ADESSO IL BARI SOGNA IN GRANDE

Come dopo ogni partita in casa, la cronaca della sfida del Bari.
Grazie alla rete dell’argentino Rivas i bianco-rossi sono momentaneamente primi in classifica.

2050141399.jpgAl triplice fischio finale i tifosi bianco-rossi saranno molto contenti dell’attuale posizione in classifica del club pugliese: in attesa delle altre partite della settima giornata e grazie alla vittoria di misura sul Mantova il Bari affianca in cima alla classifica la sorpresa Sassuolo.
Pur presentandosi con in formazione rimaneggiata, oltre agli infortunati Volpato, Bianco e Parisi si sono aggiunti l’argentino Donda e durante la gare il terzino Galasso, il Bari presenta dal primo minuto la giovane promessa Caputo in coppia con il brasiliano Barreto. Al sesto minuto il Bari si rende subito pericoloso: Barreto calcia centralmente una punizione che non impensierisce l’estremo difensore Handanovic. Poco dopo è Caputo ad impensierire l’estremo difensore mantovano raccogliendo un passaggio di Gazzi che tuttavia termina al lato.
Pur disponendo di un trio d’attacco del calibro di Locatelli, Caridi e del non tanto rimpianto ex Godeas, la reazione del Mantova è tutta racchiusa in un tiro terminato fuori di Caridi e di un’azione personale di Godeas ben controllato da centrali bare Masiello ed Esposito.
Al 28 minuto del primo tempo nuovo stop per il difensore Galasso che accusa un nuovo risentimento muscolare ala coscia sinistra. Al suo posto entra l’esperto Stellini. È ancora il Mantova a farsi pericoloso, ma il tiro di Passoni termina alla destre della porta difesa da Gilet. Prima del termine della prima frazione di gara il Bari ha la migliore occasione per passare in vantaggio con Caputo che ben servito da Kamata manda di poco a lato il suo colpo di testa
La ripresa inizia con gli stessi effettivi di entrambe le squadre e con il Bari un po’ più determinato del Mantova. Al terzo minuto De Pascalis da calcio d’angolo crossa in area ed ancora Caputo su colpo di testa manda alto. Il bianco-rossi reclamano anche un calcio di rigore al quindicesimo per un possibile fallo di mano di Franchini su cui l’arbitro Mazzoleni preferisce sorvolare.
Quasi rassegnati all’ennesimo pareggio ecco arrivare il gol del Bari che decide l’incontro: Andrea Masiello calcia una punizione, la barriera respinge, sempre Masiello recupera la palla ed effettua un cross basso su cui è l’argentino Rivas, da poco entrato al posto di De Pascalis, a toccare la palla prima di tutti, segnando il suo primo gol con la maglia bianco-rossa e facendo esplodere a circa 14 mila spettatori accorsi al S. Nicola.
Sorpreso dallo svantaggio, il Mantova riesce a rendersi pericoloso solo con un colpo di testa di Godeas, mentre il Bari sfiora il raddoppio prima con un contropiede di Cavalli, entrato al posto del malconcio Barreto, poi un preciso colpo di testa ancora di Caputo su cui l’estremo difensore mantovano esalta i suoi riflessi.
Al triplice fischio finale scrosciano gli applausi per l’undici barese che torna al successo tra le mura amiche dopo essersi affermato nel corso di questa stazione nel primo turno di Coppa Italia contro il Bassano.
Nella prossima giornata, che si giocherà di domenica a causa della gare di qualificazioni ai prossimi mondiali, il Mantova ospiterà l’Avellino, mentre al Bari giocherà nuovamente al S. Nicola contro l’altra capolista, il Sassuolo, incontro che però presenta una piccola curiosità: la società modenese dispone di più di due giocatori conovocabili nelle rispettive nazionali e da regolamento può chiedere il rinvio della gara.

Michele Rienzo
ADESSO IL BARI SOGNA IN GRANDEultima modifica: 2008-10-06T08:46:50+02:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento