DELLE CANCELLAZIONI E DEL REGOLAMENTO

Carissimi amici utenti del blog,
da circa due settimana abbiamo pensato di dotarci di regolamento per creare una seppur minima disciplina per l’inserimento dei commenti.
Il principio che ci ha guidati del redigerlo sono essenzialmente tre: identificabilità dell’indirizzo di posta elettronica, correttezza e buon senso nella redazione del testo e non ripetitività dei commenti sotto più post. Le 10 semplicissime regole che lo compongono ci sono sembrate il minimo indispensabile per uno strumento che, come abbiamo sempre detto, è completamente libero e senza alcun tipo di restrizione o censura preventiva.
Tuttavia i tre principi pensiamo siano inderogabili e, sopratutto il primo, è di fatto il principio che viene più spesso disatteso.
Per l’inserimento dei commenti l’unica cosa che vi chiediamo è quello di inserire una email valida, esistente ed attiva, per permettere un minimo di identificabilità dell’autore del commento. L’indirizzo mail non sarà mai pubblicato nè tantomento divulgato e il controllo viene fatto solo la prima volta che si lascia il commento con un nuovo indirizzo email. Per cui è una piccola accortezza che credo non costi molte rinunce da parte di nessuno, sopratutto se si ritiene di avere qualcosa di interessante da scrivere come succede nella stragrande maggioranza dei commenti.
Negli ultimi giorni abbiamo usato la mano pesante ma non per un irrigidimento da parte nostra ma semplicemente perchè sono aumentate le indicazioni di email non reali. A maggior tutela delle nostre decisioni e a favore di chiunque a cui sia stato cancellato un commento, conserviamo il messaggio che il sistema ci invia quando una mail è erronea. Negli ultimi giorni mi sono visto costretto a cancellare alcuni commenti (gianni e cittadini di sinistra su tutti) che contenevano degli interventi molto interessanti e sopratutto civilissimi e su cui confesso di aver pensato qualche secondo prima di cancellarli. Ma in questa fase pensiamo debba prevalere in tutti noi la voglia di rispettare alcuni semplici principi, che poi sono le basi della nostra minicostituzione.
Noi siamo sicuri di avere dall’altra parte del monitor delle persone intelligenti, appassionate, innamorate della propria città e del suo progresso e, proprio per questo, siamo sicuri che capiranno l’importanza del rispetto di minime regole di convivenza per permettere a questo piccolo strumento che ci siamo regalati di crescere e diffondersi.
Oltretutto proprio la passione degli utenti che ci seguono sta facendo balzare al centro dell’attenzione di molti osservatori, non solo bitontini, il nostro blog che sta diventando un modello da seguire con attenzione e quasi da imitare. Senza la collaborazione di tutti sarebbe difficile riuscire ad ottenere questi risultati.
Come già più volte anticipato molti sono i progetti che bollono in pentola ma come voi ben sapete questo blog non ha raccolta pubblicitaria e non viene sovvenzionato da nessuno e quello che viene investito è frutto di autotassazione di tutti i ragazzi che vi collaborano. Per cui in qualche caso i tempi possono sembrare lunghi ma le soluzioni e le tecnologie che stiamo adottando consentiranno davvero di confermarci all’avanguardia e permetteranno alla nostra città d’essere additata a modello non solo qua da noi, ma anche lontano.
Vi ringraziamo per l’attenzione con cui ci seguite e della passione che ancora di più vorrete mettere nella partecipazione alle discussioni.

Francesco Paolo Cambione – Bitonto.myblog team

DELLE CANCELLAZIONI E DEL REGOLAMENTOultima modifica: 2008-03-04T10:40:00+01:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento