24 FEBBRAIO: LE PRIMARIE DEL PARTITO DEMOCRATICO

f0ccea9b27759b421bdc1bf29f07ef14.jpgCome era nell’aria da qualche giorno, il grande annuncio è arrivato. Nell’incontro svoltosi lunedì sera è stato stabilito che le Primarie del Partito Democratico si terranno il 24 febbraio prossimo. Sono stati fissati anche i criteri per presentare le candidature. Basteranno 150 firme di aderenti al PD per poter concorrere all’investitura di candidato sindaco. Tutte le candidature dovranno pervenire alla sede del partito entro il 15 febbraio prossimo. Per quanto riguarda i nominativi sembra che saranno confermate alcune indiscrezioni della vigilia con Giovanni Rossiello, che andrà a rappresentare l’ala veltroniana del partito, e Francesco Paolo Ricci, attuale assessore ai Servizi alla Persona, che sembra intenzionato a misurarsi con il consenso personale. Sono attesi i nominativi che esprimeranno la corrente lettiana, che a Bitonto si riconosce nell’ex consigliere regionale Lillino Sannicandro e in Raffaele Picciotti, nonchè il gruppo di Città Solidale che si riunisce intorno al Prof. Piepoli. Considerato il non elevato numero di firme necessarie, c’è da aspettarsi anche qualche new entry dell’ultim’ora a sparigliare le carte. In ogni caso è un segnale forte. Il Partito Democratico, che non dimentichiamo è il partito di maggioranza relativa nella nostra città, ha iniziato a far sentire la sua voce e comincerà a rispondere alle continue iniziative e alle continue aggregazioni che dall’altra parte dello schieramente si conquistano la scena di protagonista praticamente ogni giorno. Adesso ci sarà da attendere la risposta di un alleato fedele come lo SDI, tenuto conto anche della conclamata contrarietà dei suoi vertici alle primarie. La campagna elettorale si avvicina, i giochi iniziano a farsi interessanti e per gli appassionati si entra nella fase calda e più entusiasmante. La risposta alla sfida del “Cantiere” e ai suoi alleati è partita.

Francesco Cambione 

24 FEBBRAIO: LE PRIMARIE DEL PARTITO DEMOCRATICOultima modifica: 2008-01-30T09:35:00+01:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

25 pensieri su “24 FEBBRAIO: LE PRIMARIE DEL PARTITO DEMOCRATICO

  1. sempre i soliti……….!ma il professor piepoli,chi è?prima delle primarie del partito democratico a bitonto era uno sconosciuto vero o no?Da ciò che sento comunque Il dottor michele picciariello sarà candidato alle primarie con il gruppo di città solidale.

  2. Spero che la gente colga l’aspetto migliore di questo evento, che va visto come l’espressione autentica di democrazia… Auspico in una notevole partecipazione dei cittadini, visto che alle primarie chiunque sarà invitato ad esprimere la propria preferenza… buona scelta!

  3. partecipazione dei cittadini x cosa?
    per consolidare il potere die solitissimi noti che pur essendo tali non vedi mai in giro e ai consigli comunali non vanno….anche se non dimenticano di prendere i soldi?
    ma per piacere il solito vecchio che avanza…ma che sarà sicuramente fermato dal Cantiere…almeno se i cittadini hanno veramente voglia di cambiare
    tu dici che queste primarie sono l’espressione autentica di democrazia: LO SAREBBERO SE I NOMI FOSSERO ALL’ALTEZZA DELL’ARDUO COMPITO OSSIA LA RICOSTRUZIONE DI BITONTO E FRAZIONI (ESISTONO ANCHE LE FRAZIONI MA AL COMUNE NON LO SANNO)
    MA FINO A ORA QUESTI BALDI E ARDITI POLITICI CHE HANNO FATTO?????????????????????
    veramente voglio saperlo…che hanno fatto x avere la fiducia e il voto di Bitonto?
    o dobbiamo votarli solo perchè si vuole far passare il concetto x il quale PD è sinonimo di buon governo (a topolinia magari)?
    i voti bisogna guadagnarseli con la partecipazione, la coerenza, l’impegno no profit x se stessi, e questi nomi non mi sembrano che abbiano questi requisiti…
    e mi dispiace anche dire ciò visto che almeno in teoria la politica dovrebbe essere la più alta manifestazione dell’uomo
    CA NISCIUN E’ FESS……..speriamo che questa notte passi veloce…x Bitonto e soprattutto x noi nuove generazioni.
    meritiamo di meglio

  4. Quale sarebbe l’aspetto migliore? Espressione di che? Ricordo a tutti che le primarie sono uno strumento demo(popolo)cratico(potere) quando è il popolo ad avere potere decisionale…Qui invece mi sempra di trovarmi dinanzi a un televoto!!! La differenza è notevole! Nel primo caso (primarie democratiche) il popolo è libero di scegliere qualsivoglia persona in base ai propri gusti e alle linee programmatiche (e valori…), qui invece, in questa sorta di televoto, sono stati i pochi registi e autori del programma (le segreterie e i direttivi, dopo aver preso le dovute precauzioni di nomine…) a scegliere la rosa dei nomi da sostenere e far votare (prorio come accade nei televoti!) e, dunque, costringendo i telespettatori a votare per uno o per l’altro (comunque già scelto da altri, superiori…).
    Magari nuovamente si andrà a votare il MENOPEGGIO solo che questa volta la differenza sta nel fatto che alle elezioni si vota (spesso) il “meno peggio” con una mano sulla scheda e una al naso per tapparlo, ma comunque scegliendo tra due distinte coalizioni-azioni, mentre nelle primarie del PD si sceglie tra chi comunque ha idee simili…MA il popolo sceglie solo la maschera….il contenuto è uguale per tutti!
    PS: perchè i vari Rossiello, Ricci,Piepoli, Picciariello e company PRIMA delle primarie, oltre al programma (che resta sempre solo un pagina al vento) non svelano anche i vari nom idi assessori e componenti che vorrebbero nominare? Lo farebbero in base ai meriti o in base alle alleanze stipulate in nome dello spoils system?
    E tu Ada, giovane opinion leader del PD, con chi ti schieri? Chi ha in mente secondo te un programma e una nomina per i giovani?

  5. Se solo si prendesse del modello da cui scimmiottiamo le primarie, tutto che che rappresentano forse sarebbe una farsa meglio riuscita.
    Alle primarie non si dovrebbero votare i nomi ma i programmi e gli orientamenti che rappresentano. Poi la stampa per questione di sintesi punta sui nomi, ma poi comunque approfondisce.
    Qua da noi (a tutti i livelli) in tutte le primarie a cui ho avuto la sventura di assistere è stato semplicemente un toto nomi, senza mai sentire una parola, che è una o quantomeno leggerla, da parte dei candidati che ci vengono propinati.
    La campagna elettorale per le primarie deve essere uguale a quella delle elezioni vere e proprie altrimenti a che serve? legittimare decisioni già prese da altri?

  6. uh è arrivato povero liceale che mi dice che non ho titoli x parlare ma chi 6 il Padreeterno che decide chi merita la parola e chi no?
    ho detto alcune cose che ha ribadito NOs1st3m4 però a me non si dice bravo perchè sto con il cantiere……..questa è marginalizzazione politica…e comunque i loschi figuri di cui tu parli è gia da tanto che lavorano x le elezioni, non x scrivere il programma ma x trovare assieme ai cittadini una ricetta x aiutare bitonto….mentre il PD ancora dormiva loro già lavoravano x migliorare bitonto…..e ai loschi figuri del PD non si pensa mai?
    ma siete veramente intorpiditi su posizioni oramai anacronistiche.
    poco mi importa di quello che si scrive..l’IMPORTANTE X ME è SAPERE CHE QUANDO PARLO DI POLITICA CON LA GENTE MOLTISSIMI GIA’ VEDONO NEL CANTIERE UNA BELLISSIMA NOVITA’, UNA SCOMMESSA VALIDA X MIGLIORARE CIO’ CHE ALTRI HANNO DISTRUTTO.
    E X ME E’ UN DATO IMPORTANTE VISTO CHE LA STESSA GENTE VA A VOTARE, E NEL CANTIERE VEDE UN BUON MOTIVO X NON PERDERE LA FIDUCIA NELLA POLITICA.
    QUESTO DATO VALE PIU’ DI CENTO POST ED E’ INSINDACABILE, E LA COSA BELLA CHE ANCHE IL PD LO SA MA SI ILLUDE ANCORA DI ESSERE UN’ARMATA INVINCIBILE
    W BITONTO

  7. … mi rendo conto che è difficile, ma quando si parla di Politica bisognerebbe evitare di interagire come tifosi ultras. Cercare di convincere gli altri che la “squadra” per la quale noi tifiamo è la migliore è un gioco che lascerei fare a chi di politica non capisce nulla o poco; anche perchè, purtroppo, gli scheltri negli armadi ce li hanno tutti o quantomeno tutti hanno un passato che può, alla bisogna, essere rinfacciato.
    Cogliamo l’occasione per incalzare i candidati (nuove o vecchie conoscenze della politica che siano) o i partiti (di sinistra, di centro, di destra o trasversali che siano) sulle RISPOSTE ai bisogni reali che i cittadini hanno!
    Tanto per chiarire: io sono uno di quelli che ha sempre creduto nell’importanza di esercitare il diritto di voto, ma che se continua così eviterà di recarsi alle urne per le prossime amministrative.

  8. Come disse Woody Allen:
    “Dio è morto, anche Marx è morto anche io non mi sento molto bene”.
    Questa frase ieri è stata ripresa anche dal Cardinal Bertone….

