DOMANI SERATA IN LIRICA

Il 4 settembre appuntamento con l’orchestra di fiati “Città di Bitonto” diretta da Franco Pazienza

162077018.jpgIl 4 settembre torna a Bitonto il maestro Francesco Pazienza. Dopo aver allietato per anni con la sua ensemble il concerto di capodanno, il direttore ha diradato negli ultimi mesi la sua presenza in città. Pur essendo bitontino, infatti, risiede da qualche anno in Lombardia con la famiglia. In occasione dell’Estate Bitontina, si ripropone agli appassionati di musica classica eseguita da concerti bandistici, con un prestigioso concerto nell’atrio dell’episcopio (lato est della cattedrale). L’Orchestra Sinfonica di Fiati “Città di Bitonto eseguirà dei classici della lirica di autori italiani da Rossini a Verdi con leggere evoluzioni nella musica dell’europa orientale con Ciajkovskij e Ravel.
L’inizio del concerto è previsto per le 20,30 e l’ingresso – come per la quasi totalità degli eventi dell’estate bitontina – è gratuito. E’ prevista anche la sistemazione di un buon numero di sedie per permettere a tutti di godersi comodamente lo spettacolo. Per far conoscere la sua attività musicale, il maestro ha anche attivato un sito internet: www.francescopazienza.net.
Questo il programma completo della esibizione:

G. Rossini – La Cenerentola (Ouverture)
G. Verdi – I Vespri Siciliani (Ouverture)
G. Verdi – I Vespri Siciliani (Le quattro stagioni – Balletti)
G. Rossini – Il Barbiere di Siviglia (Ouverture)
G. Verdi – La Forza del Destino (Ouverture)
G. Verdi – Aida (Marcia Trionfale)
P.I. Ciajkovskij – Ouverture Solenne 1812
M. Ravel – Bolero

Francesco Cambione – foto Nicola Ditillo da www.francescopazienza.net

DOMANI SERATA IN LIRICAultima modifica: 2008-09-03T08:34:00+00:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “DOMANI SERATA IN LIRICA

  1. si respirerà un po di Cultura musicale ma con musicisti non bitontini, con un’associazione che esiste solo in occasione di questi concerti e che anche se ha il nome di Città di Bitonto non porta in nessuna località questo nome,a differenza di altre associazioni che lo fanno.

Lascia un commento