I CONSIGLIERI USCENTI NINO CASTELLANO E ANTONIO BONASIA LASCIANO IL PARTITO SOCIALISTA

All’indomani della presentazione ufficiale del candidato sindaco, il Partito Socialista bitontino registra due defezioni: Antonio Bonasia e Nino Castellano. Entrambi consiglieri comunali uscenti e da sempre legati al Partito Socialista, hanno comunicato ieri con un intervento ufficiale la decisione di lasciare il partito guidato a Bitonto dal dottor Franco Matera. Nel comunicato si parla di “incociliabili differenze di valutazione in ordine alle ultime scelte politiche” che hanno portato “a malincuore” a questa scelta. In particolare si contesta la decisione di “rompere unialteralmente l’alleanza di Governo della città” e i “metodi al di fuori di ogni logica di politica della partecipazione che hanno motivato le scelte”. Una  rottura netta rispetto alla rotta politica presentata negli ultimi giorni e che è stata celebrata giovedì sera nella Libreria del Teatro. I due “dissidenti” non vedono nel nuovo percorso socialista “una strategia politica, alcun progetto” ma anzi, si spingono ad affermare che si intravede esclusivamente un “tentivo di salvaguardare posizioni anche personali”.
Una contestazione aperta ed evidente alla attuale gestione del Partito Socialista. Una decisione che fa e farà clamore a pochi giorni dalla chiusura delle liste. Una decisione che, siamo convinti, non mancherà di suscitare reazioni sia nel Partito Socialista sia negli altri partiti della uscente maggioranza di governo della città. Nello stesso tempo scatta subito l’interrogativo: la fuoriscita dai ranghi del Partito Socialista indica un abbandono dell’attività politica o l’ingresso dei due in qualche altro schieramento? Alcune voci già sono iniziate a circolare subito dopo la diffusione della notizia. Ma considerato il poco tempo a disposizione crediamo che l’incertezza non durerà molto. Ancora pochi giorni e sapremo.

Francesco Paolo Cambione 

I CONSIGLIERI USCENTI NINO CASTELLANO E ANTONIO BONASIA LASCIANO IL PARTITO SOCIALISTAultima modifica: 2008-03-08T10:30:00+01:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

20 pensieri su “I CONSIGLIERI USCENTI NINO CASTELLANO E ANTONIO BONASIA LASCIANO IL PARTITO SOCIALISTA

  1. ammiro la prova di coraggio dei due consiglieri dissidenti del partito socialista;ho avuto modo di conoscere personalmente castellano e ti assicuro che non è il tipo da avere timore di non essere eletto, tra i socialisti è uno dei pochi ad impegnarsi e a battersi per il sociale (disabili, indigenti,lavoro, spettacoli,ecc.). sono convinta che continuerà le sue battaglie politiche e che sarà uno dei più suffragati

  2. Ciascuno giustifica le proprie scelte, più o meno inopportune che siano……non si definisca però l’atteggiamento dei due consiglieri comunali uscenti (di cui uno terzo eletto nella lista dello SDI alle scorse elezioni amministrative) un atto di coraggio, anzi….si veda più che altro nella loro “dissidenza” la voglia di far valere i propri ‘numeri’ e di non abbracciare una “strategia partitica” tesa alla salvaguardia e al miglioramento della città prima che che alla valorizzazione e al riconoscimento di una forza politica di grande peso a livello locale quale il P.S. ,che da più di un secolo partecipa nel bene e nel male alle vicessitudini dell’Italia intera; “strategia partitica” più volte definita una scelta difficile e impegnativa, a cui per far fronte c’è bisogno di tanto “coraggio”, ma allo stesso tempo dipinta come una “meravigliosa solitudine”. Si parla di uomini da sempre legati al Partito Socialista….da sempre, ma non nel momento in cui il Partito stesso vivrà forse uno dei momenti più significativi e sfiancanti della sua storia cittadina. Come diceva Wiston Churchill: “senza il coraggio tutte le altre virtù perdono valore”…..

  3. per orange_bud:
    non hai capito proprio niente!
    a quale era sei fermo?
    è proprio vero!!! uno da sè il coraggio non se lo può dare!!!
    il momento più sfiancante e significativo di cui tanto parli non riguarda il partito ma quelli che di esso di ne fanno uso ed abuso per spiccioli interessi.

  4. Per marco:
    e chi sarebbe che ne fa uso e abuso per spiccioli interessi?
    “[…]Nello stesso tempo scatta subito l’interrogativo: la fuoriscita dai ranghi del Partito Socialista indica un abbandono dell’attività politica o l’ingresso dei due in qualche altro schieramento?[…]”
    Rileggi queste poche righe dell’articolo a cui questi stessi commenti sono riferiti e pesa bene la parola coraggio che di certo non è sinonimo di cambio di rotta quindi la stada si fa ardua……….

  5. certo che la fuoriuscita di Bonasia e Castellano hanno creato un vero terremoto politico all’interno dei socialisti. non vorrei proprio stare nei panni del dottor Scauro. dalla popolarità che nelle ultime ore stanno acquisendo i due dissidenti sembra che il povero candidato sindaco del partito socialista con il suo improvvisato programma non riuscirebbe nemmeno a riconquistare la carica di consigliere comunale. nella tarda mattinata i due consiglieri fuoriusciti, in compagnia del candidato sindaco Rossiello, erano oggetto di tante strette di mano da parte di cittadini e di tanti volti socialisti. è questa una svolta storica per i socialisti bitontini?

  6. leggendo quanto detto da Teresa F. deduco che CASTELLANO e BONASIA abbiano scelto con chi schierarsi. se così fosse non resta altro da dirgli che BRAVI. hanno dimostrato di essere coerenti con la linea politica per cui si sono battuti. finalmente un pò di chiarezza. se questa è la verità il loro non è un cambio di rotta ma il naturale percorso che i socialisti hanno sempre professato.

  7. castellano e buonasia saranno candidati nelle liste del pd.
    castellano e buonasia insieme alle scorse elezioni raggiunsero quota 310 voti.castellano per chi si trova nel partito socialista ex sdi ???per un politico bitontino che ora è consigliere comunale da forza italia, ex socialista , abbandonato senza riconoscenza da nino castellano…ora del tutto tradito!
    scauro non perde niente stia tranquillo, rossiello non guadagna niente non serve la campagna acquisti , STRAVINCErà VALLA è tutto inutile!

  8. …. stravincerà valla, non perde scauro, non guadagna rossiello. si può sapere chi sarà il sindaco?…

    Caro ulisse se fai una somma algebrica dei tre verbi che hai usato tu il risultato è semplicissimo: stravincerà – perde = non guadagna.
    Dal tuo calcolo il sindaco dovrebbe essere valla. voto più, voto meno

  9. Quanta cattiveria in politica! Sono un amico in comune di Nicola Tarantino e Nino Castellano; vorrei precisare che tra i due non c’è mai stato tradimento o rottura. Entrambi sono stati e sono SOCIALISTI con la “S” maiuscola. All’epoca, ricordo che ci fu una legittima scelta di campo dell’avv. Tarantino, stanco di essere sempre contrastato all’interno del PSI da chi oggi ha portato il Partito Socialista alla deriva. Come amico comune posso assicurare che tra i due c’è stata sempre lealtà e rispetto reciproco al di là delle scelte di collocazione politica. Da quel momento, all’interno del Partito Socialista, i nemici dell’avv. Tarantino si sono schierati subito contro Castellano per impedirgli di crescere e di praticare la politica del suo maestro. Da cittadino neutrale invito gli interlocutori del blog a non alimentare stupide ed inutili dicerie che sono cosa diversa dalla POLITICA.

  10. Perdonatemi il quesito ma è una cosa che non mi fa “dormire”: ma tutti questi socialisti sul blog, fino a ieri mattina dov’erano?
    Sarò anche mal pensante ma all’improvviso un coro a sostegno. non mi sembra che prima di oggi tra i tanti commenti lasciati su questo blog ci fosse tutto questo assembramento di menti socialiste.

  11. Ognuno nella propria vita è libero di comportarsi come meglio crede e non ha l’obbligo di giustificare le proprie scelte a nessuno…..è per questo che auguro ai due consiglieri di avere fortuna nel percorso politico che si apprestano ad affrontare.Le qualità umane dei due uomini non si discutono….però…sarà che mi ritengo troppo nostalgico, addirittura un ‘romantico’…permettetemi una citazione di Ernesto Guevara:
    “Bisogna pagare qualunque prezzo per il diritto di mantenere alta la nostra bandiera”…..a buon intenditore poche parole!

  12. NOI L’AVEVAMO DETTO SIN DAL 9 MARZO 2008. OGGI LEGGENDO LE LISTE APPRENDIAMO CHE NINO CASTELLANO E’ RIMASTO SCHIERATO NEL CENTROSINISTRA E CHE E’ CANDIDATO NELLA LISTA RIFORMISTI.
    FORZA NINO!!! SIAMO TUTTI CON TE!!! CON LA TUA SCELTA HAI DIMOSTRATO CHE NEL TUO CUORE AL I° POSTO ALBERGA IL FUTURO DI BITONTO. CONTINUEREMO A SOSTENERTI, VAI AVANTI ………
    gabriella,marco,rosa,barbara, loredana, teresa
    MARCO,BARBARA,ROSA,TERESA,LOREDANA,PATRIZIO,……

  13. Se avessi fatto questa scelta politica nella legislatura precedente sicuramente avresti ottenuto più di 300 preferenze, senza il rischio di essere escluso già allora dall SDI.

    A mio parere, farlo oggi è solo per pura convenienza.

    Sai molto bene che il PD non ha mai regalato voti ai veri socialisti!!!

    Per questo sarebbe stato meglio restarsene a casa!!!

    Facevi una figura migliore.

Lascia un commento