    E’ questo il vero sentimento che dovrebbero provare tutti i simpatizzanti del PD! Infatti se, come dicono i tanti pseudocritici, il Cantiere è una accozzaglia, bhe…..il PD cosa sarebbe?

  9. ma poi accozzaglia di che?
    sono un insieme di partiti con un unico programma e un unico obiettivo cioè salvare dal degrado Bitonto.
    l’accozzaglia mi sa che c’e nel PD e la cosa è drammatica visto che in teoria dovrebbero essere uniti anche dalla stessa bandiera e simbolo

  10. iL PD è UN INSIEME DI PERSONE CON UN SOLO OBBIETTIVO:NON INTERESSARSI DELLA FINE DI BITONTO.E UN ALTRO, NON COMUNE PERALTRO,CIOE LOTTARE TRA LORO PER OTTENERE UNA POLTRONA MAGARI PRESTIGIOSA E RISOLVERE LE PROPIE QUESTIONI!, TIPO SISTEMARE A LAVORARE IL FIGLIO, LA FIGLIA, UNO STRETTO PARENTE!BASTA GLI ABBIAMO TENUTI VENT’ ANNI, CAMBIAMO ORA CAMBIAMO, ALTERNANZA è ANCHE QUESTA!

  11. Volevo fare una domanda alla Ada Mezzapesa che ha scritto alcuni commenti in questo post e che mi sembra una persona addentro ai direttivi e alle riunioni del PD:
    mi è giunta voce di cose turche nelle ultime riunioni del PD, che se volessimo fare un paragone con la vita coniugale potremmo ricorrere alla metafora: “siamo al lancio dell’argenteria”.
    Ce ne dai conferma o sono solo voci di corridoio?
    thanks

  12. Salve a tutti!
    La creazione di un nuovo partito, che perviene dall’unione di grosse forze politiche non è di certo un gioco da ragazzi…
    Finora nessuno ha lanciato nulla durante le riunioni del PD, nè si è alzata neppure la voce, se devo dire la verità! Si discute e si cresce (soprattutto io, che ho ancora moltissimo da imparare in questo ambito!). E’ innegabile e chiaro che si viva (a partire dalle primarie del 14 ottobre, data in cui la grande partecipazione dei cittadini italiani ha consentito la nascita di questa nuova realtà) una fase di assestamento, prima che da più voci si arrivi potenzialmente almeno ad un coro… Le esagerazioni di cui si chiacchiera, rientrano nei pettegolezzi, di cui a me personalmente importa zero. Chi mi conosce sa che dia rilevanza ai fatti! Molti abusano del diritto di parola e se si sta dietro a queste cose, non si vive più, no?
    Per quanto mi riguarda, mi sento pienamente inserita in questo nuovo contesto e la pregressa appartenenza alla Margherita rappresenta solo una fase ormai chiusa, di cui far tesoro per questo nuovo percorso… Ma non per tutti è così! E non penso sia contestabile, non credi, Sergio? Non è semplice infatti, adattarsi in generale a nuove situazioni, specie se sono di un certo spessore: richiede tempo…

  13. Horror vacui,
    chissà perchè mi ricorre in mente questo concetto leggendo i nomi dei candidati a Sindaco di questa città.
    La sensazione di vuoto che deve essere riempito “a prescindere” non è consolante, ma è la triste realtà a cui dobbiamo abituarci per molti altri lunghi anni. Il processo di democratizzazione di un popolo ha bisogno di una faticosa dedizione all’altro, del rispetto, cosa al momento inimmaginabile, specialmente alle nostre latitudini.
    Abbiamo bisogno della Mamma chioccia che vegli sui nostri difetti, sui nostri vizi, sulle nostre miserie. Siamo per dirla tutta più contigui al modello libico di quanto non si pensi.
    Aahhh ci fosse almeno quì da noi un Mohammar che ci protegga…dobbiamo accontentarci invece del fratello di… oppure del figlio di un padrone o di un ex servitore dello stato ondivago.
    Ahh ci fosse almeno un Mohammar.
    buon voto a tutti
    aaaah
    aaaah

  14. Invito i gentili signori che scrivono su questo blog a riflettere su questo:

    Partito Comunista Italiano ->
    Partito Democratico di Sinistra ->
    Margherita ->
    Democratici di Sinistra ->
    Ulivo ->
    PARTITO DEMOCRATICO -> ???

    Berlusconi ha vinto per tre volte le elezioni con un nome, un simbolo, una faccia.

  15. ….dimentichi anche con il suo staff dell’ufficio marketing (come si chiama…motore azzurro???) che ha studiato tutti i “Gusti Politici” degli italiani e ha proposto il nuovo partito di plastica creato dal nulla… “in piedi” sulla macchina….BLEAH!!

    POPOLO DELLE LIBERTA’….BLEAH!!!

    PS. E MANGANO è un EROE…..VERGOGNA!!

Lascia un commento