine di aprile.
Sempre da domani la recinzione del cantiere comincerà ad arretrare, man mano che la posa in opera della ringhiera del fossato procede. Il primo tratto ad essere liberato è quello che va da Porta Baresana verso il centro di Piazza Cavour: i 15 pannelli di ringhiera saranno temporaneamente protetti da una fila di transenne, per motivi di sicurezza, senza per questo ridurre il fascino della scoperta della nuova veste del Torrione.
In settimana proseguiranno i lavori di installazione della ringhiera, saranno completate le finiture sui muri della palificazione di sostegno laterali e sui costoni delle vecchie mura angioine emerse durante gli scavi. L’ultima fase dei lavori sarà dedicata al montaggio del ponte che collegherà la piazza con il Torrione e alla sistemazione del fondo del fossato.

Fonte: Comune di Bitonto – Ufficio Comunicazione e Informazione

IL TORRIONE ANGIOINO ILLUMINATO PER L’ULTIMARSI DEI LAVORIultima modifica: 2008-04-08T12:33:00+02:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

10 pensieri su “IL TORRIONE ANGIOINO ILLUMINATO PER L’ULTIMARSI DEI LAVORI

  1. E’ il caso di dire “vieni avanti cretino, perchè mi viene da ridere”.
    Questa sceneggiata Pice se la poteva risparmiare.
    Si vede chiaramente che hanno l’affanno e non vedono più il traguardo e per cercare di individuare la coda del gruppo hanno bisogno di un pò di luce.
    Beati loro e sia luce.

  2. Ormai politici consumati ve le state cercando un pò di critiche. Ma tutto sommato giuste.

    In fin dei conti, l’illuminazione del Torrione oggi mi sa come inutile, come la villa Jannuzzi. Mettere una collezione infinita di inaugurazioni (ferrovia, bike sharing, la festa di non so cosa altro) sta pregiudicando fortemente la vostra campagna elettorale che è, a parere di un tecnico, un vero disastro.

    La predisposizione di essere i primi della classe è un limite oggettivo di uomini come Voi che non conoscono il confine “dell’amor proprio”.

    Ma non può, e ne sarà certezza, un libro sui 10 anni di governo a cambiare le sorti della ormai spenta fiaccola del successo.

    Il libro, Signor Pice, per la cronaca, l’aveva realizzato anche il Signor Berlusconi. Tra Signori ci si intende.

    Saluti.
    Cittadino (un tempo di sinistra)

  3. Signor Marco, credo che sia giusta l’alternanza al governo cittadino.
    E’ un toccasana.
    “Sopravvivenza” è un termine che non si sposa con la nostra democrazia. Però una cosa Le preciso, si ricordi che ho convissuto, con distacco, alla arroganza senza fine dei Signori di Sinistra, perché non dovrei sopravvivere a quelli di destra. E’ uno specchio.

    Saluti.

  4. egregi signori tutti, facciamo un pò di chiarezza.
    il fatto che Pice e la sua amministrazione stiano ultimando molte
    “opere” in piena campagna elettorale e le stiano pubblicizzando
    ad arte, è un fatto, ammettiamolo pure, normale.
    se siamo obiettivi fino in fondo, dovremmo ammettere, che anche un governo di centrodestra al loro posto avrebbe fatto ugualmente.
    ogni governo uscente, perciò, e portato a osannare soprattutto
    se stesso, per un fatto di “legittima difesa”.
    pice, giustamente e legittimamente vuole difendersi da tutti
    gli attacchi che gli vengono mossi, e usa ogni mezzo disponibile e consentito.
    pice, con i suoi meriti e i suoi errori, fra qualche giorno, lascerà
    palazzo gentile.
    la giunta che lo ha sostenuto è il “problema”
    giunta che si è ripresentata nel modo che tutti sappiamo
    “ai posteri l’ardua sentenza”

Lascia un commento