Il PROF. PASCULLI INTERVIENE SUL DIBATTITO POLITICO IN CORSO

Le forme per intervenire nel dibattito in corso sulle pagine di bitonto.myblog sono tante. Non sono pochi coloro che preferiscono scriverci una e-mail esprimendo la loro opinione sulla situazione sociale e politica nella nostra città. Abbiamo deciso di dare spazio anche a questi utenti attraverso dei post appositi.
Iniziamo con un intervento del prof. Pinuccio Pasculli, presidente di uno dei Circoli della Libertà presenti nella nostra città.

Che Bitonto fosse  una  città di grandi potenzialità lo si sapeva, lo si sa e lo sanno anche fuori; e lo dimostra quanto appare, seppure degradato nel tempo, specie negli ultimi decenni. Ma che sia fatto di potenzialità che difficilmente o quasi mai si uniscono, specie nell’ultimo periodo, è pure cosa  assai nota.  In realtà è la razza italiana che è fatta proprio così, ma il bitontino in maniera molto più accentuata.
Quante volte ho scritto e reso pubblico che se queste potenzialità si unissero diventerebbero realtà per il singolo e per la collettività. Invece No. E’ meglio coltivare il proprio orticello, renderlo leggiadro pure, noncuranti dei terreni incolti che ci sono intorno, magari colmi di spazzatura (di questi tempi poi fa pure moda).
E lo dimostrano tutte quelle potenzialità diventate realtà ma fuori sede, in Italia e all’estero. Per questi, qualcuno ne ha fatto una serie sul proprio mensile. Guarda caso da parecchio quella serie si è esaurita. E quella divisione è ancor più evidente  alla vigilia delle amministrative della prossima primavera. Il paese è nel degrado di ogni genere da parecchi decenni, degrado acuitosi in questo ultimo decennio; c’è bisogno di una  grossa e decisa sterzata e tanti si sono eretti a strenui difensori della dignità morale,civile,economica,religiosa di questo che una volta fu un grande paese(tanto per fare un esempio Bitonto ha avuto la rete fognaria già nel ‘500, quando a Parigi, Madrid, gettavano liquami dalle finestre), sia mettendosi fuori dalla coalizione di governo(tanto per chiamarla così) e aprendo “cantieri”,”laboratori”, sia dall’opposizione.
E quindi mai unirsi per collaborare ma dividersi per comandare, in proprio e in tanti. Che questo avvenga nella fazione sinistro-centrista può essere, anche se difficilmente, comprensibile, ma non si può concepire che i polli si moltiplichino nel centrodestra,  tranne che il tutto non lo si riconduca nella logica fallimentare del chi fa da se fa per tre. In altri campi può fare pure trentatre, ma in politica, proprio in virtù degli obbiettivi che si dovrebbero perseguire, quest’arte del possibile per il bene della polis, non c’è via migliore di quella di mettere insieme tutte le forze più omogenee possibili per il bene della collettività.
E un’altra deve essere la priorità:il tempismo; sarà pure vero che la politica vuole i suoi tempi ma il troppo è sempre troppo. Ora mancano solo tre mesi alla data del voto e non vedo neanche la minima chiarezza né sui nomi dei candidati alla carica di sindaco,né tautomero sui programmi, sui quali i cittadini devono scegliersi chi e cosa dovrà guidarli per i prossimi cinque anni. Un giornale,mesi fa,faceva i nomi di due contendenti, con la possibilità poi che potesse uscire qualche altro.
E puntualmente si è parlato di altri, ma questa volta non candidati ma “laboratori”, “cantieri” che devono forgiare il prossimo sindaco, sempre migliore degli altri, specie se con un imprimatur.
Ultimamente, tornando da fuori, leggo su bitonto.myblog.it di altri candidati e di persone anonime che prediligono uno su tutti, ”giovane”, ”non intrallazzato”, ”sempre presente nei consigli comunali” e “capace di convincere tanti” (spero solo che questi siano sinceri e che parlino e scrivano non sotto dettatura), tanti che hanno votato sinistra ma che vogliono scrollarsi di dosso “le cariatidi”…
Da privato cittadino una cosa posso dire: tanta gente comune è stanca, a livello nazionale e locale, di certe amministrazioni e ha tanta voglia di cambiamento e di mandare a casa chi ha provocato tanto decadimento, alimentando solo clientelismi a danno della collettività.
E hanno chiaro chi votare, che non è certamente da scegliere fra chi ha creato tanti sinistri e neanche fra quelli che hanno ruotato e ruotano nell’orbita di questi.

Pinuccio Pasculli 

Il PROF. PASCULLI INTERVIENE SUL DIBATTITO POLITICO IN CORSOultima modifica: 2008-01-14T08:59:33+01:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

7 pensieri su “Il PROF. PASCULLI INTERVIENE SUL DIBATTITO POLITICO IN CORSO

  1. divide et impera!!!
    questa è la volontà politica dei (potentati!!) politici bitontini; la frammentazione partitica non porterà da nessuna parte, vedrete che fino alla fine di marzo si giocherà a rimpiattino, salvo poi all’ultimo momento uscire dal cilindro il nome che vogliono loro!!!
    voi sapete che(come dice un proverbio) dove ci sono troppi galli non fà mai giorno!!
    attenzione perchè ,secondo un sondaggio EKMA circa il 42% degli italiani non andrà a votare perchè è schifata dalla politica e dai suoi rappresentanti!!!
    per recuperare questa crisi di astinenza del voto ,bisogna recuperare i VALORI, (non l’italia dei valori).
    fino a quando la politica sarà solo guerra tra bande, la gente ne rimarrà lontana.bisogna ripartire dalla persona perchè è intorno alla persona che si costruisce un nuovo mondo.l’unico obiettivo è far sentire i cittadini più rappresentati.

    Il recupero dei valori è una delle battaglie principali che La Destra deve vincere. Dio – Patria – Famiglia deve essere il motto per guardare lontano e ricominciare a gridare che il domani appartiene A Noi.

    Riguardo l’allontamento della gente dalla politica e l’ipotesi (concreta) della vittoria del popolo dei non votanti ..beh…parole sante! Che se ne fa la gente di una politica che si sa solo occupare di conflitto di interessi, di riforma elettorale, di sbarramenti e altre gioviali stronz***?
    Scendano per strada questi bacchettoni dei palazzi, vengano al mercato a vedere le vecchiette che si fanno tagliare il pane perchè “un chilo costa troppo, meglio mezzo” o si facciano un giro per il centro di Napoli sommerso dalla spazzatura o, perchè no, entrino nelle scuole e nelle università del nostro paese e si rendano conto del degrado culturale che ci circonda e ci assale.
    C’è bisogno di destra. Avanti Storace! Ave.

  2. Cinese52 ha perfettamente ragione la classe politica, indipendentemente dal rappresentare la maggioranza o l’opposizione, ha davvero esasperato la gente.
    Per non parlare di quei “politici” locali che stanno nelle alte sfere, che hanno fatto solo il bene dei loro conti in banca e che quando la propria segretaria rimane a casa dopo aver partorito, non pensano nemmeno di sostituirla magari ricambiando i tanti favori ricevuti da chi ha portato voti alla sua causa.

  3. Può anche essere che non sappia cosa vuol dire fascismo…. In compenso però ritengo che non ci sia classe politica che strumentalizzi più di ogni altra i VERI valori di Dio (fede), Patria e Famiglia come quella di destra….. di cui il tuo caro Storace è un fuoriuscito (andato ancora + a dx) solo perchè come al solito non gli hanno dato la pagnotta (o la poltrona)…. Un esempio per tutti….. ci metti Dio nel tuo motto destrorso…… salvo poi andare in giro per il mondo a far guerre (per puro “sperato” interesse…) …. ci fu uno, qualche tempo fa, che disse: ho bisogno di un migliaio di morti …per sedere al tavolo della pace…… anche questo è il fascismo …caro cinese!

  4. @ pinko:
    hai dimostrato che non capisci proprio niente di politica!!!!! il fascismo è socializzazione, non guerra come la vogliono i no global pseudo pacifisti!!! o i comunisti italiani che a parole dovevano andare via dal teatro di guerra ma in realtà sono rimasti!!! studia, studia, pinko!!!
    storace è uno dei pochi a cui la poltrona non ha mai interessato altrimenti sarebbe rimasto, avrebbe fatto come gli altri colonnelli(sic!)
    DIO PERCHE’ SONO CRISTIANO

    PATRIA PERCHE’ L’ITALIA E’ STATA SVENDUTA E PIU FIGURA DI M…..DA A LIVELLO MONDIALE NON POTEVAMO FARE CON QUESTO GOVERNO(VEDI L’IMMONDIZIA A NAPOLI)

    FAMIGLIA PERCHE’ E’ AL PRIMO POSTO COME VALORE DELL’UOMO,
    e poi….. ne vuoi di piu’??
    GIUSTIZIA
    CRIMINALITA’
    LAVORO!!!!! vuoi altri temi su cui studiare,EH pinko???

Lascia un commento