NOI CI ILLUMINIAMO DI MENO, E TU??

e39ec56b83cd74e7f5a928a110bcafa6.jpgMoltiplica l’effetto Risparmio!!
Fai girare questo articolo* ed invita tutti i tuoi amici!


Bitonto.myblog lancia la campagna di sensibilizzazione perchè la filosofia del risparmio diventi paradigma di vita per ciascuno di noi. In occasione della giornata di mobilitazione fissata per il 15 febbraio, Bitonto.myblog aderirà all’iniziativa “M’illumino di meno” promossa da Caterpillar, noto programma di Radio2.
L’appuntamento è alle ore 18.00 quando contemporaneamente tutta la penisola si spegnerà simbolicamente.
Partecipa anche tu, spegnendo luci ed ellettrodometici della tua casa o ufficio, impegnati perchè le buone abitudini del risparmio energetico t’accompagnino non solo il 15 febbraio.
Come fare?
Clicca sui link sottostanti e scarica, stampa, diffondi i pdf che ti proponiamo: contengono accorgimenti e facili regole per risparmiare. Da subito.

Leggi il mini-vademecum: CLICCA QUI
Scarica il decalogo di “M’illumino di meno”: CLICCA QUI
 
 
* per inviare questo articolo e segnalare l’iniziativa puoi anche usare il form di Myblog cliccando qui sotto sulla parola “manda”  
NOI CI ILLUMINIAMO DI MENO, E TU??ultima modifica: 2008-02-15T09:12:15+01:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

10 pensieri su “NOI CI ILLUMINIAMO DI MENO, E TU??

  1. ma il comune di Bitonto sa di questo evento? qualcuno li ha avvisati di quanti comuni a livello europeo aderiscono? Hanno intenzione di aderire in qualche modo? si disinteressano? ne sono contrari?
    vabbè che siamo agli sgoccioli della legislatura ma poco poco di entusiasmo per questo tipo di iniziative ci vuole…

  2. Caro Ciro
    purtroppo tra il dire e il fare c’è sempre di mezzo il mare!
    i nostri amministratori si sono sempre vantati di essere molto attenti alle problematiche dell’energia, come peraltro fanno tutti quelli che si dichiarano di sinistra, quasi a testimoniare che su alcune problematiche gli uni sono più sensibili degli altri. Concretamente, quando si tratta di pubblicizzare e soprattutto testimoniare questa sensibilità all’argomento c’è un’eclissi quasi totale.
    Voglio pensare che loro abbiano battuto altre strade senza passare per questo blog, ritenendo superfluo intervenire per supportare questa iniziativa.
    Agli amministratori del blog va il mio plauso con l’invito a continuare così: portate avanti, sempre, quel che ritenete giusto.
    Mi unisco a quanti si complimentano per la realizzazione di questo “spazio libero”: per la prima volta avverto il non-schierarsi!
    Grazie ancora

  3. cari amici del Blog,
    nel 2006 e nel 2007 il Comune di Bitonto attraverso il Centro di educazione ambientale (CEA) Elaia ha aderito a “M’illumino di meno” ( http://www.elaiabitonto.it/Mi%20illumino%20di%20meno.asp ) promuovendo le attività di sensibilizzazione proposte da Caterpillar.
    Quest’anno abbiamo deciso di non aderire. Perchè?
    Siamo a favore dellle campagne di comunicazione, ma sole se inserite all’interno di progetti di lungo termine con obiettivi da raggiungere.
    Rispetto all’energia abbiamo proposto all’Amministrazione Comunale l’adozione di un PEC (Piano Energetico Comunale) che valuti i consumi energetici sia della Pubblica Amministrazione sia dei privati (cittadini e imprese). Il PEC servirebbe a dettare le azioni da intraprendere in 5 anni per abbattere i consumi energetici.
    La questione dell’energia è cruciale e vi invito a visitare il sito http://www.eco2logicamente.it , che abbiamo realizzato per la Regione Puglia.
    L’Amministrazione Comunale si è dimostrata molto interessata alla proposta, ma, come giustamente dice qualcuno, ci si trova in un collo di bottiglia a causa dei numerosi appuntamenti istituzionali che si terranno a breve (approvazione bilancio 2008 ed elezioni amministrative). Speriamo che l’agenda dei futuri amministratori tenga nella propria serie di priorità tale criticità da affrontare.
    Il secondo motivo della nostra mancata adesione è dovuto ad un’analisi dei dati di consumo elettrico di TERNA (la società che gestisce la rete elettrica nazionale).
    Il comunicato stampa diffuso da Caterpillar e da Terna affermava che durante “M’illumino di meno” 2007 ci fosse stato un calo di consumi di 300 Megawatt. Tuttavia il corrispondente diagramma Terna del 15.02.2007 diceva il contrario, e cioè che durante l’iniziativa i consumi di energia hanno avuto un picco. Questo ci ha fatto meditare e pensare di non aderire. Che ne dite?
    Non vogliamo fare le pulci a nessuno, ma almeno cerchiamo di ragionare su quello che facciamo. Se avete suggerimenti attendiamo i vostri consigli.
    Illuminatevi…d’immenso.

