BOLLENTI SPIRITI: PRESTO L’EMANAZIONE CON FONDI UE 2007-2013

77dec43c39252260db2d92b0f4fe36fe.jpgL’assessore al lavoro e formazione professionale, prof. Marco Barbieri, ha rilasciato la seguente nota sulla questione dei bandi per “Bollenti spiriti”. “Leggo – scrive Barbieri – interventi di stampa a proposito dei bandi che l’Assessorato al Lavoro e alla Formazione ha emanato ed emanerà nell’ambito del programma Bollenti Spiriti. Voglio rassicurare i giovani interessati che non c’è né un raffreddamento dei Bollenti Spiriti né alcun disguido tecnico. Il bando dell’anno scorso, a parte la prima tranche emanata in corso d’anno per recuperare le opportunità già in corso, scadeva a novembre”. “Quest’anno – prosegue l’assessore – avendo già impegnato tutti i fondi del POR 2000-2006 (anzi, come si ricorderà, fu reperito un finanziamento aggiuntivo rispetto a quello del bando per 18 milioni di euro, che ha consentito di includere altri 1724 giovani tra i destinatari delle borse), il bando sarà emanato dall’Assessorato al Lavoro e alla Formazione nell’ambito del POR Puglia del Fondo Sociale Europeo per il 2007-2013, trasmesso a Bruxelles il 1° marzo 2007 e approvato – in tempi che sono relativamente rapidi per la media degli uffici comunitari – il 21 novembre 2007. Non è vero, pertanto, che si sono perse possibilità per migliaia di neolaureati, perché non c’è alcuna edizione saltata”. Barbieri dichiara che “È mia intenzione proseguire l’esperienza, provvedendo all’emanazione del nuovo bando non appena giungeranno in Puglia i fondi comunitari 2007-2013, cioè 3624901476f162cb8bfd1c5fbbf67769.gifpresumibilmente entro febbraio: in tempo per i master avviati nel corrente anno accademico. Tanto meno è vero che si favorirono, l’anno scorso, anziché i precari (???), ricercatori e docenti: come raccontò la stampa, ci fu un unico caso di un docente universitario che ritenne di concorrere e che non fu possibile escludere; e neppure che i ricorsi siano stati centinaia, ma solo 10 (2 amministrativi e 8 giurisdizionali); e le rinunce – che ovviamente dipendono dai ragazzi e non certo dalla Regione – soltanto 156. Quanto ai presunti ritardi nell’accreditare le borse, qui c’è un aspetto incomprensibile: come ho avuto modo di dire più volte, peraltro apprezzando il lavoro degli uffici dell’assessorato, sono state prodotte due graduatorie, nelle due tornate, che riguardavano ben 6.753 domande complessivamente, in 170 giorni: 57 per la prima, 113 per la seconda”. “Sarebbe bastato – conclude Barbieri – ascoltare l’unica fonte competente, cioè l’Assessorato al Lavoro e alla Formazione della Regione Puglia, per avere queste notizie; e forse sarebbe il caso di aggiungere che il primo dei bandi previsti per il “biglietto di ritorno”, emanato il 2 agosto 2007, e tuttora aperto, ha già visto 42 imprese pugliesi richiedere la sostanziosa incentivazione disposta dall’Assessorato, per un totale di 122 assunzioni di giovani qualificati, di cui 9 già vincitori di Bollenti Spiriti e 6 dottori di ricerca, che sono stati a loro volta destinatari di altri interventi specifici di finanziamento da parte dell’Assessorato. Certamente ancora pochi, anche per l’insufficiente conoscenza dell’opportunità da parte del sistema di impresa, cui tutti dovrebbero concorrere insieme alla Regione Puglia, dalle associazioni datoriali e sindacali agli organi di informazione: ma aumenteranno. Esso rappresenta, senza dubbio, un primo passo concreto per rispondere al desiderio di lavoro dei giovani pugliesi qualificati, e alla necessità per le imprese pugliesi di competere attraverso il lavoro regolare e competente”.

Fonte: Press Regione

BOLLENTI SPIRITI: PRESTO L’EMANAZIONE CON FONDI UE 2007-2013ultima modifica: 2007-12-11T07:55:00+01:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento