DOMENICO SICOLO: ESTRO E FANTASIA

410424781a2847fb09a777f9bf90374a.jpgIncontriamo Domenico Sicolo, classe 74, disegnatore e illustratore per studi grafici che ha portato alla ribalta la nostra cittadina per essersi aggiudicato il Premio Nazionale “Umoristi a Marostica” nella sezione “Humor Cartoon”.
La manifestazione è il risultato di un Concorso Internazionale di opere grafico-umoristiche che si svolge, sin dal 1969, nella cittadina veneta, ad opera dell’associazione culturale “Gruppo Grafico Marosticense”.
“I concetti vengono espressi con umorismo che non vuol dire far ridere e basta ma far sorridere e, soprattutto, provocare una riflessione fino a confrontarsi, anche a livello internazionale, sui grandi temi. Il fumetto, la vignetta diventano, così, un messaggio universale che non deve porsi il problema della lingua perché riesce a comunicare, ogni cosa, senza parole.”
Questo, peraltro, sembra essere lo stile di vita del nostro interlocutore: parole poche (e dette anche a bassa voce), immagini tante … e belle!
L’opera che gli è valso il prestigioso premio assegnato, lo ricordiamo, da una giuria internazionale, aveva per tema (imposto dalla stessa giuria) il “Tempo” e raffigura un orologio a cucù dove il pendolo rappresenta il denaro, che si sposta da destra a sinistra e viceversa. I poteri forti, invece, individuati nella religione e nella guerra (con un vescovo da una parte e un generale dall’altra), sono i due pignoni che con la forza di gravità consentono al pendolo di oscillare. Infine gli ingranaggi, nascosti all’interno dell’orologio, rappresentano gli operai, gli impiegati, i sacerdoti, i soldati e tutti quelli che nella società lavorano e che con la loro opera consentono, magari, all’esponente politico di turno di irrompere nella scena: il cucù!
L’opera, che per ragioni legate al diritto d’autore non possiamo mostrarvi, ci ha strabiliato e soprattutto incuriosito: da dove ha avuto origine il tutto? “Semplicemente dal fatto che ho acquistato un vecchio orologio a cucù da una bancarella di robe usate. Era ridotto veramente male. Per rimetterlo in sesto ho dovuto smontarlo interamente e mi sono ritrovato in un mondo di ingranaggi che mi ha totalmente rapito. Capirne il funzionamento mi ha permesso di arrivare alla similitudine che ho tentato di comunicare attraverso la mia vignetta”.
Complessivamente gli autori che hanno partecipato al concorso erano 261, provenienti da 38 nazioni diverse. La manifestazione annovera fra i suoi passati partecipanti autori come Osvaldo Cavandoli, Bruno Bozzetto, Sergio Toppi, Silvia Ziche (che quest’anno ricopriva il ruolo di presidente di giuria) e l’argentino Quino. Mentre come espositori Emanuele Luzzati e Milo Manara.
Domenico è anche presidente dell’associazione culturale “Hamelin – Il paese dei ragazzi”. Lo si può incontrare presso la libreria per ragazzi “Hamelin”, sita in via Ludovico D’Angiò, dove, tra l’altro, tiene Corsi di Fumetto. I suoi allievi possono ammirare l’orologio a cucù che scandisce il tempo della loro lezione.
Agli appassionati degli eroi anni ’70 (del disegnatore giapponese Go Nagai) consigliamo un passaggio in libreria: potranno tornare indietro nel tempo con le miniature dei loro eroi preferiti.
Vi invitiamo, infine, a visitare i siti www.libreiriahamelin.it e www.domenicosicolo.it.

Maurizio Loragno

DOMENICO SICOLO: ESTRO E FANTASIAultima modifica: 2008-02-25T07:50:00+01:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento