BITONTO MEGLIO DI MOLFETTA PER L’ITALGAS

Si profila il trasferimento degli uffici della marina a favore della città bitontina. Al momento nessuna dichiarazione ufficiale, ma rescisso il contratto di locazione. Intanto è polemica a Molfetta, ieri pubblicata una lettera di protesta dei dipendenti.

ebfc894c0a3b86a2def7e2947cf5006a.jpg Fa strano leggere una notizia simile. Solitamente Bitonto ha penato riduzioni e mortificazioni dei servizi, principalmente a causa di una eccessiva vicinanza al capoluogo di Regione. Tutt’altro registro per la storia dell’Italgas, che pare abbia preferito proprio Bitonto a Molfetta.
Il condizionale si fa d’obbligo per l’assenza di comunicazioni ufficiali da parte della società torinese (tra l’altro sprovvista di un ufficio relazioni con la stampa, ndr), ma l’allarme del trasferimento lo danno i documenti con cui si rescinde il contratto di locazione degli immobili di corso Fornari, dove l’Italgas ha la sua sede molfettese. Stando ad indiscrezioni, quindi, entro il 30 novembre i sei dipendenti, due tecnici della distribuzione e quattro responsabili degli impianti, dovrebbero trasferirsi al Centro Operativo bitontino.
La vicenda non fa capolino come fulmine a ciel sereno: una avvisaglia del trasferimento fu data già nel febbraio 2008, quando si vociferò della scelta di razionalizzazione organizzativa e la cittadinanza insorse invocando l’aiuto delle istituzioni.  L’accordo sembrava essere stato raggiunto tra Comune e società ed Azzolini – in piena campagna elettorale – aveva rassicurato i suoi elettori sulla buona sorte dell’ufficio.
Oggi lo scenario cambia e la polemica si accende. Dalla marina non si lesinano colpi bassi alla città bitontina. Se n’è parlato anche durante l’ultima seduta del consiglio comunale, al cui ordine del giorno è stato aggiunto ed approvato il punto concernente proprio la decisione della Italgas. “L’amministrazione – fa sapere il Comune molfettese per vie ufficiali – sollecita la direzione generale dell’Ente a Torino, nonché la direzione dell’area sud a Napoli, perchè il processo di ristrutturazione dell’impianto non penalizzi Molfetta in un momento di così forte espansione.” Ieri la stampa locale ha anche appreso una lettera ufficiale di protesta dei dipendenti degli uffici della marina.

Le argomentazioni a sostegno sono sostanzialmente due: è la prima nel Mezzogiorno quanto a numero di utenze (quasi 25mila, ndr) ed è in corso un forte processo di sviluppo della zona ASI e del porto. D’altro canto, però, Bitonto è ben collegata anche con l’entroterra e potrebbe avere pertanto una posizione maggiormente strategica sul territorio. Un’opportunità, in ogni caso, per la città, che da questo trasferimento potrebbe trarre grande beneficio economico.
La querelle attende ora sviluppi, soprattutto in una chiarificazione della società torinese. D’augurio, al di là delle posizioni campanilistiche, è che la priorità assoluta sia data alla soddisfazione degli utenti ed alla qualità del servizio, imprescindibile per la buona vita dei cittadini. Di qualsiasi paese essi siano.

Marica Buquicchio

Un pensiero su “BITONTO MEGLIO DI MOLFETTA PER L’ITALGAS

Lascia un Commento