PREVENIRE PRIMA DI TUTTO

Prevenire è meglio che curare non è soltanto un detto, ma un buon consiglio per chi ama la vita e vuole proteggerla. Oggi Uniti contro l’Aids vi propone una panoramica delle domande più frequenti sulle modalità di trasmissioni, domande cui rispondono gli Esperti del Telefono Verde Aids. Dal lunedì al venerdì, infatti, dalle ore 13.00 alle ore 18.00, il servizio è attivo al numero 800 861 061.
Se desiderate invece sapere di più sulle modalità di test per conoscere l’infezione, sul virus e sulla ricerca scientifica, sulla profilassi o ancora per un sostegno psico-sociale, cliccate sul link sottostante e scaricate il fascicolo completo del Ministero della Salute:
faq.pdf

PREVENIRE PRIMA DI TUTTO

    Come si trasmette l’infezione da HIV?
L’infezione daLL’HIV si trasmette:
– per via sessuale attraverso rapporti di penetrazione vaginale, anale e rapporti oro-genitali non protetti da profilattico o con uso non adeguato dello stesso;
– per via ematica, attraverso lo scambio di siringhe contaminate (per chi usa sostanze per via endovenosa), attraverso un contatto diretto tra ferite cutanee, profonde, aperte e sanguinanti, attraverso un contatto diretto tra sangue infetto e mucose, anche integre, durante i rapporti sessuali;
– per via materno-fetale.

    Quali liquidi biologici trasmettono il virus?
I liquidi biologici che trasmettono l’infezione da HIV sono: sperma, liquido precoitale, secrezioni vaginali, sangue, latte materno.

    Perchè si considerano a maggiore rischio di infezione i rapporti sessuali di tipo anale?
I rapporti anali sono a maggior rischio perchè la mucosa anale e’ molto fragile ed in tale pratica si possono creare delle microferite che aumentano la possibilità del passaggio del virus.

    Perchè coloro che assumono droghe per via endovenosa sono a rischio per l’infezione da HIV?
Perchè generalmente scambiano siringhe non sterili, contenenti sangue infetto.

    I rapporti sessuali con più partner, non protetti da profilattico, aumentano ancora di più i rischi di infezione da HIV?
Si, se nei rapporti sessuali non si usa correttamente il profilattico.

    Le prostitute possono trasmettere l’infezione da HIV?
Si, se sono persone che hanno contratto l’HIV. Non esistono categorie a rischio, ma comportamenti a rischio, pertanto le prostitute con l’infezione da HIV possono trasmettere il virus se durante i rapporti sessuali non usano il profilattico. Il virus, infatti, non fa distinzione di sesso, età, religione, razza, condizioni socio-economiche. Se il cliente è sieropositivo e non usa il profilattico durante il rapporto sessuale può trasmettere l’infezione da HIV alla persona che si prostituisce.

    Le persone contagiate per via ematica possono trasmettere il virus durante i rapporti sessuali?
Si, se non usano correttamente il profilattico.

    Che cosa rischiano i soggetti sieropositivi e i loro partners continuando a praticare comportamenti a rischio?
I soggetti sieropositivi che continuano ad avere rapporti non protetti da profilattico, rischiano di infettare altre persone, di reinfettarsi e di essere esposti ad altre malattie infettive.

    I bambini come possono contrarre l’infezione?
I bambini possono contrarre l’infezione da HIV dalla madre sieropositiva durante la gravidanza, al momento del parto e durante l’allattamento. Per questo motivo, attualmente, le donne sieropositive in gravidanza assumono farmaci, partoriscono con il cesareo e evitano l’allattamento al seno. In questo modo si riduce notevolmente il rischio di contagio per il bambino.

    La persona con HIV mostra segni/sintomi dell’infezione?
No, in quanto lo stato di infezione può mantenersi a lungo senza alcun sintomo.

PREVENIRE PRIMA DI TUTTOultima modifica: 2007-11-25T08:50:00+01:00da bfreezones
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento