LE 10 REGOLE D’ORO

Parte oggi la campagna di sensibilizzazione di Bitonto.myblog, che aderisce e sostiene l’iniziativa “M’illumino di meno“, lanciata per il quarto anno consecutivo dal noto programma di Radio2 Caterpillar.
Illuminarci di meno per dimostrare a sè stessi e agli altri che il risparmio energetico è una soluzionwe possibile, reale e fattibile. Una soluzione che possiamo mettere tutti in pratica, a cominicare da oggi.
Per questo Bitonto.myblog vi invita a non aspettare il 15 febbraio, giornata di mobilitazione internazionale, ma a mettere in pratica i “buoni consigli” di Caterpillar già da oggi. Si tratta di dieci piccoli accorgimenti che il programma radiofonico propone e che lo Staff approfondirà nei prossimi giorni con articoli ad hoc.

4aca86285bb6ae6ae6f4567b6edfb7e5.gifRiportiamo il decalogo di seguito ma soprattutto vi invitiamo a scaricare e stampare il pdf sottoriportato per appenderlo in ufficio, in casa o in qualsiasi altro posto voi desideriate.
Aiutateci a diffondere la Cultura del Risparmio!



10 REGOLE D’ORO PER RISPARMIARE ENERGIA…
…A COMINCIARE DA OGGI!


1. spegnere le luci quando non servono
2. spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici
3. sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria
4. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola
5. se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre
6. ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria
7. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne
8. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni
9. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni
10. utilizzare l’automobile il meno possibile e se necessario condividerla con chi fa lo stesso tragitto.

 

LE 10 REGOLE D’OROultima modifica: 2008-02-05T14:20:00+01:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento