SCOPRIRE BITONTO 4 VOLTE: È BITONTOURS

I volontari del Servizio Civile “Turismo accessibile” , hanno messo a punto quattro nuovi percorsi itineranti e gratuiti alla scoperta delle meraviglie in pietra del centro antico

791145300.JPGLe strategie per lo sviluppo del turismo culturale della città e la valorizzazione delle bellezze artistiche prevedono un’iniziativa che vanta il patrocinio dell’Assessorato alle Politiche giovanili, turismo e grandi eventi, nella persona di Ennio Vacca: Bitontours.
I volontari del Servizio Civile (Angela Monte, Armida Drimaco, Giuseppina Labianca, Giuseppe Saracino, Loredana Noviello e Patrizia Aresta), coinvolti nel progetto “Turismo accessibile” del Comune di Bitonto, hanno messo a punto quattro nuovi percorsi itineranti e gratuiti alla scoperta delle meraviglie in pietra del centro antico. Itinerari tematici, aperti e flessibili affinché ognuno possa scegliere quello più attinente ai propri interessi e alle proprie curiosità. Il progetto verrà anche presentato a settembre nelle scuole di Bitonto, Mariotto e Palombaio, per coinvolgere in modo diretto i ragazzi, futuri tutori dei beni storico- artistici della città.
Il primo percorso “Passeggiando per il borgo”, prevede la visita al Torrione Angioino o Cassero, – sarà però visitabile dall’interno solo quando termineranno il lavori di restauro-; il Teatro Comunale Tommaso Traetta; la Cappella e Sedile di Sant’Anna; la Cattedrale.
 Il secondo percorso “Le chiese del percorso indulgenziale”, prevede la visita alla Chiesa della Madonna del Carmine; alla Chiesa di Santa Teresa; alla Chiesa di San Francesco D’Assisi – al momento disponibile solo dall’esterno – ; alla Chiesa di San Gaetano; la Cattedrale.
Il terso percorso, “Dall’extra moenia al cuore del borgo antico”, prevede la visita alla Chiesa di San Matteo; la Chiesa della Madonna del Carmine; la Chiesa di San Valentino; la Cattedrale.
Il quarto percorso “Quieto Barocco bitontino”, passerà per la Chiesa di San Gaetano; la Chiesa di San Francesco da Paola; la Chiesa dell’Annunziata; la Chiesa di San Michele; la Chiesa di San Domenico; la Chiesa di Santa Maria delle Vergini. Le visite sono gratuite ma conviene prenotare con un po’ di anticipo rivolgendosi al numero 080.9903622.
Bitonto vanta origini antichissime e dominazioni diversificate. Dall’influenza greca del V secolo all’esplosione urbanistica della grandezza romana; dall’iconismo bizantino all’immolazione gotica; dallo splendore romanico al lusso rinascimentale; dalla complessità barocca alla linearità novecentesca.  Studiare e conoscere gli importanti elementi architettonici che custodiscono le mura Angioine è un’importante strategia economica, oltre che una valorizzazione dell’humus culturale. A spingere in questa direzione è la necessità di affermarsi in un mercato che tende sempre più alla differenziazione dei bisogni dell’uomo. Unicità delle forme artistiche, autenticità degli stili, tipicità dei prodotti locali, specificità delle caratteristiche del territorio: questi gli elementi fondamentali di un localismo su cui si può investire, su cui si deve puntare.

Lara Carbonara
SCOPRIRE BITONTO 4 VOLTE: È BITONTOURSultima modifica: 2008-07-23T09:36:00+02:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “SCOPRIRE BITONTO 4 VOLTE: È BITONTOURS

  1. a Francesco Cambione.
    A quanto pare copiare le idee di successo, per non usare termini più pesanti, a Bitonto, già pubblicate da altri, è un vizio che non morrà mai. Mi riferisco ai “Cinque itinerari per un borgo antico da riscoprire – Bitonto” di cui ti chiesi di immettere in “rete” e regalarlo a tutti, gratuitamente, a tutti.
    Ti ringrazio per la tua correttezza.
    Se ti pare, censura pure, ci saranno altri organi che parleranno dell’argomento.
    Saluti

  2. Gentile architetto Sblendorio
    ha appena insinuato che abbiamo passato sottobanco un cd per farne fare una copia. Le sue affermazioni gravissime ci costringono a rivolgerci al nostro avvocato.
    Ne risponderà nelle dovute sedi

    E per chiarimento Le fu detto che il cd era in un formato non supportato dalle nostre piattaforme. Per questo non l’abbiamo inserito.

  3. Presa visione del commento scritto dall’architetto Sblendorio, ci teniamo a precisare l’assoluta legittimità e autenticità del nostro progetto “Bitontours”, che ha previsto l’ideazione ex novo dei quattro percorsi turistici. Per questo ci sentiamo offesi dalle accuse ricevute che colpiscono la nostra professionalità e l’impegno profuso per l’attuazione della nostra idea.

    Aresta Enza Patrizia, Drimaco Armida, Labianca Giuseppina, Monte Angela, Noviello Loredana, Saracino Giuseppe.

Lascia un commento