IL B.ART IN DIRETTA DALLE 18.30

 


Dopo la pausa estiva anche il team della webtv è tornato al lavoro. Questa sera riprendono gli appuntamenti in diretta con le immagini del B.Art Festival, di cui BitontoTV è mediapartner. La nostra postazione sarà allestita su Corso Vittorio Emanuele, all’esterno del comune, dove le nostre esperte di arte, Lucrezia Naglieri e Lara Carbonara converseranno con gli artisti che presenteranno le loro opere, e Maurizio Loragno, anchorman di politica e attualità, intervisterà gli amministratori sulla manifestazione ma anche per fare un bilancio degli eventi estivi e perchè no di questi primi 100 giorni di “governo”. La diretta, organizzata con il contributo di uno dei main sponsor della manifestazione, la nota azienda di prelibatezze da bar, NATFOOD srl, segnerà anche l’ultima esperienza della piattaforma di trasmissione usata finora. Con il nuovo sito, infatti, partirà anche la nuova piattafoma di trasmissione della webtv, completamente personalizzata e più performante intorno alla quale sarà costruito il palinsesto per questo autunno-inverno. Come avevamo promesso, il ritorno dalle ferie sarebbe stato un periodo pieno di novità e iniziative per il gruppo di lavoro di BitontoTV e dopo essere stati i promotori della visita dell’ambasciatore del Ghana, aver lavorato alla realizzazione del B.art festival, per la prossima settimana sono in arrivo altre novità sui nostri progetti. L’invito come sempre è quello di seguirci e, se lo vorrete, di regalarci i vostri consigli e suggerimenti che rimangono il modo più efficace per migliorare il servizio che cerchiamo di offrirvi.

Torna al menu principale

IL B.ART IN DIRETTA DALLE 18.30ultima modifica: 2008-09-12T07:30:00+00:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

13 pensieri su “IL B.ART IN DIRETTA DALLE 18.30

  1. Il video qui sopra è valido chi lo ha fatto conosce il mestiere.

    l’unico eros era dato dalle femminucce li e non per caso che avevano dimostrato creatività nell’incorniciarsela

    assenza totale dell’elemento essenziale dell’eros cioè la provocazione provoc-azione

    decisamente mosci

    Gino Ancona

  2. Sig Gino,
    mi permetta di contraddirla..

    forse lei avrà solamente varcato l’uscio della porta e s sarà fermato ad osservare dall’esterno e con superficialità quanto siamo riusciti a creare.

    Le faccio alcuni esempi: ABSTRACT, IL ROSSO E IL NERO, SCOCChATO per non parlare della performance teatrale “IO LA DAREI ANCHE..” in mezzo a gente rimasta,a dir poco, attonita..

    Mi perdoni ma questa volta mi ha totalmente delusa:
    abbiamo toccato temi scottanti che vanno dalle forme più morbide dell’eros alle forme più dure come la condanna alla pedopornografia o l’inno alla masturbazione.

    La prossima volta cerchi di attuare meglio quello “osservare oltre” che insegna nei suoi discorsi. Anzichè demoralizzarci, cerchi di gratificarci con questi primi gesti “di protesta” alla piatta quotidianità bitontina, e perchè no, sia anche lei parte integrante del b.ART.

    La saluto con cordialità.

    Arianna Carbonara

  3. mia Cara
    comprendo perfettamente la condizione di triste rimorchio nella Storia, comprendo perfettamente la tristezza di questo buio il più buio nella Storia proprio perchè per la prima volta i giovani anzichè essere motori sono a rimorchio bombardati e rintronati dai media, è triste pensare che l’ultimo Movimento degno di questo appellativo è stato il Punk morto per eutanasia 30 anni fa e proprio per tutto questo diventa essenziale la provoc-azione l’attacco frontale la dettonazione!
    La gratificazione è patetica
    Gino Ancona

    ps. io non voglio insegnare mi piace ragionare e a ragionare si impara non si insegna

  4. Caro Gino, ho capito che
    “A ragionare si impar non si insegna”……………E’ UNA FRASE STUPENDA e forse una bella verità………ma ti posso chiedere un favore?

    CAMBIA UN PO’ REPERTORIO!!!

    Mi manca la frase sull’idiota……….come è?
    tra l’altro la frase sul ragionare è tua?

  5. Caro Gino, ho capito che
    “A ragionare si impar non si insegna”……………E’ UNA FRASE STUPENDA e forse una bella verità………ma ti posso chiedere un favore?

    CAMBIA UN PO’ REPERTORIO!!!

    Mi manca la frase sull’idiota……….come è?
    tra l’altro la frase sul ragionare è tua?

  6. Gino nelle sue frasi ha ragione. Come ha ragione a volte nei suoi modi di fare. Come abbiamo ragione anche noi in tutto quello che abbiamo fatto. L’importante era gettare il seme. E mi sembra che ne sia stato gettato più di uno. é altresì importante ora sedersi a tavolino e progettare, capire dove si è peccato e dove si deve senza dubbio migliorare. coltivare e far crescere. S’è acceso l’entusiasmo. S’è portata gente dove fino ad ora si portava altro. Il comune (palazzo di città) per qualche ora (e mi riferisco anche al clima di gioia e convivialità creatosi ANCHE durante l’allestimento) era ed è diventato il luogo dello scambio di opinioni tra la gente, gli artisti sopratutto. Una comune (se gino me lo consente di usare sto termine) E’ stata una bella esperienza, frutto di una squadra che ha lavorato sodo e sembra anche in maniera decente (considerato che c’erano addetti ai lavori e anche non). Cercheremo di far tesoro di tutto ciò che di buono c’è stato detto. Ma anche di quello che c’è stato sputato contro. Creeremo continuità. Ognuno nelle sue diversità a modo di anteporre il cervello al culo (mitica frase che m’ha fatto conoscere l’Ancona 15 anni or sono). Son contento ci sia stato Gino, il tuo parere è importante. Come vedi non tutti i giovani a bitonto sono flosci. Qualcuno è “verzello” ancora. E molti ragazzi ora CHIEDONO di fare… VOGLIONO… sarà forse tempo di evoluzione per la città? Il mio grazie comunque a tutti.

  7. caro il mio Fabio, ancora con “evoluzioni” e dai sei un socialdemocratico.

    qualcuno disse che se a 20 anni non si è rivoluzionari a 40 si è sbirri
    e purtoppo è da constatare che molti che a 20 anni eran rivoluzionari ora son sbirri.

    quindi, caro Fabio, per evitare di divenire sbirri s’ha da evolvere la Rivoluzione e storicamente è stato compito delle nuove generazioni
    Gino Ancona

    ps. al nasone: quando non è farina del mio sacco cito la fonte se la ricordo

  8. la mia paura gino non è vedere la gente diventare sbirri a 40 anni… e vedere ragazzi che a 18 sono fieri di esserlo. che forse l’arte susciti in loro un pò di ripensamenti per le varie divise e l’eros gli faccia scoprire i piaceri della vita…

    p.s.: per quanto riguarda l’essere social democratico: il sociale lo accetto, ci sta. il democratico non credo mi calzi a pennello, la prendo come un’offesa!!! ah ah ah ah.
    un abbraccio 😉

  9. la combriccola di vasco purtroppo non credo torni a bitonto visto che era stata invitata esclusivamente per l’evento. qualora dovesse ripresentarsi l’opportunità di ospitarla in altra manifestazione lo faremo sicuramente. ci dispiace per la loro assenza ma purtroppo un po per problemi tecnico logistici legati al cambio improvviso di locatio, un pò (cito mail inviata all’organizzazione dal combriccoladivasco.it) per motivi di salute di uno dei componenti non son potuti esserci.

Lascia un commento