    Cea Elaia

  4. Caro cea elaia,
    ma allora i sindaci di parigi, atene, stoccolma, londra o il presidente del parlamento europeo di strasburgo e di tante città così come manager di grandi e piccole aziende sono degli stolti che si fanno ingannare dalla pubblicità ingannevole dei promotori dell’iniziativa?
    La giornata di domani comunque dà la possibilità, per un giorno, di pensare a quanto potremmo usare meglio la nostra energia.
    Siamo in un’epoca in cui i grandi gesti vengono presi a modello e non credo che la gente segua i tabulati di Terna (che è cosa per tecnici e tecnocrati) per valutare l’adesione o l’effettivo risparmio della giornata del risparmio energetico.
    La gente vuole l’esempio e in questo caso i nostri amministratori non l’hanno dato. O meglio l’hanno dato in negativo.

    E parlando di coni di bottiglia, le elezioni e il bilancio non riguardano solo Bitonto…………….

    Per cui caro CEA ELAIA, so che devi tirare acqua al mulino da cui ti abbeveri ma non portare motivazioni facilmente smontabili. Alla fine dai ragione a chi critica il silenzio della nostra pubblica amministrazione su questa iniziativa.

  5. Partiamo da alcuni presupposti:

    A. Avete ragione voi. Abbiamo fatto bene ad aderire nel 2006 e nel 2007. Abbiamo sbagliato a non aderire nel 2008.

    B. Come dice ciro, i dati effettivi del consumo di energia non ci interessano. Nel 2006 ( http://www.elaiabitonto.it/2006.jpg ) sono scesi durante l’iniziativa. Nel 2007 sono saliti ( http://www.elaiabitonto.it/2007.jpg ). Sono roba da tecnocrati.

    C. Meglio una manifestazione di un ‘ora, che un’azione di lungo periodo…(es. IKEA Bari aderisce spegnendo per un’ora le luci “inutili”…non sono inutili tutto il resto dell’anno?)

    D. Parigi, Atene, Stoccolma, Londra sono degli esempi di efficienza energetica a livello mondiale, tanto che i problemi dei gas serra o dell’iperconsumo energetico sono ormai superati.

    E. Purtroppo dobbiamo portare l’acqua al nostro mulino, e infatti a novembre abbiamo discusso del PEC (Piano Energetico Comunale) con l’Università di Bari e di Bologna, due sconosciute. Roba da mulini a vento.

    Gent.mi cittadini (ciro e maxandmal), cosa ci proponete oltre che aderire a M’illumino di meno?
    Davvero eliminiamo la polemica del “tempo”, e usiamo questo utilissimo strumento che è il blog per suggerire. Non siamo onniscenti. Fate bene ad essere critici, ma “dovete” essere anche propositivi. Vedo che intervenite spesso sul blog e anche con contributi significativi.
    Vi chiedo di farlo anche su questo tema.
    Vi ringrazio in anticipo.

    Marco Tribuzio
    direttore Cea Elaia

  6. Caro Marco Tribuzio,
    tenendo fermo che era lontano da me una critica al CEA bitontino, anzi è meritorio la sua continua azione a favore delle diffusione delle tematiche del risparmio energetico e della conservazione (Sempre più complicata) delle condizioni minime di vita su questo pianeta che, suo malgrado, ci ospita.
    La mia osservazione era al ruolo di difensore della Pubblica Amministrazione. Perchè voi non siete l'”Amministrazione” ma una struttura esterna cui è stato delegato il compito di fare cultura ecologica in questa città. Anche nelle città che hanno aderito a “m’illumino di meno” ci sono altrettanti CEA, immagino, ma lì sono stati gli amministratori “sensibili” alla questione, aderendo in prima persona con un livello di partecipazione differente ma sempre molto importante.
    Mi ripeto su una cosa: in un epoca in cui difficilmente trovi qualcuno che ha una opinione completamente sua e che si parla e si pensa seguendo “opinion leader”, dare esempi virtuosi in questo senso è fondamentale per avere seguaci.
    Faccio un altro esempio: poca visibilità è stata data sinora (l’ho letto solo su questo blog) alla distribuzione dei kit di risparmio idrico dell’Aqp. Sarei curioso di sapere in quanti l’hanno ritirato e in quanti sanno della iniziativa…..
    Andare nelle scuole è importante e permette di formare le nuove generazioni, ma siccome abbiamo bisogno adesso di avere i famosi atteggiamenti “virtuosi” puntiamo, in maniera massiccia sugli adulti.
    Io lancio una proposta, che ho sentito da salerno (sud come noi!): finanziamenti pubblici a chi realizza impianti solari per la realizzazione di impianti solari. Non solo nella forma di risparmio sugli interessi ma proprio nel dare danaro per la realizzazione degli impianti….
    E nel PEC uno studio sulla fattibilità di questa cosa si potrebbe abozzare…
    E’ un esempio ma ne possiamo fare tanti.
    Bisogna discuterne, ma serenamente…

    Una postilla: la prossima volta che si chiamano in causa i politici fate rispondere loro.
    Grazie per il vs. lavoro

  7. … ho inviato a tutti i miei contatti la mail dall’oggetto “noi ci illuminiamo di meno e tu?” giuntami attraverso altre vie.
    Ho avuto risposta da un mio carissimo amico che, orami, da anni vive lontano da Bitonto e ho pensato di girarla nel blog.
    “anch’io… stasera con un concerto acustico della mia band in un circolo arci illuminato solo dalle candele dopo una cena preparata sul fuoco…”.
    Certamente se ci si illuminasse di meno non solo il 15 febbraio ma tutto l’anno sarebbe meglio, ma tocca accontentarsi del brodo perchè la carne costa!

Lascia un commento