RINVIATI A GIUDIZIO IN TOSCANA I RESPONSABILI DI OSSITALIA

dace32678567c742b162df86aca25020.jpgLa bufera dell'”azoto assassino” non placa la sua ira. Dalle pagine online di una Radio Toscana, gli aggiornamenti sulla vicenda giudiziaria che vede nell’occhio del ciclone l’azienda bitontina “Ossitalia”, che ha installato gli impianti di gas medicali sotto inchiesta per la morte di ben 8 persone, tra gli ospedali di Siena e Castellaneta.

Trema la sanità senese. Lo scorso Febbraio perse la vita al Policlinico Le Scotte Alfiero Barbi di 73 anni per uno scambio di tubi dell’azoto e dell’ossigeno. Stanno per essere rinviati a giudizio venti persone: tecnici, medici, dirigenti ospedalieri e i responsabili della “Ossitalia”, l’azienda di Bitonto, produttrice della macchina erogatrice del gas. L’inchiesta del magistrato Alessandra Chiavegatti si intreccia con quella dei giudici pugliesi che indagano sulla morte di 7 pazienti all’ospedale di Castellaneta (TA) a causa del medesimo scambio dei tubi, circa un mese dopo la vicenda di Siena. Le due vicende sono strettamente correlate perché la macchina erogatrice…
Leggi tutto l’articolo, clicca qui e vai su www.nostalgiatoscana.it

RINVIATI A GIUDIZIO IN TOSCANA I RESPONSABILI DI OSSITALIAultima modifica: 2007-11-29T00:20:00+01:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento