I VOLTI DI BITIZEN: I BITONTINI DELLA RETE

Ma quanti siete? Sappiamo poco di voi sarebbe bello però incontrarsi: “Ciao sono il Canaruto!”
“Ah Piacere, MR Brown!”

359599608.jpgCirca un anno fa Bitontomyblog.it faceva sentire i suoi primi vagiti, passato un anno così come ogni fanciullo è cresciuto: da blog a tv ma l’anima è sempre la stessa.
Una piazza, virtuale ma pur sempre piazza, quella che abbiamo costruito.
Da circa un anno ci affacciamo , passeggiamo tra le parole e come in ogni passeggiata capita di fermarsi, fare due chiacchiere e interagire su ciò che accade nella nostra città.
Nessun elogio a noi per carità, nessun post referenziale , solo una semplice riflessione di quello che oramai da un anno stiamo vivendo: interazione allo stato puro.
Dal computer dell’ufficio, dall’università, da casa. La mattina, all’ora di pranzo, il pomeriggio, la notte. Basta scegliere un nick, un soprannome, e parte il commento.
Un computer e una tastiera, basta poco per “parlare” ed “essere parlati” e quante volte noi dello staff a controllare, a moderare.
Carissimi utenti, ma sapete quanto lavoro c’è dietro per far si che la vostra libertà rimanga espressa e tutelata?
In Corea del Sud è stato vietato l’utilizzo di nickname in rete. “Quest’azione è stata promossa contestualmente ad una serie di misure pensate per tenere facilmente traccia dell’identità dei citizen (cittadini della rete ) che intervengono in discussioni pubbliche o rispondono ad un articolo pubblicamente accessibile. Un sistema che viene considerato necessario per contrastare con maggior efficacia fenomeni come il bullismo cibernetico e garantire un controllo di quanto riportato sul web.” Non mancano le polemiche; molti infatti ritengono questa norma addirittura un pericolo alla libertà di pensiero e d’espressione, in realtà lo è……
Mettendo da parte ogni giudizio, è difficile comunque ignorare l’esistenza di tutti questi nick quanto meno fantasiosi e di tutte queste parole che viaggiano da una parte all’altra di una Bitonto internettiana appena alfabetizzata.
BTV e i suoi commenti, BTV e i suoi utenti con i loro nomi di battaglia (nick significa proprio questo, nickname: “nome di battaglia”, usato dagli utenti di Internet per identificarsi in un determinato contesto o in una determinata comunità virtuale) .
Ma quanti siete? Sappiamo poco di voi sarebbe bello però incontrarsi: “Ciao sono il Canaruto!”
“Ah Piacere MR Brown”
Chi siete? Vi immagino davanti al pc a leggere e a commentare, oltre al nostro caro BTV cos’altro visitate? Immagino…..
Chi va in giro per siti porno, qualcuno consulta gli orari dei treni e degli aerei e va a prenotarsi un viaggio online, qualcun altro prova l’ebbrezza di fare shopping in Rete e si compra un libro o un cd. Quanti cercano in Rete amici ed emozioni. C’è dunque chi chatta e chi utilizza la Rete sempre e solo in modo “proprio”, vecchi e nuovi abitanti di Internet, silenziosi ortodossi e rumorosi chattatori che convivono gomito a gomito.
Oggi provo a darvi un volto, a immaginare come potreste essere..
Calmini però, scherzo, quindi non fate i musoni e non scatenate risse di commenti…
Incominciamo da chi ?
Muneca, che penso sia una signora distinta che parla poco ma sa quello che dice.
C’è Cirano, anche lui è molto presente e me lo immagino come un ragazzo un po’ addormentato e dinoccolato anche un po’ impacciato nei movimenti, insomma un bonaccione.
Per non parlare di Jekil che ce l’ha con tutto e con tutti. Se dovessi dargli un volto bè me lo immagino come un di quei ragazzini che escono correndo da scuola con il grembiule sporco di inchiostro, i capelli corti e una faccia da malandrino.
Oppure Max and Mal lo immagino come un uomo pacioccone, con la camicia sbottonata fino all’ombelico.
Poi c’era un certo El barto, che all’inizio era uno molto presente, adesso non si sente più…L’ironica e pungente Giulia.
Marcella, stufaeincazzata. Secondo me signore sui 35/40 molto arzille ma un po’ racchiotte, di quelle che non sono mai andate oltre il proprio quartiere e si ergono paladine del perbenismo. Rocco che presenzia la maggior parte di tutti i post e che ha un amore per le tradizioni. Ce ne sono alcuni che io ammiro per la loro fantasia: Ombra75, Patata, Nonsiatemiopi.com, facciamocheeroio….aspettate c’è anche quel pacioccone presuntuoso di Moihaqquai… o GIO che fa tipo whirpool e si accontenta degli avanzi…acannito sembra il tipico frustrato di 40 anni che “lavora seriamente” e si occupa di andare a controllare i soldi che il comune spende per i progetti…(per fortuna abbiamo lui), e Sacetox che analizza dal titolo alla firma tutti gli articoli per trarre tutte le sue ingegnose conclusioni…
Un nickname molto originale è Una o UnoNessun… più una e nessuno di così! Dimenticavo Blackbox: punkabbestia sinceramente mi fa paura solo scriverlo e non oso neanche immaginare i tizi.
Poi c’è una tale Suor Nutella, secondo me altro che suora……. Starà sempre davanti allo specchio a compiacersi.
A me è venuta la fobia del nickname, ed ogni volta che mi sento osservata penso: “oddio quello può essere Vado al Massimo o Sara deLEo o Pierbaltro.
Ma poi alla fine è bello mascherarsi, il connotato artificiale della «persona» sarebbe, per così dire, quell’impronta, quel calco che le è coessenziale, che le appartiene.?
Dire questo non equivarrebbe forse a sostenere che la maschera fa parte della dimensione ontologica della persona ?

