1940-1945: Gioele, fuga per tornare

1940-1945: Gioele, fuga per tornare

Autore : Giulio Levi

Editore : Fatatrac

Anno : 2008

La Libreria Hamelin incontrerà Giulio Levi sabato 16 febbraio ore 9.30 presso la Scuola secondaria di primo grado “C. Sylos”

Un viaggio a ritroso nel tempo, due generazioni sono passate, e l’autore trova la forza di ritornare alla sua infanzia per raccontare ai bambini di oggi, con le emozioni e le parole di allora, la storia della sua famiglia; siamo negli anni bui che vedono le leggi razziali applicate anche in Italia. Il racconto della fuga in Svizzera, basato su documenti originali e su frammenti di memoria, parla di brevi soste e spostamenti improvvisi, di campagne e città sconosciute, di campi profughi. Gioele, trascinato da eventi più grandi di lui, non capisce il perché delle partenze precipitose, dell’allontanamento dai genitori e dalla sorellina, di una vita che lo vede via via “ospite” di famiglie diverse, con abitudini e lingue a lui ignote. Un racconto intenso e emozionante ma lieve nella voce narrante, che riesce spesso a farci sorridere, pur nel pesantissimo contesto nel quale e inserito; brevi stacchi all’interno del testo ricordano al lettore le vicende storiche e familiari che il bambino non conosce (le leggi razziali, la guerra, 1’armistizio, i parenti soppressi nei campi di sterminio) e dalle quali i genitori tenacemente lo difendono. Gioele è tra i fortunati che ritornano, e ritrova con gioia la sua casa e i suoi giochi. Ma questo, si chiede e ci chiede lo scrittore, può essere considerato un lieto fine? Età di lettura: dagli 11 anni.

visita il sito della libreria

1940-1945: Gioele, fuga per tornareultima modifica: 2008-02-18T00:20:00+01:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento