DUE GIORNATE DI STUDIO SULLA LAMA BALICE

Mercoledì 28 e giovedì 29 novembre 2007, il Palazzo Ateneo di Bari accoglie i lavori congressuali, in cui i maggiori esperti del settore discutono sul tema ‘Lama Balice: studio, conservazione, turismo sostenibile’.

309b83a26f0a4dfe4f0886bfeae85d6f.jpg Promosso dall’ITC-CNR di Bari e da un partenariato istituzionale e privato, mercoledì 28 novembre 2007, alle ore 15.00, presso l’Aula II della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Bari, si inaugura il Convegno dedicato al confronto e allo studio dei primi risultati ottenuti nell’ambito del ‘Progetto SITRuS’ (Sistema Innovativo per il Turismo Rurale e Sostenibile. Nuove Tecnologie).
Studiosi ed esperti italiani ed albanesi inizieranno alle ore 9.00, nel Palazzo Ateneo, un’intensa giornata di studio introdotta dai saluti del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Bari, prof. Corrado Petrocelli, della Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Ateno barese, prof.ssa Grazia Distaso, dell’Assessore al Mediterraneo, prof.ssa Silvia Godelli, del Direttore dell’ITC-CNR, arch. Roberto Vinci, del Sindaco di Bitonto, prof. Nicola Pice, del Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Puglia, arch. Ruggiero Martines, del Soprintendente per i Beni Archeologici della Puglia e dell’Abruzzo, dott. Giuseppe Andreassi.
Nell’occasione, saranno presentati, alle istituzioni e alla stampa, i primi risultati ottenuti nell’ambito del ‘Progetto’.

Il ‘Progetto SITRuS’ (Sistema Innovativo per il Turismo Rurale e Sostenibile. Nuove Tecnologie) si colloca all’interno della ‘Misura 4.2 – Sostegno al partenariato italo-albanese nel turismo’, secondo l’Azione 1 ‘Progetti integrati nei settori del turismo rurale, dell’arte, della cultura, della lingua’ del ‘Programma di Iniziativa Comunitaria – Interreg III A Italia-Albania’.
L’iniziativa, condotta dall’ ‘Istituto per le Tecnologie della Costruzione’ del Consiglio Nazionale delle Ricerche – sede di Bari (‘Lead Partner’), con il coordinamento dell’ing. Michele Stella, raccoglie professionalità espresse da qualificati Partners, istituzionali e privati, sia italiani che albanesi, impegnati nell’elaborazione di attività innovative connesse a forme di ‘turismo sostenibile’.
Il ‘Progetto’ si rivolge, in ambito pugliese, al contesto di Lama Balice, individuato di recente quale ‘Parco Naturale Regionale’, esteso per oltre 550 ettari – a comprendere parte dei territorî di Bari, Bitonto, Modugno – ed interpretato come ‘area turistica pilota’, capace di proporre un’offerta turistica rurale alternativa secondo percorsi archeologici, paesaggistici, naturalistici. Sul versante albanese, il ‘Progetto’ interessa Butrinto, sito tutelato dall’U.N.E.S.C.O dal 1992 e noto per il suo straordinario patrimonio storico-archeologico e paesaggistico.
Il percorso progettuale prevede la definizione propositiva di un articolato ‘servizio’ offerto agli Enti Locali ed alle Aziende private, nonché ai turisti, e basato su informazioni contestualizzate legate al territorio: il principale strumento operativo è costituito dal ‘webGIS’ – opensource –, che potrà sia consentire la fruizione, anche da postazione remota, di dati e di contesti, sia sostenere il ‘sistema integrato di turismo culturale’ in grado di connettere ai percorsi culturali, individuati nella Lama Balice, anche passeggiate naturalistiche seguendo l’indirizzo evolutivo dei diversi periodi storici. In questo senso, acquista valore l’altra attività promossa: la certificazione di qualità delle strutture ricettive – sopratutto ‘bed and breakfast’ – già esistenti sul territorio.
L’ambizione progettuale consiste nel calare, in un contesto applicativo e comunicativo estremamente efficace, notevoli contenuti scientifici riferibili alle evidenze architettoniche ed archeologiche topiche della Lama Balice. Si vuole pertanto offrire una visione organica del contesto paesaggistico e culturale, che possa esprimersi attraverso uno strumento veloce e completo – la rete –, capace così di fornire informazioni aperte ad ogni utente.
Il ‘Progetto’ prevede anche attività di riflessione e approfondimento ‘workshop’ e seminarî tematici , promozione turistica come manifestazioni ed eventi, disseminazione dei risultati, valutazione dei flussi turistici fra macroaree e siti individuati.
I Partners di progetto sono: Università degli Studi di Bari-Dipartimento di Scienze dell’Antichità, Politecnico di Bari, Comune di Bitonto, ‘WWF’-Ricerche e Progetti, Consorzio Énthechnos, A.P.T. – Bari, ASHM (Albania), Art-Gold Unops (Albania), Università di Valona (Albania), Comune di Saranda (Albania).
Responsabile della ‘Misura 4.2’ per la Regione Puglia è la dott.ssa Aida Matera.
 
Fonte: CEA ELAIA
Centro di Educazione Ambientale del Comune di Bitonto – assessorato all’Ambiente

DUE GIORNATE DI STUDIO SULLA LAMA BALICEultima modifica: 2007-11-26T08:00:00+01:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “DUE GIORNATE DI STUDIO SULLA LAMA BALICE

  1. Il Comune di Bitonto ha attivato il Centro di Educazione Ambientale (CEA) Elaia, un laboratorio aperto alla cittadinanza per valorizzare il territorio prendendosi cura della città attraverso l’educazione ambientale, la valorizzazione del turismo sostenibile e la promozione dei processi di partecipazione.
    La sede del Cea Elaia è in piazza Marconi 9, presso il palazzo della ripartizione del Settore Demo-economico, nei pressi del Torrione angioino e della porta baresana.
    Per qualsiasi informazione e per conoscere i nostri servizi, visita il sito: http://www.elaiabitonto.it

  2. Grazie CEA!
    è una bella iniziativa!! sapevo che fate tante cose, perchè spesso se ne parla su manifesti, sui giornali o su questo blog. però mi mancava l’informazione generale e sicuramente mi andrò a visitare il vostro sito. ma posso chiedervi una cosa?
    su via traetta ho visto sui marciapiedi dei percorsi segnati e diverse insegne con un bambino e la mamma in un cuore. credo si tratti della creazione di percorsi a piedi sicuri per andare alla scuola caiati ma volevo saperne di più. se l’avete organizzato voi, potete spiegarmi cos’è? Grazie!!!

  3. Sì, quello cui ti riferisci è un percorso sicuro casa scuola. L’anno scorso era inserito in un progetto vinto su bando regionale e presentato dalla scuola Caiati e dal Centro. Quest’anno ne vedremo di nuovi presso tutte le scuole primarie di Bitonto, perchè l’attività è inserita all’interno del progetto “Mobilityamoci” erogato gratuitamente dal Comune a tutte le scuole della città. La sostenibilità della mobilità è un problema che riguarda tutti i cittadini, non solo gli studenti. Sono in cantiere anche seminari di approfondimento rivolti ai geniori ma aperti a tutti. Quanto prima ne daremo notizia. Ti ringraziamo per l’interessamento.
    Cea Elaia

Lascia un commento