Antonella Natilla
I VOLTI DI BITIZEN: I BITONTINI DELLA RETEultima modifica: 2008-10-04T09:56:00+02:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

31 pensieri su “I VOLTI DI BITIZEN: I BITONTINI DELLA RETE

  1. Complimenti all’autrice del pezzo: molto ben fatto!

    Scrittura snella, struttura semplice, pensieri chiari, ironia in dosi ragionevoli ed anche il riferimento finale alla dimensione ontologica della maschera ci sta tutto: ancora complimenti!

    Poichè non ti conosco, adesso provo anch’io ad immaginarti….

  2. Gentilissima Antonella … prendersela ??? e perchè ???
    Il Suo articolo è garbato e spiritoso … e anche noi immaginiamo Voi !

    Non so se incontrarsi sarebbe bello … nella diretta di ieri sera per la prima volta ho conosciuto i volti di Cambione e Loragno ( … me li immaginavo molto + alti !!!)

    Non credo comunque smetterò di ridere presto … Lei dice di me le stesse cose che mi sentivo dire al Liceo dalla mia Prof di Italiano (incredibile) … ma comunque devo ammettere che in parte sia una fotografia fedele…

    Ingegnosi saluti

  3. Brava Antonella! E’ bello poter immaginare chi si nasconde dietro un nick. Interessante il tuo ragionamento nel dare un volto e una personalità alle persone che si celano dietro questi nomi fantasiosi. Devo dire che essendo tu donna non hai certamente risparmiato parole “simpatiche” nei confronti di quelle che scrivono su questo blog. Le hai immaginate stufe, incazzate e un pò racchiotte e se invece fossero delle bellissime donne, per niente perbeniste e giramondo? Non vorrei essere nei tuoi panni se dovesse arrivare una risposta dalle succitate nell’articolo!!
    Ciao!

  4. Chi l’ha detto giaco?
    Solo Marcella e Stufaeincazzata, (ah proposito, è un nick quello , giaco) io me le immagino così…
    Non ho assolutamente offeso le donne: C’è muneca, Giulia, Suor nutella, Marcella e Stufaeincazzata me le immagino così
    Se dovesse arrivare una risposta dalle “succitatate” che ben venga forse saprebbero stare al gioco. Poi ho dato un volto immaginario agli utenti non da quello che scrivono ma da quello che io percepisco quando leggo. Quanto scritto no è verità, è solo sensazione….
    Se dovessi darti un volto Giaco…..
    Permaloso, perbenista, altezza media e calvo…
    Non offenderti per questo…..

  5. Grazie Antonella!
    Mi (e penso di poter parlare a nome di tutti) hai fatto divertire tantissimo. Continuo a ridere ancora ora che sto digitando il commento.
    Giusto per chiarire: l’articolo mi è piaciuto veramente tanto ma … non porto la camicia sbottonata fino all’ombellico!!! Ah Ah Ah

    Quello che avete realizzato è davvero encomiabile. Lo dico anche perchè tra i miei amici ce ne sono molti che la pensano come me: avvocati, direttori di banca, commercialisti, impiegati che mi dicono che trovano, ogni giorno, il tempo per passare da bitontotv e leggere quanto c’è scritto.
    Penso che questo debba essere il più bel complimento che possiate ricevere. Le persone (anche quelle che dicono il contrario) vi seguono, vi leggono, forse vi copiano.

    Conoscersi?
    Chissà, forse parecchi utenti tra loro già si conoscono e non lo sanno.
    Forse se le identità venissero rivelate non sarebbe più lo stesso. O forse sbaglio e sarebbe meglio. Boh!
    In fondo quando si legge un libro si fa uno sforzo di fantasia per immaginarsi i vari personaggi, poi quando ne viene fatto il film parecchi ne rimangono delusi.
    Continuiamo così … Continuate così perche siete forti … davvero.

    Un saluto a tutto lo staff e a tutti i commentatori.

  6. ma dai… antonella ho ribadito milioni di volte che quelli che tu descrivi sono i Black Block… i “bravi” ragazzi del g8 di genova. comunque davvero curioso questi tuoi articoli. io proporrei di organizzare una festa di btv a febbraio, tutti in maschera, così nessuno riconosce nessuno e anche in caso di volti visibili, io non so chi mi sta accanto. magari il mio migliore amico che mi ha sempre voluto mandare a cagare e l’ha fatto su btv con un nick, mentre ora sorseggia con me un caffè e ridiamo insieme.
    in fondo questo “essere anonimo” è pur sempre un modo di essere che va rispettato. è anche un modo per sfogare la propria rabbia con le parole e no con gesti vandalici o violenti. quindi… bhò, da buon punkabbestia con cui sono stato descritto lascio a voi le conclusioni. comunque chi si associa alla festa in maschera tra tutti i nickers di btv? per accedere bisogna lasciare il nick all’ingresso, dove per i dati sulla privacy chi vede chi sono io non può svelarlo… e eleggiamo pure mister e miss nick 2009!
    pensiamoci e divertiamoci!

  7. e comunque è emozionante per la prima volta vedere su questo blog tutti sorridenti e poco incazzati sulle divergenze di opinione. ci voleva una cosa a “stare”. così, semplice, spontanea e tranquilla. vi siete resi conto che per la prima volta siamo tutti tranquilli nel commentare? wow. notatelo. leggete l’armonia dei commenti. fatelo. e ditemi come vi sentite dopo.
    un’abbraccio a tutti. come nelle grandi famiglie.
    comunque condivido il pensiero di maxandmal (e ne riporto il passo):
    Quello che avete realizzato è davvero encomiabile. Lo dico anche perchè tra i miei amici ce ne sono molti che la pensano come me: avvocati, direttori di banca, commercialisti, impiegati che mi dicono che trovano, ogni giorno, il tempo per passare da bitontotv e leggere quanto c’è scritto.
    Penso che questo debba essere il più bel complimento che possiate ricevere. Le persone (anche quelle che dicono il contrario) vi seguono, vi leggono, forse vi copiano.

    Conoscersi?
    Chissà, forse parecchi utenti tra loro già si conoscono e non lo sanno.

  8. Un classico post domenicale di relax. all’inglese. Bravi

    Comunque ti ringrazio per avermi messo nei “titoli”, ma mi piacerebbe conoscere, da vanitoso, come la gente mi immagina, soprattutto considerando il “nick” (a proposito, grazie per la brillante traduzione del termine) che mi sono scelto.
    L’idea di blackblox è davvero divertente. Una festa in maschera….
    Ne sentiremmo delle belle, secondo me.

  9. Ciao, bel pezzo davvero e sarebbe bello incontrarsi un pò tutti per scambiare idee e confrontaci.

    Pacioccone si! [non immagino come hai fatto a capirlo (qualcuno se l’è cantata, forse?!]……presuntuoso non più di tanto (o non più del bitontino medio).

    Cmq è bello accendere il pc nel pomeriggio e incontrare anche virtualmente altri bitontini che discutono su tutto. E’ il segnale che qui a Bitonto c’è qualcosa di vivo e che tutti manteniamo un attento spirito di osservazione. E come ho ribadito in più post precedenti voi blog siete un ottimo strumento per lo spirito critico di questa città.

    Ps: i presuntuosi non fanno complimenti.

    pps: please, Antonella, la prossima volta non sbagliare a scrivere il mio nick
    ciao

  10. Finalmente un pò di tranquillità…
    oggi il blog è una bella oasi di pace in perfetto relax.
    Ragazzi ho appena finito di vedere la diretta dalla sala conciliare: Siete fantastici!!!!
    Bravissimi veramente, voi siete la bitonto che vuole crescere e migliorare….
    Giornata bellissima per il blog oggi: qui i vari nick commentano e magari scherzano tra loro, voi dello staff in diretta dalla sala conciliare, la prima volta in assoluto….
    Alla faccia di chi non ci credeva…
    Vi voglio bene vari nick…
    ora vado a passre questo bel sabato…

  11. effettivamente una bella (e insolita) atmosfera, quindi una sensazione piacevole ed è quasi tutto merito tuo, diabolica antonella (complimenti!)…la differenza del merito va a noi, quando ci vuole ci vuole! certo non sarò io (nè mi va) a rovinarla questa bella atmosfera anche se, antonella, con me non hai avuto un trattamento di riguardo….diciamo “ca m s accis proprt”, ma te lo dico con simpatia.poi in questa giornata di grandi successi, siamo tutti felici e sorridenti e faccio fare anch’io un giro sulla giostra “a gratis” (tanto per usare una locuzione cara a cambione) alla mia piccola bambina Antonella.
    ciao antonella, non perdere mai questa verve.

  12. non posso non unirmi al coro di complimenti per questo bell’articolo.
    bella atmosfera. bel parlare. stasera la piazza è stata proprio bella.
    complimenti anche per l’ottimo successo delle dirette per la festa del pd e soprattutto mi è piaciuto il finale di cambione con il sassolino lanciato a proposito delle dirette del consiglio comunale.
    il sogno sta diventando realtà? credeteci. brava antonella e bravi tutti

  13. Benedetta ragazza di una Antonella.

    Hai avuto una bella intuizione. Ormai bitontotv è diventato un bel posto di ritrovo virtuale dove attingere notizie e lasciar circolare le proprie idee.

    Beh hai proprio ragione a proposito dello specchio. In effetti ci passo tanto tempo … ma solo perchè non riesco ancora con facilità a calzare velocemente il velo!!!!!!!!!!!!!!!

    Tornerò con piacere a trovarvi sul web e anche quando il mio nick dovesse essere assente per un pò di tempo non preoccupatevi, io e le mie consorelle vi seguiamo comunque.

    In bocca al lupo.

    suor Nutella

  14. Complimenti Antonella,
    sinceramente sono stata stupita del mio menzionamento nell’articolo xche’ pensavo di passare inosservata;
    spesso i miei commenti un po’ ironici servono
    solo x smorzare il clima teso che spesso si crea tra i lettori
    e che facilmete sfocia nella maleducazione e nella noia.
    Comunque grazie per l’ “originale”, sono contenta di avere un mio piccolo spazio in questo blog…….anche se alla fine la mia
    voce e’ solo “Una” tra le tante, ma l’importante e’ averla la
    voce e tirarla fuori nel momento giusto!!!!
    Quando sono a lavoro e’ impossibile non venire sul blog perche’ ormai sono troppo interessata a sapere cosa
    succede nella mia citta’…. quindi e’ divenuto il mio appuntamento quotidiano proprio tipo la pausa caffe’.
    Grazie dell’ ottimo lavoro che fate e che continuerete a fare.

Lascia un commento