LA REGIONE PUGLIA FIRMA UN PROTOCOLLO D’INTESA PER NON-AUTOSUFFICIENTI

9d9aab926a26d5f510ec9e4b62090ed0.jpgL’Assessorato alla Solidarietà della Regione Puglia e le Organizzazioni Sindacali Cgil, Cisl e Uil hanno sottoscritto un Protocollo d’Intesa sullo sviluppo dei servizi sociali e sociosanitari destinati ai cittadini non-autosufficienti.
Il Protocollo, della durata di 3 anni, è il primo del suo genere tra le regioni del Mezzogiorno e ha tra gli obiettivi quello di costituire un Fondo Regionale per la non- auosufficienza, ad integrazione del Fondo Nazionale istituito dal Governo centrale, creare una mappa sociale aggiornata sulla distribuzione territoriale dei cittadini non autosuffcienti, contribuire alla definitiva approvazione del nuovo Disegno di Legge sulla non-autosufficienza, stabilire nuovi criteri di valutazione per l’assegnazione dei finanziamenti alle famiglie interessate e monitorare i Piani di Zona comunali.
Il Protocollo verrà finanziato sia con i 15 milioni di Euro di fondi regionali destinati all’assegno di cura, che con i circa 6 milioni di Euro del Fondo Nazionale per i non autosufficienti, ai quali va aggiunta l’assistenza domiciliare pagata con fondi dei Piani di Zona e della programmazione delle Aziende Sanitarie Locali.
Per il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola il Protocollo d’Intesa siglato “è uno strumento fondamentale per la lotta quotidiana a favore dell’inclusione sociale, che significa una lotta per lo sviluppo e la crescita del territorio”.
Questo documento” sostiene Vendola “ ci offre una sponda importante per definire la futura programmazione sociale e sociosanitaria della Regione Puglia”.

News pubblicata il 22 ottobre 2007; ore 00.05
Fonte Press Regione

LA REGIONE PUGLIA FIRMA UN PROTOCOLLO D’INTESA PER NON-AUTOSUFFICIENTIultima modifica: 2007-10-22T00:05:00+02:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo