NESSUN DUBBIO

 

Continuiamo a parlare di prevenzione e buone pratiche quotidiane in Uniti conto l’Aids, la rubrica di Bitonto.myblog che promuove una campagna di sensibilizzazione ed informazione in attesa del grande evento del 1 dicembre. Sabato, infatti, la Giornata Mondiale contro l’Aids sarà celebrata in città con un concerto, voluto dalla Casa Alloggio Raggio di Sole della Fondazione Santi Medici, che vedrà esibirsi sul palco la rock band ZED.
Negli anni molti dubbi si sono annodati intorno al virus dell’HIV e soprattutto sulle sue modalità di trasmissioni. Dubbi, in molti casi, che hanno creato paura, emarginazione, discriminazione.
Servendoci delle fonti ufficiali del Ministero della Salute, vi proponiamo le Domande più Frequenti, che sono state sottoposte agli Esperti del Telefono Verde Aids. Dal lunedì al venerdì, infatti, dalle ore 13.00 alle ore 18.00, il servizio è attivo al numero 800 861 061.
Se desiderate invece sapere di più sulle modalità di test per conoscere l’infezione, sul virus e sulla ricerca scientifica, sulla profilassi o ancora per un sostegno psico-sociale, cliccate sul link sottostante e scaricate il fascicolo completo del Ministero della Salute:
faq.pdf

NESSUN DUBBIO

    L’HIV può penetrare attraverso la pelle integra?
No, perché la pelle è una protezione, un “rivestimento”, una barriera per il nostro organismo.

    E’ pericoloso vivere nello stesso ambiente di un sieropositivo o di un malato di AIDS?
No, perchè la condivisione di ambienti di vita non comporta alcun rischio di contagio.

    L’infezione da HIV può trasmettersi attraverso il bacio “profondo”?
No, salvo il caso in cui si abbiano lesioni e sanguinamenti delle mucose orali macroscopicamente visibili.

    Si può contrarre l’infezione bevendo nello stesso bicchiere o mangiando nello stesso piatto di persone sieropositive?
No, perchè la saliva non trasmette questo virus.

    Le lacrime e il sudore sono in grado di trasmettere il virus da HIV?
No, le lacrime, il sudore, la saliva, l’urina, le feci, il vomito e le secrezioni nasali non trasmettono il virus HIV.

    Si può contrarre l’infezione usando il rasoio o lo spazzolino da denti di persone sieropositive?
No, perchè l’infezione si trasmette attraverso contatto “diretto” con il sangue infetto. E’ opportuno per buona norma igienica, usare strumenti personali indipendentemente dalla conoscenza dello stato di sieropositività.

    Si può trasmettere l’infezione attraverso gli strumenti usati dal dentista?
No, perchè gli strumenti vengono sterilizzati ad una temperatura elevata che non permette la sopravvivenza di questo virus.

    Gli insetti e gli animali domestici possono trasmettere l’ HIV?
No, perchè non è possibile la trasmissione uomo/animale e viceversa. Questo virus, infatti, si può trasmettere solo da un essere umano infetto ad un altro.

    Un bambino sieropositivo può contagiare un altro bambino sano?
No, nessun bambino si è mai contagiato nei contatti sociali con un bambino sieropositivo.

    Quali sono le precauzioni specifiche che il personale scolastico può adottare in caso di sanguinamento da parte di un bambino sieropositivo?
La precauzione da usare, come in tutte le situazioni di contatto con sangue di altre persone, è l’uso di guanti per effettuare la medicazione di ferite e/o tamponare emorragie.

 

NESSUN DUBBIOultima modifica: 2007-11-26T07:55:00+01:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

7 pensieri su “NESSUN DUBBIO

  1. ma non vi ha detto mai nessuno che HIV non esiste, è una bufala, una sigla e basta e che l’immuno deficenza è tuutt’altra cosa da quelle cazzate che raccontano per mettere sul mercato la vita umana per far fare soldi alle lobbi della “medicina”?!!!

  2. Si vabbè ecco che spunta fuori una nuova teoria complottistica pseudo-scientifica campata in aria, letta su novella 2000 e presa per vera. Su dai Gino Ancona, siamo seri, almeno davanti ad un problema che da anni nuoce migliaia di vittime.
    PS se non fosse per quella che tu chiami lobby della medicina, moriremmo ancora di tantissime malattie che sono state sconfitte. Quando un giorno anche questo terribile flagello sarà stato sconfitto, bisognerà dire grazie ai progressi della medicina, non a chi vuol fare sempre il bastian contrario, credendo queste teorie che hanno la stessa credibilità di una favola per bambini.

  3. Ragazzo:
    1)se io avessi detto solo una cosa storta in vita mia ti assicuro che me l’avrebbero fatta pagare e anche cara e io non sto li a masturbarmi con un computer firmando con uno pseudonimo.
    2) io ho avuto il piacere e l’onore di conoscere, di persona, Stefan Lanka che è uno dei virologi più importanti al mondo.
    3) ho anche partecipato all’organizzazione di un giro di conferenze del prof. Lanka, giro di conferenze promosso da uno dei sindacati della sanità più importanti in Lombardia.
    4) sono circa un migliaio gli scienziati che sostengono quello che ho scritto e tra questi ci sono anche dei Nobel.
    Gino Ancona

    Ps. Fatti un giro su internet troverai un mare di cose e questo è solo un inizio
    http://www.ilvirusinventato.it/

  4. >1)se io avessi detto solo una cosa storta in vita mia ti assicuro che me l’avrebbero fatta pagare e anche cara…

    Quindi decuco che tu ne abbia detto almeno un’altra, di cosa storta.
    Non mi sorpende: di solito chi crede in questi megacomplotti universali va all’ingosso, ingurgita tutto quello che viene presentato “contro la scienza ufficiale”.
    La “scienza ufficiale” è difficile, pesante da studiare e da capire. Spesso sbaglia, e si deve ricominciare da capo. Le “teorie alternative” invece sono facili, spiegano tutto con facilità e sono consolatorie (basta toglere di mezzo quattro lestofanti e risolviamo tutto…).
    E se te lo dico io, che sono Babbo Natale, mi crederai di certo!

  5. ciao gino ancona ci ho messo tanto a rispondere prima di tutto perchè mi sono informato bene sull’argomento. Non mi piace parlare per partito preso e perchè non sto a masturbarmi al pc con un nick, come dici tu (che mi conosci? che ne sai?). Il nick è per privacy.
    Inizio col contestare una tua affermazione: “se io avessi detto solo una cosa storta in vita mia ti assicuro che me l’avrebbero fatta pagare”. Vuoi dire che quando parli hai sempre ragione? Chi sei un messia? La storia insegna a dubitare di chi pretende di detenere la verità assoluta.
    Il link che mi hai mostrato parte da una premessa assurda, e cioè che non esistono malattie asintomatiche e che i malati asintomatici sono malati solo su un pezzo di carta. Devo desumere che l’autore del sito non conosce il funzionamento di molti tumori.
    Il comportamento dell’aids funziona così: subito dopo aver contratto l’infezione da HIV, la quantità di virus aumenta e diminuiscono gli anticorpi. Dopo circa 6 settimane il malato si riprende, dopodichè somincia un lungo periodo di “latenza” (circa 10 anni) in cui gli anticorpi ritornano a diminuire lentamente e il virus ad aumentare.
    L’AIDS che ne deriva non è altro che un insieme di patologie che derivano dalla scarsità di anticorpi. Lo scienziato citato dal sito Duesberg parte da 2 concetti sbagliati: l’AIDS come conseguenza di particolari stili di vita e non di un agente patogeno. Ma se dipende da stili di vità come mai si diffonde attraverso scambio di fluidi come un virus, attraverso rapporti sessuali, scambi di siringhe ecc.? e come mai si diffonde uniformemente tra tutti etero e omosessuali?
    Il secondo assunto di Duesberg è che non è possibile un periodo tanto lungo di latenza, non contando il fatto che non si tratta di vera latenza in quanto il virus agisce molto lentamente per circa 10 anni.
    Poi bisogna tener presente che l’HIV soddisfa i postulati di Koch che associano una malattia ad un particolare microorganismo. Poi riguardo il farmaco usato per curare la malattia, ossia l’AZT Duesberg affermache aggrava i pazienti. Nessuno studio lo ha dimostrato, anzi è dimostrato tutto il contrario, cioè che rallenta il decorso della malattia, purtroppo senza curarla.
    Ancora un’altra considerazione. Il link mi fa cadere le braccia quando parla di complotto della CIA, per far diminuire la pressione demografica proveniente dall’Africa, diffondendo il terrore e costringendo i paesi africani a comprare dalle multinazionali farmaci e preservativi. Sul fatto che i farmaci costino troppo non c’è alcun dubbio, ma non mettiamo la CIA dovunque. Ultimamente sembra colpevole di tutto. Sembra un qualcosa a cui addossare tutti i mali. Ma piantiamola!
    Come dice babbo natale è molto più facile credere ciecamente a queste teorie complottistiche che studiarsi bene la realtà.
    Se hai ancora dubbi comunque potresti iniettarti il virus HIV così vediamo chi ha ragione.

  6. Aggiungo che tesi antiscientifiche come quelle perpetrate da Duesberg e Lanka siano causa del diffondersi dell’AIDS: i poveri sieropositivi che si fidano (perché trattasi di un atto di fede, nulla di più) di queste risposte senza fondamenta credono di non essere malati, e continuano quindi ad avere rapporti con ignare vittime.

Lascia un commento