“LO ZI'” DI MIMMO MANCINI APPRODA OLTREMANICA

337714df7d617f4ef3bae6b091502d6c.jpgIl profondo monologo di Mimmo Mancini sulla diversa abilità continua la fortunata tournèe, approdando persino oltremanica  

C’è arte e arte.
Ci sono gli attori dello star system, letteronze, paperine e buffoni alla corte del mondo del successo, disposti a giocarsi persino la dignità per conquistarsi le prime pagine dei rotocalchi.
Eppoi ci sono gli attori che attraverso l’arte resituiscono dignità ai più indifesi. Attori che conoscono il sacro fuoco e ad esso consacrano passione, professionalità e la loro stessa vita. Interpreti che vivono per il palcoscenico e sul palcoscenico, portando in quel fatato microcosmo al di là del sipario le emozioni più vere del mondo reale.
E’ quello che fa con straordinario successo Mimmo Mancini, applauditissimo interprete bitontino, attore ricercato di teatro e cinema.
Il suo nuovo spettacolo “Lo zì” è un’intenso monologo di un atto sulla diversa abilità. In tournèe da diversi mesi, Lo zì sta riscuotendo uno straordinario successo in tutti i teatri d’Italia e promette di raccogliere lo stesso plauso anche nelle prossime due prestigiose tappe: Roma e Londra.
Questo spettacolo è un atto d’ amore – precisa il Mancini dalle pagine di www.lozi.itnei confronti di chiunque viva ed abbia vissuto direttamente o indirettamente la sua condizione ed ha bisogno di comunicare, di urlare, non solo in silenzio, i bisogni dell’anima. “Lo Zì” dà voce a tutte quelle forme di disagio, di vergogna che destabilizzano le menti di molta gente.
Per fortuna che a ricordarci il senso dell’arte, quella vera, ci sono rimasti attori come Mancini.

News pubblicata il 30 ottobre 2007; ore 09.00
Fonte: bitonto.myblog

“LO ZI'” DI MIMMO MANCINI APPRODA OLTREMANICAultima modifica: 2007-10-30T09:00:00+01:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo